IL GIORNO DOPO Inter-Napoli: la strana legge della fisica, l'errore da scuola calcio ed il coefficiente di difficoltà elevatissimo

Rubriche  
IL GIORNO DOPO Inter-Napoli: la strana legge della fisica, l'errore da scuola calcio ed il coefficiente di difficoltà elevatissimo

Il giorno dopo Inter – Napoli. Alla tredicesima giornata, arriva la prima sconfitta della stagione. E’ una sconfitta amara, specialmente se si riavvolge il nastro della partita dai minuti finali. E precisamente dall’ingresso in campo, quanto mai tardivo, di Mertens. Il belga ha di fatto cambiato l’inerzia dell’incontro e, se non avesse calciato in curva il pallone servitogli da Anguissa, avrebbe cambiato anche il risultato finale.

Il giorno dopo Inter – Napoli. Buono l’approccio alla gara. Squadra che mostra personalità. La perla all’incrocio di Zielinski che calcia di esterno destro un pallone proveniente dalla sua sinistra, coefficiente di difficoltà elevatissimo, ha fatto sognare i tantissimi napoletani al seguito della squadra. La reazione dei nerazzurri è quella di alzare il baricentro. Il pari arriva su rigore per una sfortunata deviazione di Koulibaly. Per il raddoppio ancora una palla da fermo. Un angolo nei minuti finali del primo tempo che scaturisce da una palla persa in uscita. Inutile cercare quella uscita. Manca un giro di lancette all'intervallo. Certe situazioni bisognerebbe leggerle. La palla in orizzontale di Di Lorenzo è un errore da scuola calcio. Andare al riposo sul risultato di parità sarebbe stata tutta un’altra cosa.

Il giorno dopo Inter – Napoli. Ci provano gli azzurri nella ripresa. Al termine di una lunga manovra, mandano Fabian Ruiz al tiro. Dal rimpallo, nasce il contropiede nerazzurro che spedisce in goal Lautaro. Gli uomini di Spalletti accusano il colpo. La scossa arriva con l’ingresso in campo di Mertens. Inutile o quasi quello di Elmas, anche perché Lozano stava continuando a puntare e a superare Perisic sulla sua fascia di competenza.

Il giorno dopo Inter – Napoli. Si spengono le luci su Milano. Non si spegne il Napoli malgrado la prima sconfitta della stagione. La carica suonata da Mertens su di un campo storicamente difficile, lascia ben sperare. La squadra ci ha creduto fino al minuto 98. E non si racconta di un meritato pareggio solo perché, il colpo di testa di Mario Rui, per una strana legge della fisica, dopo la gran parata di Handanovic, è andato a danzare sulla parte alta della traversa. Lasciano ben sperare per il futuro le tante occasioni e tutte costruite attraverso la manovra. Nessun pallone gettato a caso nei sedici metri avversari. Dove, è giusto ricordare, il Napoli ha dovuto fare a meno di Oshimen uscito malconcio da uno scontro di gioco. Un’operazione e un lungo stop attendono l’attaccante.

Stefano Napolitano

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    50

    21
    15
    5
    1
  • logo MilanMilanCL

    48

    21
    15
    3
    3
  • logo NapoliNapoliCL

    43

    21
    13
    4
    4
  • logo AtalantaAtalantaCL

    42

    21
    12
    6
    3
  • logo JuventusJuventusEL

    41

    22
    12
    5
    5
  • logo RomaRomaECL

    35

    22
    11
    2
    9
  • logo LazioLazio

    35

    22
    10
    5
    7
  • logo FiorentinaFiorentina

    32

    20
    10
    2
    8
  • logo TorinoTorino

    31

    21
    9
    4
    8
  • 10º

    logo VeronaVerona

    30

    22
    8
    6
    8
  • 11º

    logo EmpoliEmpoli

    29

    22
    8
    5
    9
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    28

    22
    7
    7
    8
  • 13º

    logo BolognaBologna

    27

    20
    8
    3
    9
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    20

    20
    4
    8
    8
  • 15º

    logo SampdoriaSampdoria

    20

    22
    5
    5
    12
  • 16º

    logo SpeziaSpezia

    19

    21
    5
    4
    12
  • 17º

    logo VeneziaVenezia

    18

    21
    4
    6
    11
  • 18º

    logo CagliariCagliariR

    16

    22
    3
    7
    12
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    12

    21
    1
    9
    11
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    11

    20
    3
    2
    15
Back To Top