Calzona in conferenza: "Che adrenalina alla vista di Napoli! Questa squadra è forte, domani ci alleniamo e poi decido su Osimhen. Hamsik? Mai dire mai! 4-3-3 ma non solo! Ecco cosa mi ha chiesto ADL" | VIDEO

Champions League fonte : dal nostro inviato al Maradona, Manuel Guardasole
Calzona e Di Lorenzo in conferenza stampaCalzona e Di Lorenzo in conferenza stampa

Presentazione Francesco Calzona come nuovo allenatore e conferenza stampa Di Lorenzo prima di Napoli-Barcellona: le dichiarazioni video pre Champions League

Ultime notizie UEFA Champions LeagueGentili spettatrici e spettatori di CalcioNapoli24, vi diamo il benvenuto alla conferenza stampa della vigilia di Napoli-Barcellona con le dichiarazioni del nuovo allenatore Francesco Calzona e del capitano dei partenopei, Giovanni Di Lorenzo. Vi mostreremo tutto in diretta sul nostro canale Youtube e in tv, al canale 79 DTTCalcioNapoli24 TV.

Napoli-Barcellona, conferenza Calzona e Di Lorenzo

Di seguito dalle ore 19:30 vi proporremo le dichiarazioni in conferenza stampa dell'allenatore del Napoli Francesco Calzona e del capitano dei partenopei, Giovanni Di Lorenzo. La conferenza stampa di rito dell'UEFA alla vigilia di Napoli-Barcellona, in questo caso, coinciderà anche con la prima conferenza stampa (di presentazione) del nuovo allenatore azzurro, Francesco Calzona, arrivato ufficialmente ieri sera. Queste le sue prime dichiarazioni a CalcioNapoli24.

19.31 - Tutto pronto per l'inizio della conferenza di CalzonaDi Lorenzo. Si parte con Francesco Calzona:

"Buona sera a tutti, volevo iniziare ringraziando la Federazione slovacca e il presidente. Mi hanno concesso quest'opportunità di venire al Napoli, li ringrazio tantissimo perché il merito è loro, dei giocatori della nazionale. Ringrazio anche il popolo slovacco che mi ha manifestato grande stima.

Cos'ho detto ai giocatori? Mah, si riparte da oggi: si resetta tutto, si inizia un nuovo cammino. Ho trovato una squadra che si è messa subito a disposizione. Poche parole, abbiamo bisogno di fatti. Siamo andati subito in campo dopo un breve discorso.

Messaggio ai tifosi del Napoli? Com'ho trovato Osimhen? Chiaro che il pubblico di Napoli è un pubblico speciale, più che chiedere a loro dobbiamo essere noi a renderli orgogliosi. Il compito è per noi, dobbiamo essere noi a portarli e renderli felici con le nostre prestazioni da ora in avanti. Victor si è allenato, ha fatto allenamento con la squadra. Chiaramente non è stata una seduta lunghissima, si è allenato a pieno ritmo. Sarà valutato come il resto della squadra domattina dopo l'allenamento.

Cosa può fare un allenatore? Un allenatore può cambiare poco, ma non abbiamo tempo: dobbiamo accelerare l processo di apprendimento. Ho detto ai giocatori che non abbiamo più scuse, dobbiamo migliorare la posizione in questo momento. Chiaro che il Barcellona è una squadra forte, ha avuto momenti di difficoltà ma è fra le più forti d'Europa. Chiaramente non abbiamo paura perché siamo il Napoli, hanno un top allenatore e grandi giocatori.

Spalletti e Sarri? Io ho lavorato con due, tre grandi allenatori come Di Francesco che stimo moltissimo e Sarri e Spalletti. Mi hanno trasmesso tantissimi concetti che chiaramente mi aiuteranno nel mio prosieguo. Ci ho messo del mio chiaramente e ci metterò del mio ma sono stati tre allenatori importanti.

Sensazioni? Chiaramente sono contento, quando sono arrivato in Tangenziale mi è salita l'adrenalina! Chiaro che il debutto è con una squadra forte ma tutto questo non mi spaventa, il Napoli è una squadra forte. Che deve ritrovare alcuni conceetti ma è una squadra forte e questo mi rende felice.

Come migliorare il Napoli? Parlavo di convinzione, concetto diverso questo: io ho detto che è una squadra forte perché ci credo, l'hanno dimostrato l'anno scorso e a tratti anche quest'anno. Ed è una squadra forte, dove ha fatto bene in Champions, facendo un ottimo girone e stravincendo il campionato. Io ne sono convinto di tutto questo.

Barcellona? L'ho visto da sportivo finora, ma è una squadra forte: oggi abbiamo guardato tante cose di loro, mi aspetto una partita dura. Ma noi partiamo per vincere la partita, la mia mentalità è cercare di vincere tutte le partite.

