Allegri scettico: "Ancelotti diverso da Sarri: chissà se saprà abituarsi a Napoli! Under 15? Età delle caz** ma va insegnato il rispetto"

Le Interviste  

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha rilasciato un'intervista ai microfoni de La Repubblica. Ecco alcuni estratti: 

Allegri rifiuta il Real Madrid

Ma se lei fosse andato a Madrid…

«Non potevo, perché avevo dato la mia parola al presidente della Juventus. Ho telefonato a Florentino Perez per ringraziarlo ed è finita lì». Allegri aveva dichiarato ieri di aver rifiutato l'offerta del Real.

Conosce quella storia che nella vita è meglio avere rimorsi che rimpianti?

«Rimpianti? Ho sempre scelto senza. Prima del Real mi aveva cercato pure il Chelsea e anche stavolta sono convinto di avere fatto bene. Poi si vedrà».

Dopo la finale persa a Cardiff era stato più vicino a mollare?

«Sì, ci pensai, mi chiesi se non fosse dipeso anche da me e se non sarebbe stato meglio cercare altre strade. Serve lucidità in quei momenti, e penso di averla avuta».

Il futuro di Higuain

Con o senza Higuain?

«Spero non gli sia passata la voglia di Juve, lo scopriremo dopo il mondiale, altrimenti si prenderà un altro centravanti, e Mandzukic tornerà in ogni caso in quel ruolo. Il primo obiettivo resta lo scudetto: sarebbe l’ottavo di fila, il mio quinto, pazzesco. Lo pensa anche il presidente».

Allegri commenta l'arrivo di Ancelotti al Napoli

Ancelotti al Napoli è uno stimolo in più?

«Assolutamente sì. Mi incuriosisce Carletto, così diverso da Sarri. Ma anche Napoli è un contesto molto diverso da quello in cui lui ha sempre lavorato, vedremo. Contro di loro a Torino ho sbagliato formazione, ho fatto il ragioniere giocando per il pareggio e non ci sono abituato. Ma sapevo che dopo averci battuti avrebbero fallito almeno un colpo».

Le altre sembrano lontanissime.

«Non credo. La Roma sarà da scudetto: contro il Barcellona, Di Francesco ha capito che si può vincere mettendo solo in campo gli undici migliori. Anche l’Inter è in crescita, l’attore farà bene».

Under-15 Juventus: la polemica

La stagione si chiude con gli insulti degli under 15 della Juve ai napoletani: è mai possibile?

«A vederla da fuori è una cosa brutta, in primo luogo perché indossavano la maglia bianconera. Prima di fargli vedere come si gioca a calcio, bisognerebbe insegnargli l’educazione e il rispetto. Quelli che hanno sbagliato seguiranno un percorso formativo, e comunque mettiamoci in testa che a 15 anni si possono fare cazzate ma i social peggiorano tutto, sono una bomba a orologeria sempre in tasca». Il riferimento è al video dei calciatori dell'Under-15 della Juventus che cantano cori denigratori nei confronti dei napoletani.
 

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    95

    38
    30
    5
    3
  • NapoliCL

    91

    38
    28
    7
    3
  • RomaCL

    77

    38
    23
    8
    7
  • InterCL

    72

    38
    20
    12
    6
  • LazioEL

    72

    38
    21
    9
    8
  • MilanEL

    64

    38
    18
    10
    10
  • Atalanta

    60

    38
    16
    12
    10
  • Fiorentina

    57

    38
    16
    9
    13
  • Torino

    54

    38
    13
    15
    10
  • 10º

    Sampdoria

    54

    38
    16
    6
    16
  • 11º

    Sassuolo

    43

    37
    11
    10
    16
  • 12º

    Genoa

    41

    38
    11
    8
    19
  • 13º

    Udinese

    40

    38
    12
    4
    22
  • 14º

    Chievo

    40

    38
    10
    10
    18
  • 15º

    Bologna

    39

    38
    11
    6
    21
  • 16º

    Cagliari

    39

    38
    11
    6
    21
  • 17º

    Spal

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    CrotoneR

    35

    38
    9
    8
    21
  • 19º

    VeronaR

    25

    38
    7
    4
    27
  • 20º

    BeneventoR

    21

    38
    6
    3
    29
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Repubblica - De Laurentiis non aspetta la cessione di Jorginho, ha voluto Fabian Ruiz a tutti i costi