Mertens: "Clausola? L'ho voluta io! In Cina avrei guadagnato cifre incredibili, e se ricevessi un'offerta? 28mln dopo Neymar sono un affare"

Le Interviste  
Dries Mertens, attaccante del Napoli (credit: Photo News per Het Laatste Nieuws)Dries Mertens, attaccante del Napoli (credit: Photo News per Het Laatste Nieuws)

Una lunga, lunghissima intervista quella rilasciata dall'attaccante belga del Napoli Dries Mertens al quotidiano belga Het Laatste Niewus. Vi proponiamo, in anteprima, la traduzione di ampi stralci che fanno sicuramente, come dire, rumore.

LA VERITA SULLA CLAUSOLA RESCISSORIA

E' vero che hai una clausola rescissoria di ventotto milioni di euro?

"Vero, da quest'estate. Prima di tutto: mi viene difficile parlare di queste cifre, ci sono persone che guadagnano 1500 euro al mese. E per loro sono somme inimmaginabili. Ma lo scorso inverno ho ricevuto un'offerta dalla Cina: avrei guadagnato una cifra incredibile. Ma il Napoli non voleva mandarmi via, ed io volevo rimanere. Però: se la ricevessi di nuovo? Per questo ho voluto una clausola rescissoria nel mio nuovo contratto. Ventotto milioni di euro non è tantissimo per un club cinese, ed anche per il Napoli è una bella somma. Fino a quando Neymar è andato al Paris Saint-Germain, perchè da allora ventotto milioni di euro non sono niente. Sono diventato un affare. Perchè dove lo trovi un giocatore che segna ventotto gol in Serie A e costa ventotto milioni. Da nessuna parte, no?"

L'hai negoziata bene...

"Mi sta bene, sì"
 

Ricordi quando è arrivato l'ultimo scudetto per il Napoli?

"Ventisette anni fa, no? Se più avanti saremo ancora in lotta per il titolo...è adesso o mai più. La Juventus è ancora la squadra più forte, ma se c'è un anno in cui il Napoli può vincere è questo qui. Siamo rimasti tutti perchè avvertiamo che 'qualcosa è possibile'. Adesso mi rendo conto che è molto difficile: non abbiamo talenti eccezionali oppure un gruppo molto profondo, quantomeno dopo gli infortuni di Ghoulam e Milik. Mettete a confronto la nostra rosa con quella della Juventus, e capirete che stiamo realizzando un piccolo miracolo"
 

Con un titolo il paragone sarebbe ancora più enfatizzato: Diego Armando Mertens...

 
"(ride, ndr). Magari la gente penserà che io mi paragoni a Maradona. Ho un po' paura di ciò, del fatto che leggeranno i giornali e diranno 'ok, eccolo di nuovo: gioca a Napoli e pensa di essere Maradona'. oppure 'finalmente c'è arrivato, s'è accorto di avere le stesse iniziali'. Smettiamola di tornare sempre nel passato. Io sono soltanto Mertens". 

 

Come ricorderai Sarri in futuro? 

"Come una grande figura. Qualcuno dovrebbe fargli un documentario. Ad esempio su cosa ci dice, ogni tanto, prima di un partita...'Io sono venuto dalla merda e adesso sono in Champions League. Nessuno ce la porterà via'. Fantastico. Le nostre carriere sono simili: non sono come Youri Tielemans che giocava in prima squadra all'Anderlecht quando aveva sedici anni, oppure come Romelu Lukaku che non sa cosa significhi giocare soltanto una volta a settimana. Io vengo dalla terza categoria, ho lavorato. Come Sarri. Oltre alle tante sigarette e al caffè, Sarri legge costantemente. Viene dal mondo dell'economia, è sempre occupato con le statistiche e tatticamente è molto preparato. La sua filosofia ha raccolto interesse tra i giovani allenatori. Ed il rispetto ottenuto da Guardiola prova il fatto che Sarri sappia di cosa parli. Davvero un allenatore molto bravo. Lo dicevo anche quando ero in panchina (ride, ndr). Ah, un'altra cosa: la sua scaramanzia non può essere misurata: un giorno ci alleniamo su un campo, il giorno successivo sul campo accanto, fino all'obiettivo...non conosce deviazioni. A meno che non perdiamo". 

 

A Napoli sei quasi un Dio, ogni tanto pensi mai ad un trasferimento? Perchè?

"Perchè qualche volta vuoi qualcosa di differente. Non vado sempre in vacanza nello stesso posto...ma in questo momento un trasferimento non è nei miei programmi"

Il tuo ex allenatore Ton Du Chatinier ha detto che non saresti fuori posto al Barcellona...

"Se avessi saputo che Neymar sarebbe andato via... C'è stato un piccolo interesse da parte loro per un po'. Ma sarei stato la riserva di Messi-Suarez-Neymar, e dopo un bell'anno al Napoli non volevo tornare di nuovo in panchina. Sebbene fosse il Barcellona. Ho deciso di rifirmare qui, poi Neymar è andato al Paris Saint-Germain e ha fatto esplodere il mercato. Il Barcellona, cercando un sostituto, ha dovuto pagato cento milioni per un calciatore che avrebbe potuto pagare la metà. Qualche volta penso 'cosa sarei adesso al Barcellona': mi piace pensarlo, perchè se dai uno sguardo a chi ha giocato a sinistra negli ultimi mesi...magari sarei potuto essere lì"

VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
I più letti
  • #1

  • #2

  • #3

  • #4

  • #5

Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    19

    7
    6
    1
    0
  • logo InterInterCL

    18

    7
    6
    0
    1
  • logo AtalantaAtalantaCL

    16

    7
    5
    1
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    13

    7
    4
    1
    2
  • logo RomaRomaEL

    12

    7
    3
    3
    1
  • logo LazioLazioEL

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo CagliariCagliari

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo FiorentinaFiorentina

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo TorinoTorino

    10

    7
    3
    1
    3
  • 10º

    logo VeronaVerona

    9

    7
    2
    3
    2
  • 11º

    logo BolognaBologna

    9

    7
    2
    3
    2
  • 12º

    logo ParmaParma

    9

    7
    3
    0
    4
  • 13º

    logo MilanMilan

    9

    7
    3
    0
    4
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    7

    7
    2
    1
    4
  • 15º

    logo SassuoloSassuolo

    6

    6
    2
    0
    4
  • 16º

    logo BresciaBrescia

    6

    6
    2
    0
    4
  • 17º

    logo SpalSpal

    6

    7
    2
    0
    5
  • 18º

    logo LecceLecceR

    6

    7
    2
    0
    5
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    5

    7
    1
    2
    4
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    3

    7
    1
    0
    6
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare