Mertens, la moglie: "Futuro? Decidessi io, resterei a Napoli! Dries un dio qui, abbiamo rifiutato offerte per restare! Ci stavamo separando, adesso partorirò a Napoli e mio suocero sarà il padrino!"

Le Interviste  
Mertens, la moglie: Futuro? Decidessi io, resterei a Napoli! Dries un dio qui, abbiamo rifiutato offerte per restare! Ci stavamo separando, adesso partorirò a Napoli e mio suocero sarà il padrino!

Ultime calcio Napoli - Kat Kerkhofs, moglie di Dries Mertens, ha rilasciato una lunghissima intervista in Belgio. Queste le dichiarazioni tradottte

Ultimissime calcio NapoliIntervista fiume in Belgio per Kat Kerkhofs, moglie di Dries Mertens. Che sarà protagonista di Ballando con le stelle nel suo Paese ma che si è raccontata senza peli sulla lingua. Trattando anche temi di stretta attualità, fra la nascita del figlio, il futuro a Napoli di Dries Mertens e la sua vita passata.

Mertens, futuro a Napoli? Parla la moglie Kat

Un'intervista davvero lunga con 16 domande (abbiamo raccolto i temi principali), di Kat, lady Mertens che si è espressa anche su Napoli e la vita di Dries Mertens. Ecco l'intervista integrale di HLN.be tradotta per CalcioNapoli24 da Manuel Guardasole:

Qual è stato l'ultimo sogno che hai fatto?

"Non oso dirlo, ma davvero l'ho sognato. Ho sognato di aver bevuto un bicchiere di vino. Un delizioso, bicchiere frizzante di vino bianco. Non lo so più esattamente in quale compagnia, ma l'atmosfera è stata una di una bella giornata estiva a Napoli. Non bevo da quando sono rimasta incinta! Non mi manca l'alcol in sé, ma le cose a cui l'associo".

Com'è stata la mia infanzia a Lovanio?

"Ero una bambina felice. Noi vivevamo nel centro di Lovanio, c'è una bella comunità artistica lì e mio padre era musicista. Il fatto che ora sono nei media ha sicuramente una connessione con la mia infanzia lì. Anche Dries è cresciuto a Lovanio. Temporaneamente oggi abitiamo ad Anversa quando siamo in Belgio, ma abbiamo una casa a Lovanio che stiamo ristrutturando. Mi piace essere ad Anversa, ma sembra che sto tradendo la mia Lovanio! La amo".

Chi ha determinato la tua vita?

"Dries. Lui ed io, ci conosciamo da quando avevamo 11 anni. Era nella classe della mia vicina di casa e non riusciva a smettere di parlarmi di lui. Un giorno ha organizzato un festa di compleanno, potrei dirti che ci piacevamo reciprocamente. Ma la verità è che Dries mi chiamò e io non ho risposto! Mi dispiaceva per la mia vicina di casa. Anni dopo ci siamo incontrati all'Oude Markt. Siamo andati a mangiare un kebab, me ne sono subito innamorata. Era già un giocatore, a quel punto gli dissi: "Se vuoi ancora vedermi, dobbiamo fidanzarci ufficialmente". Così, sono passati 17 anni. Dries c'è praticamente sempre stato nella mia vita. C'è stata qualche volta che ho pensato: è intelligente restare insieme dall'infanzia finora? Ma intanto siamo insieme da così tanto tempo e a volte ci sono alti e bassi, ma è la cosa più dolce che ci sia".

Lady Mertens

Ci sono stati episodi che hanno reso questa storia così importante?

"Avevo 24 anni quando Dries ricevette un'offerta per giocare in Italia. "Va bene" ci dicemmo: "lo faremo!" Ma non sapevamo chiaramente a cosa andavamo incontro. Oggi dopo 9 anni ti dico che Napoli e quel Paese ci hanno completamente formato. Siamo completamente permeati nella cultura e nel modo di vivre degli italiani. Per lo stesso Dries, all'epoca del trasferimento al Napoli stava valutando di andare giocare per soldi in Russia. E inizialmente pensavo che avrei dovuto muovermi ogni anno, spostarci, allora la mia vita sarebbe stata molto diversa. Negli ultimi anni invece abbiamo scelto consapevolmente l'Italia, abbiamo anche respinto qualche offerta per questa voglia di restare. Non so se tornerò mai di nuovo a vivere a tempo pieno in Belgio, non abbiamo preso una decisione in questo senso al momento.

Dopo tutti questi anni ho anche io la mia vita lì, ma non è stato facile. Dries è un dio in Italia. Ho anche io i miei impegni e i miei amici lì, ma rimane sempre la mia battaglia di non voler essere solo "la moglie di Dreis". Tutto nella mia vita è determinato da questo. Non è così che sognavo di essere da bambina. Sono diventata forte, indipendente, sono diventata donna. Non è facile. Ed è lo stesso con la mia carriera. La gente pensa sempre che lo devo a Dries. Come se non avessi talento. Il mondo della televisione è severo. In realtà, è il contrario perché forse sarebbe stato ancora più veloce per me fare tv senza Dries. Avrei potuto dare più tempo ai miei progetti, gettarmi con più insistenza. Ma è così che va nel mondo televisivo, spesso continuano a pensare che sono la moglie di Dries e basta. Il fatto che in questo mondo le donne siano trattate diversamente dagli uomini mi intristisce".

