Napoli-Spal, le pagelle: Allan certezza, Jorginho intelligente! Mario Rui si fa sentire, Hamsik nervoso

Le Pagelle  
Napoli-Spal, la formazione azzurraNapoli-Spal, la formazione azzurra

Reina 6 - Primo pallone toccato dopo mezz'ora, poi è sicuro sul destro di Viviani. Il resto è noia. Hysaj 6 - Buone

Le pagelle di Napoli-Spal

Reina 6 - Primo pallone toccato dopo mezz'ora, poi è sicuro sul destro di Viviani. Il resto è noia.

Hysaj 6 - Buone sovrapposizioni quando ne ha la possibilità, sulla fascia sinistra la Spal crea poco e lui può gestire.

Albiol 6 - Torna dal primo minuto e si prende cura di un reparto offensivo, quello della Spal, che non può creare così tanti problemi: un minimo in ritardo su Antenucci al 43', poi si divora il 2-0 da posizione ghiottissima. 21 palle lunghe completate su 22, notevole.

Koulibaly 6,5 - Messa da parte la partita disattenta contro il Lipsia, si diletta in una discesa offensiva - con tacco di Mertens - e tiro quasi a giro appena fuori. Sostiene l'azione (54 passaggi nel primo tempo, al termine saranno 91), tiene a bada Antenucci.

Mario Rui 6,5 - Si riappropria della fascia sinistra, trovando un discreto testa a testa con Lazzari. Offensivamente concreto (54 passaggi al 45', 100 alla fine con l'89% di precisione), difensivamente si fa sentire quando ce n'è bisogno: si immola su Floccari al 79'.

Allan 6,5 - Si fa trovare al posto giusto al termine della triangolazione con Mertens e Callejon, per l'ennesimo inserimento che lo porta a segnare. Lotta sempre su tanti palloni, una certezza.

Jorginho 6,5 - In questo momento il Napoli non può prescindere da lui, sebbene Kurtic gli si attacchi addosso e non gli permetta di ricevere spesso il pallone (41 passaggi completati nei primi 45', in tre meglio di lui). Tanti anticipi poi nel secondo tempo, in alcuni frangenti, può distendersi e così facendo migliora la prestazione. (Dal 90' Diawara SV)

Hamsik 6 - Prova dalla distanza al 18', la Spal gli regala molti spazi e lui si diverte tra le linee: Meret nel finale di primo tempo risponde presente sulla sua botta dalla distanza. Nella ripresa trova la porta, ma il VAR giustamente annulla. Si innervosisce per il giallo, chiude con 66 passaggi ed il 91% di precisione. (Dal 70' Zielinski SV)

Callejon 6 - Dopo l'opaca prova da centravanti, torna a destra e dal limite dell'area serve ad Allan la palla del vantaggio. Meret gli nega il 2-0, ma è generoso come spesso gli accade. (Dall'86' Rog SV)

Mertens 6 -Non ha mai perso una partita di campionato in cui ha segnato (in questo secolo è il giocatore che ha trovato il gol in più partite di Serie A (45) senza perdere nessuna di queste): entra nell'azione del vantaggio, pressa e si fa murare da Felipe al 30'. Si diverte nello stretto, eppure Meret mette sempre i guantoni. Sfiora la porta pure su punizione, senza trovarla.

Insigne 6 - Non trova il gol da sei partite di Serie A, non arriva ad almeno sette dal novembre 2016. Pronti via, tiro-cross che sfiora il palo e poi un legno colpito dopo una deviazione. Nella ripresa ripiega sino all'area per sacrificarsi difensivamente (3 contrasti, 1 intercetto), nel finale un altro tentativo senza fortuna. Salamon lo stende.

Sarri 6 - Largo ai titolarissimi, per rispondere ad Alex Sandro e alla Juventus: detto, fatto. La reazione post-Lipsia è veemente, nei primi dieci minuti la Spal non vede mai il pallone ed i gol potevano essere anche di più. Semplici prova a fare densità in mezzo al campo, ma trova l'area di rigore solo al 20'. Dopo il vantaggio forse manca un po' di rabbia, la squadra gestisce eppure non trova più la porta nonostante il 68% di possesso al 45'. Nella ripresa la Spal fa capolino sulla trequarti per una buona ventina di minuti, il VAR annulla giustamente un gol ed Albiol se ne divora un altro: non arrivando il 2-0, tuttavia, la Spal guadagna metri e fiducia (senza mai essere pericoloso). Fatto sta che doveva arrivare la vittoria, e vittoria è arrivata. Nove vittorie consecutive, altro record.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    37

    14
    12
    1
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    36

    14
    11
    3
    0
  • logo LazioLazioCL

    30

    14
    9
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    28

    14
    8
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    28

    14
    8
    4
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    25

    14
    7
    4
    3
  • logo NapoliNapoli

    20

    14
    5
    5
    4
  • logo ParmaParma

    18

    14
    5
    3
    6
  • logo VeronaVerona

    18

    14
    5
    3
    6
  • 10º

    logo TorinoTorino

    17

    14
    5
    2
    7
  • 11º

    logo MilanMilan

    17

    14
    5
    2
    7
  • 12º

    logo BolognaBologna

    16

    14
    4
    4
    6
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    16

    14
    4
    4
    6
  • 14º

    logo SassuoloSassuolo

    14

    13
    4
    2
    7
  • 15º

    logo LecceLecce

    14

    14
    3
    5
    6
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    14

    14
    4
    2
    8
  • 17º

    logo SampdoriaSampdoria

    12

    14
    3
    3
    8
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    10

    14
    2
    4
    8
  • 19º

    logo SpalSpalR

    9

    14
    2
    3
    9
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    7

    13
    2
    1
    10
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Il Mattino - Sinatti e Calzona nello staff di Ancelotti? Ecco la risposta del tecnico