Quando l'amore forse non basta più...

Editoriale  
Marek HamsikMarek Hamsik

Prestazione opaca e pochissima forma mentale, oltre a quella fisica che oramai manca da tanto tempo. Dopo i 90 minuti di Anfield, dopo la batosta subita dal Napoli in Champions League, sarebbero diverse le riflessioni da fare. Una su tutte, a sentir parlare i tifosi azzurri, è quella su Marek Hamsik

Il capitano azzurro è stato uno degli anelli deboli della gara contro la squadra di Jurgen Klopp. La sua mancanza in mezzo al campo si sente oramai da anni, tanto che la città partenopea è nettamente spaccata in due sull'argomento.

Da un lato chi lo giustifica per attaccamento alla causa, dall'altro chi vuole lontano da Napoli il numero 17. Ciò che è evidente ai più è che il Marek visto ieri e non solo sia solo un lontano parente di quello giunto sotto l'ombra del Vesuvio nel lontano 2007 L'infortunio al piede rimediato nel 2013 l'ha distrutto psicologicamente più che fisicamente: da allora quasi mai contrasto duro e scarsi tentativi di rubare palla agli avversari. Insomma più costruzione che filtro in mezzo al campo. Ma non basta.

I PARAGONI CON PIRLO...

Sprazzi di bel gioco risalgono soprattutto ai tempi di Walter Mazzarri e, forse, al primo anno di Maurizio Sarri sulla panchina del Napoli. Sotto l'ala protettrice di Carlo Ancelotti il capitano è riuscito solo in poche uscite a riaccendere il suo spirito da combattente: lo slovacco non ha ancora metabolizzato a pieno il nuovo ruolo da regista. Prestazione altelenanti da playmaker alla Pirlo, eppure i paragoni ad inizio stagione si sprecavano. Le chiavi del centrocampo in tasca ma sul campo, dati alla mano, sempre costretto a rincorrere il portatore di palla. Eppure la sua mattonella dovrebbe essere quella centrale davanti alla difesa. Troppo spesso, invece, si è affacciato in avanti in maniera incocludente: è clamoroso il pallone servitogli da Dries Mertens e calciato poco sopra la traversa durante la gara in Inghilterra

Già toltogli dalle mani il ruolo da rigorista, Hamsik resta uomo spogliatoio più che uomo di campo. A dirlo sono le sue prestazioni, la sua forma fisica e la mancanza di personalità che spesso hanno caratterizzato le sue giocate. C'è chi gli contesta di venire sempre meno nelle occasioni clou, quando dovrebbe prendere per mano la squadra

Eppure la squadra messa in piedi da Aurelio De Laurentiis sembra avere già una valida alternativa al centrocampista azzurro. Nel 'lontano' agosto del 2016, il patron azzurro firmò un assegno da ben 14,5 milioni di euro in favore del Bologna per prelevare il cartellino di Amadou Diawara. Il 21enne guineano, sulla carta, ha tutti i requisiti per raccogliere l'eredità dell'ultra trentenne dell'est; vero anche che le ultime prestazioni dell'uomo Nike non hanno convinto più di tanto la piazza campana. E se Ancelotti provasse a cucirgli addosso un nuovo ruolo?

a cura di Simone Guadagno - Twitter: @SimoneGuadagnoo

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    56

    20
    18
    2
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    47

    20
    15
    2
    3
  • logo InterInterCL

    40

    20
    12
    4
    4
  • logo MilanMilanCL

    34

    20
    9
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    33

    20
    9
    6
    5
  • logo LazioLazioEL

    32

    20
    9
    5
    6
  • logo AtalantaAtalanta

    31

    20
    9
    4
    7
  • logo SampdoriaSampdoria

    30

    20
    8
    6
    6
  • logo ParmaParma

    28

    20
    8
    4
    8
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    27

    20
    6
    9
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    27

    20
    6
    9
    5
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    26

    20
    6
    8
    6
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    21

    20
    4
    9
    7
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    20

    20
    5
    5
    10
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    18

    20
    4
    6
    10
  • 16º

    logo SpalSpal

    18

    20
    4
    6
    10
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    17

    20
    4
    5
    11
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    14

    20
    2
    8
    10
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    10

    20
    1
    7
    12
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    8

    20
    1
    8
    11
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top