Vorresti cambiare qualcosa della storia della mia vita?

"È facile: vorrei che papà non fosse morto. Ho imparato a conviverci ma ci sarà sempre un buco nel mio cuore che non si chiuderà mai. Magari dalla gravidanza cambierà qualcosa, perché prima pensavo non sarebbe tornato nulla di mio padre. Invece adesso sto avendo un bambino e sarà un maschietto. E avrà il suo sangue. Che bello sarebbe se si assomigliassero? Gli stessi occhi, o un tratto caratteriale? Sembra una seconda opportunità per me. Avevo solo sedici anni quando papà è morto, mi manca da molto tempo. La mia vita sarebbe stata diversa, forse sarei andata alla scuola di musica a Londra.

Quando ho scoperto di essere incinta, all'inizio speravo in una figlia femmina. Perché volevo che Dries rivivesse l'esperienza di mio padre, volevo che mia figlia sentisse quello che sentivo io da ragazzina nei confronti di mio padre. Ma si è rivelato essere un maschio, ci ho messo un po' ad abituarmi! Ma l'idea di avere un nuovo grande amore maschile nella mia vita mi ha confortato, è un terreno sconosciuto per me."

Cosa ti rende un po' infelice?

"Il sessismo nel mondo. Dries mi dice a volte quando inizio a parlarne: "Non dovresti". Ma perché una donna deve piagnucolare per difendersi? E' già questo sessismo. Le possibilità non sono uguali, anche in un rapporto. Sento il sessismo anche nel mio lavoro. Quando un uomo dice qualcosa, lui è divertente. Se una donna fa lo stesso, lei è malata di attenzioni o arra*ata per gli uomini. Dries e io, parliamo molto di questo. Voglio che sappia come ci si sente per un donna".

Con chi ti confidi quando ti senti debole?

"Cercho di occuparmene prima da sola, ma se non funziona, vado da mia sorella Lyn. A volte non riesco a gestire molto bene la debolezza. Ciò è dovuto anche alla mentalità sportiva di alto livello di Dries. Cerco di non appesantirlo troppo o di essere troppo debole per non dargli preoccupazioni. Quando a volte brontolo, Dries mi dice: "Guardati intorno, dove vivi, cosa hai" e io so che ha ragione.H o una vita molto bella, non devo stare giù!".

Chi ti dona il sorriso più sincero e vero?

?"Il nostro cane Juliette. Ha nove anni ed è stato adottato dalla Spagna. Juliette è eccezionale. È stata maltrattata e picchiata e te ne accorgi, ma lei è il cane più dolce del mondo. L'abbiamo cresciuta come se fosse nostra figlia, fa davvero parte della nostra famiglia. So che è sbagliato, ma lei dorme anche nel nostro letto. Juliette ci ha già reso un po' mamma e papà per la prima volta".

Cane Mertens

Quali cose ti piace fare nella vita quotidiana?

"Cibo. Andare in un ristorante. Oziare. Praticare sport. Camminare. Leggere. Cantare. Dormire. Il problema è che ho poca regolarità nella mia vita. Spesso non so nemmeno in quale paese sarò la prossima settimana! Quando Dries e io abbiamo un po' di tempo libero, è facile: ordiniamo McDonald's e restiamo a casa. Ci rilassiamo, guardiamo una seria, questi sono i nostri momenti.

Ballando con le stelle (in Belgio, Kat parteciperà come concorrente, ndr) sta per iniziare, il che significa che sono in Belgio tre o quattro giorni alla settimana. Quando partorirò, tornerò in Italia, perché voglio che Dries sia lì con me. Il mondo del calcio non è affatto umano in questo senso. Il giorno della partita può anche darsi che non gli sia permesso di venire! Non voglio costringerlo a fare nulla di sbagliato, voglio solo che faccia la cosa giusta. Beh, comunque: viene anche mia mamma, non vogliamo essere soli. Futuro col contratto in scadenza di Dries? Se dovessi scegliere io, rimarrei a Napoli. Dries e io abbiamo trovato un paradiso, un paradiso nascosto in un guscio ruvido".

Chi vorresti rendere felice?

"Il primo che mi viene in mente: il papà di Dries. Lo facciamo padrino di nostro figlio, mi ha commosso molto come ha reagito a questa notizia. Quello è stato uno dei momenti più belli durante la gravidanza. Mio suocero e mia suocera stanno insieme, sempre pronti per noi e per esserci vicini. Sono persone estremamente altruiste. Quando il vicino del fornaio chiede un autografo a Dries: lo fanno. Io no, ho ignorato queste domande per anni! Che premuroso: penso che sia molto bello renderlo felice facendolo padrino. Cerchiamo regolarmente di fare qualcosa per loro, per esempio a volte vengono a Napoli con gli amici. Questo è il vantaggio di avere un po' più di risorse economiche rispetto ad altre persone della nostra età. Possiamo rendere felici le persone. A che serve il denaro se non puoi condividerlo? Questo è il punto di partenza in tutto ciò che facciamo".

