Guai a chi tocca Callejon, ma quel gol...non doveva sbagliarlo

Editoriale  
Guai a chi tocca Callejon, ma quel gol...non doveva sbagliarlo

Quando un gol avrebbe potuto cambiarti la stagione... Quanto sia un miracolo di Allison o un errore di Milik, sarà argomento dei discorsi tra amici

Quando un gol avrebbe potuto cambiarti la stagione...

Quanto sia un miracolo di Allison o un errore di Milik, sarà argomento dei discorsi tra amici e parenti probabilmente per tutte le festività Natalizie, magari nell'intervallo tra una portata e l'altra degli interminabili cenoni. Che quello commesso da Callejon, però, sia effettivamente un errore, purtroppo, è sotto gli occhi di tutti. 

Difficili trovare delle attenuanti tecniche per lo spagnolo, che da quella posizione e in un'azione collaudata ormai da anni, non ha mai sbagliato sfornando assist e gol durante la sua lunga esperienza azzurra.

"Si ma non se l'aspettava perchè era convinto che l'avversario riuscisse ad intervenire", difficile da ipotizzare visto che la furbizia tattica dello spagnolo, abituato a lanciarsi alle spalle dell'ultimo difensore sul filo del fuorigioco, si basa in maniera fondamentale, proprio sul mancato intervento del rivale.

Era la sua azione, un marchio di fabbrica che non concede attenuanti e che lo ha reso un giocatore unico non solo in Italia, ma anche in Europa.

Detto questo, per solo ed esclusivo dovere di cronaca...guai a chi tocchi Callejon.

Un errore pesante, senza dubbio, ma che va messo al bilancio con le grandi prestazioni e le grandi giocate con cui Callejon ha collaborato alla crescita del Napoli negli ultimi anni. 

Cambiano gli allenatori e rimane il più utilizzato. Cambiano i moduli ed rimane un titolare inamovibile. I numeri del mortileno sono incontrovertibili. 

Callejon rimane una pedina fondamentale che farebbe la felicità di ogni allenatore, e la sventura di chi dovrebbe fargli da alternativa. Nessuno, ma proprio nessuno, interpreta il ruolo di esterno come lui. 

Inutile parlare di calo per quanto rigurda i gol e gli assist, perchè vorrebbe dire fare un'analisi ingiusta e molto superficiale del rendimento dello spagnolo.

Il passaggio dal 4-3-3 al 4-4-2 coincide con un suo arretramento. Callejon è diventato a tutti gli effetti un centrocampista che non può continuare ad avere il rendimento realizzativo di quando era considerato un'esterno d'attacco.

Chiamato a compiti difensivi, in un atteggiamento di gioco in cui con Acelotti si è passato anche ad accettare tatticamente che sia l'avversario a fare la partita, è normale che il lavoro sia più oscuro e meno fantacalcistico.

Nonostante questo, il giocatore non ha mai fatto mancare il suo appoggio in fase propositiva, anche se costretto a fare tanta legna a sostegno dei compagni di reparto sulla mediana. 

Lecito aspettarsi una prevedibile mancanza di lucidità negli ultimi sedici metri, dove ha sempre fatto la differenza, proprio dove tutti si apettavano che avrebbe regalato il passaggio agli ottavi al Napoli. 

Purtroppo non è andata così, ma quel filtrante di Zielinski, uno come lui...non doveva sbagliarlo.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    90

    38
    28
    6
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo InterInterCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo MilanMilanEL

    68

    38
    19
    11
    8
  • logo RomaRomaEL

    66

    38
    18
    12
    8
  • logo TorinoTorino

    63

    38
    16
    15
    7
  • logo LazioLazio

    59

    38
    17
    8
    13
  • logo SampdoriaSampdoria

    53

    38
    15
    8
    15
  • 10º

    logo BolognaBologna

    44

    38
    11
    11
    16
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    43

    38
    9
    16
    13
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    43

    38
    11
    10
    17
  • 13º

    logo SpalSpal

    42

    38
    11
    9
    18
  • 14º

    logo ParmaParma

    41

    38
    10
    11
    17
  • 15º

    logo CagliariCagliari

    41

    38
    10
    11
    17
  • 16º

    logo FiorentinaFiorentina

    41

    38
    8
    17
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    38

    38
    10
    8
    20
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    25

    38
    5
    10
    23
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    17

    38
    2
    14
    22
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Sky - Segnali positivi per James, il Real Madrid apre al prestito! Offerta per Elmas, si insiste per Manolas: il punto sull'operazione