IL GIORNO DOPO Leicester-Napoli: i potenziali abbracci di Osimhen, l'abitudine di Di Lorenzo e l'aspetto su cui dovrà lavorare Spalletti

Rubriche  
IL GIORNO DOPO Leicester-Napoli: i potenziali abbracci di Osimhen, l'abitudine di Di Lorenzo e l'aspetto su cui dovrà lavorare Spalletti

Il giorno dopo Leicester – Napoli. Il racconto inizia dalla fine. Da quando dopo un’ottima combinazione sulla destra, nasce lo spazio per Politano che ha tutto il tempo per disegnare un traversone preciso per la testa di Osimhen. Il nigeriano si arrampica in cielo e di testa la infila all’incrocio. Poi corre impazzito verso il manipolo di tifosi azzurri presenti nello spicchio di stadio a loro riservato. Avesse potuto, li avrebbe abbracciati uno ad uno. Un goal fantastico che rende giustizia all’andamento di una gara che il Napoli non avrebbe assolutamente meritato di perdere.

Il giorno dopo Leicester – Napoli. Partita messasi male più che per demeriti degli azzurri che per oggettivi meriti della compagine inglese. Sotto di due reti, era stato lo stesso Osimhen a riaprirla con un altro capolavoro: doppio pallonetto, il primo a superare il diretto avversario e poi il portiere Schmeichel. Da quel momento, mancavano poco più di venti minuti alla fine, gli azzurri nell’impresa della rimonta hanno continuato a crederci ancora di più. La tempistica delle sostituzioni e la giusta scelta degli uomini da mandare in campo operata da Spalletti, hanno fatto il resto.

Il giorno dopo Leicester – Napoli. Un pari che ha il sapore di una vittoria per come è arrivato e che, anzi, lascia anche un pizzico di rammarico. Dopo un ottimo iniziale approccio, su di un campo non certo facile, gli azzurri si sono ritrovati sotto. Che giochi a destra o a sinistra, Di Lorenzo ha l’abitudine di perdersi l’uomo che gli arriva da dietro. Ieri ha giustamente stretto al centro su di un traversone proveniente dal lato opposto. Ma non si è reso conto che lo stesso era alto e lungo per i centrali. Alle sue spalle è sbucato Perez che ha trafitto Ospina. Gli azzurri hanno reagito alla grande, dando vita alla sagra dei goal sbagliati: hanno partecipato in tanti, da Malcuit a Zielinski fino a Lozano e allo stesso Osimhen. Un aspetto sul quale il mister dovrà lavorare non poco.

Il giorno dopo Leicester – Napoli. Nella ripresa, Di Lorenzo sbaglia un comodo appoggio a centrocampo che innesta il contropiede avversario. Barnes si invola, Malcuit lo insegue. Tutto inutile. Si lascia superare in maniera banale, gli concede il sinistro, il centrocampista inglese ringrazia e raddoppia. Gli azzurri hanno il grande merito di non demoralizzarsi. Spalletti attinge dalla panchina forze fresche e Osimhen, con una strepitosa doppietta evita una sconfitta che sarebbe stata ingiusta.

Il giorno dopo Leicester – Napoli. Si ha netta la sensazione che la squadra creda ciecamente in quello che fa e che si diverta anche. Peccato per la quantità industriale di goal divorati e per qualche banale disattenzione difensiva. Resta purtroppo la carenza in organico per certi ruoli. Ieri Spalletti ho dovuto dirottare Di Lorenzo sull’out sinistro. Non è la sua posizione e si è visto. Si è rivisto anche Malcuit titolare. Ne avremmo volentieri fatto a meno. Si confida nel recupero di Ghoulam, da tempo immemore ormai.

Stefano Napolitano

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo NapoliNapoliCL

    24

    8
    8
    0
    0
  • logo MilanMilanCL

    22

    8
    7
    1
    0
  • logo InterInterCL

    17

    8
    5
    2
    1
  • logo RomaRomaCL

    15

    8
    5
    0
    3
  • logo LazioLazioEL

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo AtalantaAtalantaECL

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo JuventusJuventus

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo FiorentinaFiorentina

    12

    7
    4
    0
    3
  • logo BolognaBologna

    12

    8
    3
    3
    2
  • 10º

    logo UdineseUdinese

    9

    8
    2
    3
    3
  • 11º

    logo EmpoliEmpoli

    9

    8
    3
    0
    5
  • 12º

    logo TorinoTorino

    8

    8
    2
    2
    4
  • 13º

    logo VeronaVerona

    8

    8
    2
    2
    4
  • 14º

    logo SassuoloSassuolo

    8

    8
    2
    2
    4
  • 15º

    logo SpeziaSpezia

    7

    8
    2
    1
    5
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    6

    8
    1
    3
    4
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    6

    8
    1
    3
    4
  • 18º

    logo CagliariCagliariR

    6

    8
    1
    3
    4
  • 19º

    logo VeneziaVeneziaR

    5

    7
    1
    2
    4
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    4

    8
    1
    1
    6
Back To Top