Quanto pensi sia importante fare beneficenza?

"Io e Dries abbiamo fatto tante cose in questi anni. Vorremmo fare qualcosa da soli, per i bambini. Ne parliamo spesso e non vogliamo farlo finché non è davvero giusto. Nel frattempo faccio delle cose più piccole, recentemente per esempio qualcosa per il turismo a Napoli. Molti dei nostri amici sono ristoratori, hanno sofferto molto per il Coronavirus. Avevo creato una guida online, che è diventata virale. Da allora, non lodano più Dries quando entriamo nel locale, ma me! (ride, ndr)?".

Cos'è che fa durare così a lungo l'amore secondo te?

"(Pensa a lungo, ndr) Dries ed io, siamo stati insieme per diciassette anni e in questo periodo abbiamo visto cose brutte l'uno dell'altro, abbiamo anche fatto cose brutte l'uno all'altro. Credo sinceramente che se lo superi, e se continui a sceglierti consapevolmente l'un l'altro nonostante quelle brutte cose, puoi gestire molto. Ma devi avere le palle per questo, perché non è facile. Penso che molte persone si arrendano troppo in fretta. Se succede qualcosa, prova a superarlo. Sono contento che sia Dries che io non ci siamo arresi. Sono anche felice che ci siamo sposati, anche questo ci ha spinto a ritrovarci e non separarci. Non potevamo sopportare l'idea di dover chiedere il divorzio. Sembrava un fallimento. Invece, abbiamo iniziato a chiacchierare e ci siamo scelti di nuovo, aggiungendo i lati negativi. Avremmo potuto cercare l'amore altrove, ma puoi anche semplicemente mettere quell'energia l'uno nell'altro. Continua a chattare, continuare a frequentarti. Continua a provare a fare sesso. Funziona, ma devi essere paziente. E devi anche saper perdonare. Se l'altra persona si impegna tanto quanto te, funzionerà. Perdonarsi a vicenda non è una debolezza. Sono contenta che ce l'abbiamo fatta e che siamo rimasti insieme. Abbiamo dovuto lavorare sodo per questo, ma ne è valsa la pena. In realtà credo che io e Dries non ci lasceremo mai più. Non riesco a immaginarlo e nemmeno lui. Presto avremo un figlio, non è uno scherzo".

Quale sarebbe per te una bella vecchiaia?

"Una casa all'estero, forse in Italia. Una vita familiare. Molto tempo con i nostri bambini. Niente viaggi continui, niente stress, facciamo quello che vogliamo. Dries e io, abbiamo una bella vita e siamo super privilegiati. Ma questo non cambia il fatto che non vedo l'ora che arrivi la fine della sua carriera. Non possiamo uscire a Napoli. Dries è il chouchou di tutti e tutti pensano di poter ottenere un pezzo da lui. Non è più divertente. Riduce la qualità della vita, ma aiuta sapere che migliorerà quando la carriera calcistica finirà. Non so come sarà per Dries. A volte lo temo. Se sei abituato a giocare di fronte a uno stadio di 50.000 persone ogni settimana, come ti sentirai quando le scariche di adrenalina svaniranno? Con cosa lo riempirai? Dries dice: "Me la godrò e basta". Fine settimana liberi. Mi dice che non vede l'ora di diventare padre".

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Guarda la diretta su YouTube
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    53

    22
    16
    5
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    49

    23
    15
    4
    4
  • logo MilanMilanCL

    49

    23
    15
    4
    4
  • logo AtalantaAtalantaCL

    43

    22
    12
    7
    3
  • logo JuventusJuventusEL

    42

    23
    12
    6
    5
  • logo RomaRomaECL

    38

    23
    12
    2
    9
  • logo FiorentinaFiorentina

    36

    22
    11
    3
    8
  • logo LazioLazio

    36

    23
    10
    6
    7
  • logo VeronaVerona

    33

    23
    9
    6
    8
  • 10º

    logo TorinoTorino

    32

    22
    9
    5
    8
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    29

    23
    7
    8
    8
  • 12º

    logo EmpoliEmpoli

    29

    23
    8
    5
    10
  • 13º

    logo BolognaBologna

    27

    22
    8
    3
    11
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    25

    23
    7
    4
    12
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    24

    22
    5
    9
    8
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    20

    23
    5
    5
    13
  • 17º

    logo VeneziaVenezia

    18

    22
    4
    6
    12
  • 18º

    logo CagliariCagliariR

    17

    23
    3
    8
    12
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    13

    23
    1
    10
    12
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    11

    20
    3
    2
    15
Back To Top