Cosa mi ha chiesto De Laurentiis e se è una cosa degli ultimi giorni? Non mi ha mai contattato nessuno, ho parlato con la società solo domenica: in passato mai nessuno. Il presidente non è contento della situazione, mi ha chiesto di credere fermamente ai nostri obiettivi. Andare avanti in Champions e di cercare di arrivare ad un posto che ci qualifichi alla prossima Champions League.

Giocare per il pari? No, assolutamente no! Noi siamo il Napoli, questa è una squadra forte: gochiamo in casa, non accetto un pareggio prima di giocare la partita. Se poi il Barcellona sarà così bravo a costringerci al pari tanto di cappello, ma giochiamo per vincere.

Cosa metterò in campo? Se i giocatori faranno quel che gli chiedo per buona parte della partita, io sarò felice. Mi faranno capire che credono alle mie idee che ho spiegato loro ma ancora non le abbiamo messe in pratica. Questo sarebbe già un grande risultato. Vorrebbe dire che se la squadra fa questo, può raggiungere risultati importanti. Ho chiesto loro di essere squadra nelle due fasi, già questo mi basterebbe. Se i ragazzi faranno questo io sono fiducioso e sicuramente sarò contento.

Giocherà col 4-3-3? Che partite ha visto del Barça? Sì, a me piace il 4-3-3 ma non mi lego ad un modulo: cerco di sfruttare le caratteristiche dei giocatori, la squadra è stata costruita in un certo modo, di questo ne terrò conto ed è giusto così. Del Barcellona ho visto una-due partite da spettatore, ho seguito quelle di campionato. Specialmente l'ultima e ripeto è una squadra forte. Difficile da affrontare: ha grandi giocatori, non c'è bisogno di fare nomi e stimo tantissimo l'allenatore.

Sarri-Spalletti? Una fortuna lavorare con loro, mi hanno insegnato tantissime cose: mi hanno arricchito tanto, sono due allenatori con grandissima personalità. Magari diversi nel lavoro sul campo, Spalletti sono stato un solo anno con lui ma è stato un anno intenso e ho potuto osservarlo, studiarlo. Collaborare con lui, anche se è stato solamente un anno, è stato un anno di grandi insegnamenti. Se mi hanno scritto? Successo tutto così in fretta che oltre mia mamma papà e mio fratello, la mia compagna, mia figlia non ho sentito nessuno, giuro.

Dare un'identità al Napoli? Se questo non succederà, vuol dire che io ho fallito. Perché non riesco a sopportare che le mie squadre non sono ordinate, non acquisiscono una certa mentalità. Abbiamo l'aggravante che oltre a dare un'identità, dobbiamo fare anche risultati. Questo ci può mettere più pressione ma ai ragazzi ho detto di non pensarci, di avere la testa libera e pensare a divertirsi. Se facciamo questo, possiamo fare bene.

Com'è cambiato il Barcellona? Come ho visto Traorè? Non è cambiato tantissimo nell'atteggiamento rispetto a due anni fa il Barça, hanno avuto un periodo di difficoltà. Hanno subito qualcosa in più della media ma hanno il solito allenatore e i soliti concetti, non credo ci possa essere grosse novità.

Mondiale per club? Non mi ha messo nessuna pressione, ma io so cosa vuol dire per una società come il Napoli raggiungere il Mondiale per club o i cinque posti di UCL. Il presidente è stato molto gentile, senza mettermi pressioni. Hamsik? Lo volevo fortemente, che venisse: solo che lui gestisce un'Academy importante, da quando ha smesso di giocsre l'ha presa in mano lui. In così poco tempo non è riuscito a organizzarsi, ma mai dire mai: Hamsik e Maradona sono i giocatori più amati qui. Un ragazzo fantastico, collabora con me in nazionale: gli ho dato molto spazio, è un ragazzo eccezionale.

Statistiche sugli allenatori con doppio ruolo? Non gli do tanto peso ma credo tanto in questa squadra: ci credo fortemente. Penso più alla mia squadra che all'avversario, penso sia in grado di vincere tante partite. Dobbiamo volerlo, sarà questa la chiave per il futuro.

Traorè? Non è al 100% ma punto tanto su di lui. Oggi abbiamo fatto un allenamento tattico, conto su di lui ma non solo su di lui. Tutti dovranno darmi indicazioni per scegliere in futuro. Domani avremo fatto due allenamenti che saranno indicativi per me. Traorè non è al 100% ma contro su di lui, non so se lo utilizzerà dall’inizio".

20.04 - Termina la conferenza stampa di Calzona.

