Napoli-Fiorentina, le probabili formazioni: out Allan, pronto Zielinski. Sousa in emergenza recupera Badelj

Primo Piano  
Napoli-Fiorentina, le probabili formazioni: out Allan, pronto Zielinski. Sousa in emergenza recupera Badelj

In 50.000 per salutare questo magico Napoli, ma in fondo anche per crederci ancora sperando in una clamorosa notizia dal Nord Italia. Perché nonostante un avversario spensierato e nettamente inferiore, la Roma gioca pur sempre fuori casa. Direzione Verona, con un Chievo che ha già strappato una promessa al popolo partenopeo. Pellissier, Gamberini e il napoletano Sardo. Tutti in coro: venderanno cara la pelle, nessun regalo ai giallorossi. E se effettivamente sarà stato così, gli azzurri lo sapranno ancor prima di entrare in campo. La musichetta Champions sullo sfondo c'è già, adesso è appena questione di volume... 

NAPOLI - Una sola novità di formazione per Maurizio Sarri, tra l'altro anche forzata. Allan, infatti, non sarà della partita in virtù dell'affaticamento muscolare rimediato nella giornata di ieri. Al suo posto Zielinski, con Jorginho in cabina di regia e l'onnipresente Hamsik sul centrosinistra. Con Reina tra i pali, la linea difensiva vedrà come al solito Hysaj e Ghoulam sulle corsie esterne con Albiol-Koulibaly coppia centrale. In attacco confermatissimo il tridente Callejon-Insigne-Mertens, con Milik e Pavoletti ancora in panchina. 

FIORENTINA - Emergenza invece per Paulo Sousa, che dovrebbe optare per un 4-2-3-1 di partenza piuttosto che un 4-4-2 o un 4-3-1-2. Orfano di Astori e Borja Valero squalificati e di Carlos Sanchez out per infortunio, il tecnico portoghese ha almeno la magra consolazione di aver recupeto in extremis Badelj che affiancherà Vecino in mediana. Con Tatarusanu in porta alle spalle terzetto difensivo De Maio, Gonzalo e Tomovic, Chiesa (in vantaggio su Tello) dovrebbe muoversi sulla fascia destra e Oliveira sull'out mancino. Idee chiare per l'attacco: spazio al tandem Bernardeschi-Ilicic alle spalle di Kalinic.

PROBABILI FORMAZIONI: 

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne

Panchina: Rafael, Sepe, Maggio, Chiriches, Strinic, Diawara, Rog, Giaccherini, Pavoletti, Milik. All. Sarri

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu; De Maio, Gonzalo, Tomovic; Chiesa, Vecino, Badelj, Maxi Olivera; Bernardeschi, Ilicic; Kalinic

Panchina: Sportiello, Dragowski, Salcedo, Milic, Hagi, Cristoforo, Maistro, Reymao, Tello, Saponara, Mlakar, Babacar 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    19

    7
    6
    1
    0
  • logo InterInterCL

    18

    7
    6
    0
    1
  • logo AtalantaAtalantaCL

    16

    7
    5
    1
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    13

    7
    4
    1
    2
  • logo RomaRomaEL

    12

    7
    3
    3
    1
  • logo LazioLazioEL

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo CagliariCagliari

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo FiorentinaFiorentina

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo TorinoTorino

    10

    7
    3
    1
    3
  • 10º

    logo VeronaVerona

    9

    7
    2
    3
    2
  • 11º

    logo BolognaBologna

    9

    7
    2
    3
    2
  • 12º

    logo ParmaParma

    9

    7
    3
    0
    4
  • 13º

    logo MilanMilan

    9

    7
    3
    0
    4
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    7

    7
    2
    1
    4
  • 15º

    logo SassuoloSassuolo

    6

    6
    2
    0
    4
  • 16º

    logo BresciaBrescia

    6

    6
    2
    0
    4
  • 17º

    logo SpalSpal

    6

    7
    2
    0
    5
  • 18º

    logo LecceLecceR

    6

    7
    2
    0
    5
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    5

    7
    1
    2
    4
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    3

    7
    1
    0
    6
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Lozano ko, visita medica oggi a Castel Volturno! Gazzetta: salta Verona, definita la data del ritorno in gruppo