Le pagelle del campionato de Il Mattino: "Insigne da incorniciare, Sarri inventore. Ounas? Mai fidarsi delle apparenze"

Rassegna Stampa  
Le pagelle del campionato de Il Mattino: Insigne da incorniciare, Sarri inventore. Ounas? Mai fidarsi delle apparenze

La stagione è finita ieri, con la vittoria sul Crotone, e l'edizione odierna de Il Mattino pubblica le pagelle della stagione:

Sarri 8.5 - Il secondo posto è l'apotesi del tecnico di Figline. Il suo Napoli è stato come lo studente che lascia a bocca aperta la maestra: spirito di gruppo, organizzazione perfetta, bellissimo gioco. Si è inventato tutto quel che serve per poter vincere uno scudetto. E senza quella secchiona della Juventus lo avrebbe anche vinto. Il calo finale non sporca l'impresa con il momento culminante raggiunto nella notte dello Juventu Stadium, con una gara condotta con personalità e appeal. Il suo marchio di fabbrica.

Insigne 8.5 - 14 gol e 14 assist. Una stagione da incorniciare. Perché qui siamo davanti davvero a un vero leader, magari non proprio goleador infallibile ma uomo squadra per davvero: sempre l'ultimo ad alzare bandiera bianca e se c'era da mettersi la squadra sulle spalle, Lorenzo non si è mai tirato indietro. Straordinario quando ha affrontato a muso duro mezza Juventus che provava a perdere tempo. Il suo elegante altruismo sarebbe da mostrare ai ragazzi, perché pochi segnano e fanno segnare come lui. Raro esempio di talento al servizio degli altri.

Ounas 6 - Le sue finte hanno lasciato impresso tutti durante le gare amichevoli estive. Sembrava davvero un piccolo Pocho Lavezzi, per le sue movenze e per il fatto che senza troppe esitazioni puntasse quasi sempre l'uomo. Mai fidarsi delle apparenze: poco impiegato, e forse pure malvolentieri, realizza una bella rete contro il Lipisa in Europa League e poi null'altro. Non è sempre colpa sua, ma quando è chiamato in campo non brilla mai, come nelle due partite di coppa Italia con Udinese e Atalanta.

Chiriches 6 - Il più tecnico della difesa a quattro per la gestione del pallone in fase d'impostazione. Il difensore rumeno ha giocato molto meno rispetto alla scorsa stagione, frenato anche da un infortunio che lo ha tenuto distante per un po' dai campi: solo sette presenze in campionato. Prestazioni sufficienti ma non brillantissime, frenato anche dalla mancanza di continuità. Nel finale di stagione è scivolato come quarta scelta, superato nelle gerarchie di Sarri da Tonelli.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    43

    15
    14
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    35

    15
    11
    2
    2
  • logo InterInterCL

    29

    15
    9
    2
    4
  • logo MilanMilanCL

    26

    15
    7
    5
    3
  • logo LazioLazioEL

    25

    15
    7
    4
    4
  • logo TorinoTorinoEL

    22

    15
    5
    7
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    21

    15
    6
    3
    6
  • logo RomaRoma

    21

    15
    5
    6
    4
  • logo SassuoloSassuolo

    21

    15
    5
    6
    4
  • 10º

    logo ParmaParma

    21

    15
    6
    3
    6
  • 11º

    logo SampdoriaSampdoria

    20

    15
    5
    5
    5
  • 12º

    logo FiorentinaFiorentina

    19

    15
    4
    7
    4
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    17

    15
    3
    8
    4
  • 14º

    logo EmpoliEmpoli

    16

    15
    4
    4
    7
  • 15º

    logo GenoaGenoa

    16

    15
    4
    4
    7
  • 16º

    logo SpalSpal

    15

    15
    4
    3
    8
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    13

    15
    3
    4
    8
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    11

    15
    2
    5
    8
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    8

    15
    1
    5
    9
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    3

    15
    0
    6
    9
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top