Queste le dichiarazioni invece Di Lorenzo

"Come viene vissuto il terzo allenatore che arriva? Faccia a faccia tra di noi? Sicuramente quando si cambia allenatore per tre volte c'è qualcosa che non va, la situazione non è bella. La squadra è cosciente della situazione e sa che deve fare di più. Ci metteremo subito al lavoro col nuovo mister per uscire dalla situazione che non ci rende contenti. Siamo tutti responsabili, anche noi giocatori che andiamo in campo. Daremo il massimo per uscire da questa situazione. Sicuramente conosce tanti giocatori e questo accelera il processo di conoscenza, è positivo per noi e per il mister. Ci può dare tanto, ci ha trasmesso oggi tanto entusiasmo, da subito e dal primo allenamento. Non siamo felici di questa situazione ma tutti insieme uniti vogliamo far bene. Ci rimane ancora una stagione da giocare, siamo tutti focalizzati su questo.

Come ho detto prima, il mister si è presentato subito bene. Ultimamente abbiamo perso un po' di entusiasmo che ci aveva contraddistinto l'anno scorso, da domani dobbiamo essere una squadra spensierata. Giocando con coraggio, devi essere spensierato e coraggioso: il Barça è una grandissima squadra, il cambio di allenatore ci può portare a svoltare, lo vogliamo tutti e lo vogliono i tifosi. La squadra è cosciente della situazione, ha dato il massimo e darà il massimo per uscire da questo periodo.

Dobbiamo giocarci la partita spensierati, con la mente libera. Questo può aiutarci, si fa questo lavoro e questo mestiere per notti come queste. Dobbiamo affrontarla al massimo del nostro potenziale, al massimo delle nostre forze. Giochiamo in casa e i tifosi possono darci una grossa spinta: speriamo di regalare una bella serata anche a loro.

Cosa mi sento di dire ai tifosi? Ai tifosi c'è poco da dire, anche nelle ultime partite ci hanno incitato fino all'ultimo secondo. Poi ci hanno fischiato giustamente perché non sono contenti dell'andamento ma i primi a non essere contenti siamo noi. Ma ci tengo a dire che la squadra non è mai mancata d'impegno, poi si sa che il calcio è così: a volte non riesci a fare risultati positivi ma abbiamo sempre dato tutto. I tifosi sono liberi di fischiare a fine partita. Non mi sento di dire niente perchè son sempre vicini a noi e ci spingono sempre, spero di regalare loro domani una bella notte. Se lo meritano loro e ce lo meritiamo noi, in una stagione difficile questa partita potrebbe cambiare tante cose.

Due allenatori cambiati, qual è l'impatto con i due allenatori che ha portato alla decisione della società e l'impatto con Calzona? Intanto ci tengo a ringraziare mister Mazzarri, ci siamo sentiti e mi dispiace: quando si cambia allenatore è una sconfitta per tutti, è una sconfitta per tutto l'ambiente Napoli. Ci dispiace molto. Ma abbiamo reagito da professionisti, già da oggi siamo a disposizione di Calzona cercando di assimilare i concetti con entusiasmo e disponibilità. Ci sarà tempo per lavorare meglio. Domani sera cercheremo di mettere in campo ciò che il mister ci ha trasmesso".

Calzona e Di Lorenzo in conferenza stampa

Napoli-Barcellona, il programma di CN24TV

Gli appuntamenti di conferenze e allenamenti di oggi, 20 febbraio 2024, di Napoli-Barcellona:

  • Ore 14.00 - Allenamento Napoli al Konami Training Center con apertura ai media per 15 minuti
  • Ore 18.15 - Conferenza stampa di Xavi con un giocatore allo stadio Maradona
  • Ore 19.00 - Allenamento Barcellona con apertura ai media per 15 minuti allo stadio Maradona
  • Ore 19.30 - Conferenza stampa al Maradona di Francesco Calzona e il capitano del Napoli Giovanni Di Lorenzo

Come ogni volta sarà tutto trasmesso in diretta gratis sul nostro canale YouTube o sul 79 del digitale terrestre con aggiornamenti ovviamente anche su TikTok e Instagram di CN24.

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    82

    31
    26
    4
    1
  • logo MilanMilanCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    62

    31
    18
    8
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    58

    31
    16
    10
    5
  • logo RomaRomaEL

    55

    31
    16
    7
    8
  • logo AtalantaAtalantaECL

    50

    30
    15
    5
    10
  • logo NapoliNapoli

    48

    31
    13
    9
    9
  • logo LazioLazio

    46

    31
    14
    4
    13
  • logo TorinoTorino

    44

    31
    11
    11
    9
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    43

    30
    12
    7
    11
  • 11º

    logo MonzaMonza

    42

    31
    11
    9
    11
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    38

    31
    9
    11
    11
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    30

    31
    7
    9
    15
  • 14º

    logo LecceLecce

    29

    31
    6
    11
    14
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    28

    31
    4
    16
    11
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    28

    31
    7
    7
    17
  • 17º

    logo VeronaVerona

    27

    31
    6
    9
    16
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    26

    31
    6
    8
    17
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    25

    31
    6
    7
    18
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    15

    31
    2
    9
    20
Back To Top