Behrami: "Un errore lasciare Napoli per andare all'Amburgo, in azzurro il picco della mia carriera. Su Benitez, Allan ed il turnover..." [ESCLUSIVA]

Primo Piano fonte : Credendino, Catapano
Behrami: Un errore lasciare Napoli per andare all'Amburgo, in azzurro il picco della mia carriera. Su Benitez, Allan ed il turnover... [ESCLUSIVA]

Valon Behrami, ex Napoli, parla a CalcioNapoli24 in esclusiva. Il calciatore ha parlato dell'errore nel lasciare il Napoli e i tanti aneddoti avvenuti in passato

Ultimissime calcio Napoli - Valon Behrami è intervenuto in diretta ai nostri microfoni durante ‘Calcio Napoli 24 Live’ trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV (296 Digitale Terrestre) per parlare delle ultime di mercato del Napoli. Ecco quanto evidenziato da CN24:

Behrami

"Il Napoli è una squadra in evoluzione, non è sempre stimolante restare in panchina per un calciatore: alcuni vanno stimolati ed altri invece la usano come stimolo. Il Napoli è diventata una grande squadra con una concorrenza elevata e chi sta lì deve abituarsi a questa cosa.

La mentalità del turnover l'abbiamo iniziata noi con Benitez, per restare su tre fronti c'è bisogno delle turnazioni. Non è semplice farlo sempre perchè ora ci sono personalità forti. In mezzo al campo vedo calciatori in grado di poter giocare in tutti i ruoli del centrocampo, però più dei numeri tutto dipende dall'interpretazione del ruolo.

Allan? In un centrocampo a due fai fatica quando hai caratteristiche come me o lui. Giocando a tre avevi meno spazio da coprire mentre a due devi giocare più di posizione. Forse al brasiliano non piace questa cosa perchè è uno a cui piace aggredire subito l'avversario.

Con il cuore noi vincemmo tante gare nel finale, ora invece la squadra ha molta più qualità rispetto alla nostra. Questa è stata una trasformazione dovuta perchè il Napoli è migliorato molto.

Napoli è stata un'esperienza fantastica, lì ho avuto il picco della mia carriera. Sono rimasto in contatto con Paolo Cannavaro. Tra i momenti più importanti ricordo quelle di Champions.

Andai via perchè volevo stimoli diversi e non mi trovavo benissimo nel modulo di Benitez. Sono stato istintivo, ed è stato un errore perchè sono passato da un target Champions ad uno di retrocessione come l'Amburgo.

Scudetto? La rosa degli azzurri è fortissima e tra qualche mese sarà ancora in corsa"

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    32

    12
    10
    2
    0
  • logo InterInterCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • logo LazioLazioCL

    24

    12
    7
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    24

    12
    7
    3
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    22

    12
    6
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    22

    12
    6
    4
    2
  • logo NapoliNapoli

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo ParmaParma

    17

    12
    5
    2
    5
  • logo FiorentinaFiorentina

    16

    12
    4
    4
    4
  • 10º

    logo VeronaVerona

    15

    12
    4
    3
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    14

    12
    4
    2
    6
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    logo SassuoloSassuolo

    13

    11
    4
    1
    6
  • 14º

    logo MilanMilan

    13

    12
    4
    1
    7
  • 15º

    logo BolognaBologna

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    logo LecceLecce

    10

    12
    2
    4
    6
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    9

    12
    2
    3
    7
  • 18º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    9

    12
    2
    3
    7
  • 19º

    logo SpalSpalR

    8

    12
    2
    2
    8
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    7

    11
    2
    1
    8
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Infortunio James Rodriguez, dalla Colombia: ko in allenamento, si teme per il crociato