Simoni: "Tutti sanno che tifo per l'Inter. Il mio Napoli doveva cedere i migliori per iscriversi al campionato"

Rassegna Stampa  
Luigi Simoni, ex tecnico di Napoli ed InterLuigi Simoni, ex tecnico di Napoli ed Inter

Portò il Napoli in finale di Coppa Italia, per poi salvarlo dalla C. Con l’Inter sfiorò lo scudetto, quello del rigore su Ronaldo

Portò il Napoli in finale di Coppa Italia, per poi salvarlo dalla C. Con l’Inter sfiorò lo scudetto, quello del rigore su Ronaldo non concesso tra mille polemiche in un famoso Juventus-Inter della stagione 97-98. Gigi Simoni, grande ex della sfida di questa sera, ha rilasciato alcune considerazioni ai microfoni del Corriere del Mezzogiorno

Napoli, il Napoli, quali ricordi porta nel cuore?
«Ricordi fantastici, direi indelebili, sia quando approdai da giocatore, sia quando ho avuto l’opportunità di allenare. La gente è passionale, ti fa sentire a casa, soprattutto amato, come da nessuna altra parte in cui ho giocato o allenato. Erano anni di austerità, ma non per questo meno passionali ed intensi, la società non se la passava bene con i conti, bisognava cedere i pezzi pregiati della collezione per iscriversi al campionato e sopravvivere. Nonostante ciò, riuscimmo a fare un mezzo miracolo portando la squadra in finale di Coppa Italia battendo l’Inter di Moratti in una rocambolesca semifinale vinta ai calci rigori».
 
Dopo Napoli, l’Inter e qualche anno ancora il Napoli...
«Non mi fu data l’opportunità di guidare la squadra nella finale di Coppa Italia, poi tornai nel 2003 giusto in tempo per salvare la squadra dalla retrocessione in C sul campo, quella che venne poi sentenziata dal tribunale e dal fallimento della società».
 
Il Napoli dopo la sconfitta con la Roma è ancora da scudetto?
«Una sconfitta non deve fa demoralizzare, né la piazza, né tantomeno la squadra che sta giocando il miglior calcio in Italia, la Juventus gioca sicuramente meno bene, ma è più abituata a lottare per vincere su tutti i fronti ed è soprattutto più attrezzata guardando i giocatori della rosa».
 
Inter-Napoli, che partita si immagina?
«L’Inter non è in un buon momento, la partenza a razzo in campionato ha spiazzato tutti, ma questa nemmeno è la vera Inter. Il Napoli deve immediatamente riscattarsi, perdere altri punti dalla Juventus potrebbe essere mortale per la corsa scudetto. Gli azzurri devono restare nella scia e giocare il tutto per tutto nello scontro diretto a Torino».
 
Per chi farà il tifo?
«Lo sanno tutti che sono da sempre tifoso dell’Inter, ma a Napoli ci ho lasciato il cuore: sarà una partita speciale».
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    60

    25
    19
    3
    3
  • logo LazioLazioCL

    59

    25
    18
    5
    2
  • logo InterInterCL

    54

    24
    16
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaCL

    45

    24
    13
    6
    5
  • logo RomaRomaEL

    42

    25
    12
    6
    7
  • logo NapoliNapoliEL

    36

    25
    10
    6
    9
  • logo MilanMilan

    36

    25
    10
    6
    9
  • logo VeronaVerona

    35

    24
    9
    8
    7
  • logo ParmaParma

    35

    24
    10
    5
    9
  • 10º

    logo BolognaBologna

    34

    25
    9
    7
    9
  • 11º

    logo CagliariCagliari

    32

    24
    8
    8
    8
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    29

    24
    8
    5
    11
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    29

    25
    7
    8
    10
  • 14º

    logo TorinoTorino

    27

    24
    8
    3
    13
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    27

    25
    7
    6
    12
  • 16º

    logo LecceLecce

    25

    25
    6
    7
    12
  • 17º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    24
    6
    5
    13
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    22

    25
    5
    7
    13
  • 19º

    logo BresciaBresciaR

    16

    25
    4
    4
    17
  • 20º

    logo SpalSpalR

    15

    25
    4
    3
    18
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top