Gattuso e Sarri, un giochino pericoloso: rispetto e poche chiacchiere

Editoriale  
Sarri e GattusoSarri e Gattuso

La Napoli calcistica vive un momento particolare: il paragone Gattuso e Sarri rischia di creare più danni di quanto si possa pensare

Notizie Napoli calcio. Partiamo da un presupposto: qualsiasi tipologia di lavoro va giudicata nel suo complesso e non solo nei momenti migliori o peggiori. Detto questo è passato praticamente un anno dall'arrivo di Gennaro Gattuso sulla panchina del Napoli: un'annata vissuta tra alti e bassi che ancora non ha stabilito perfettamente l'identità della squadra partenopea sotto la gestione dell'ex Milan

Gattuso ed un percorso non facile

Partiamo dal principio, come dicevamo: praticamente un anno fa, dopo il famoso ammutinamento ed i pochissimi risultati, termina l'avventura di Carlo Ancelotti all'ombra del Vesuvio. L'allenatore di Reggiolo, che nel suo anno e mezzo colleziona 1,82 punti per partita (ricordatevi questo dato), dopo tante promesse disattese viene sollevato dall'incarico ed approda all'Everton con un contratto super milionario. Al suo posto, tra lo scetticismo generale arriva Gattuso che eredita una squadra agli ottavi di Champions League ma in campionato ferma al 7° posto a -17 dalla vetta dopo appena quindici giornate. 

Da quel momento in campionato arrivano 13 vittorie, 2 pareggi e 8 sconfitte che consentono al Napoli di mantenere il 7° posto: in aggiunta c'è un ottavo di Champions disputato orgogliosamente contro il Barcellona, ma soprattutto la conquista della Coppa Italia in finale contro la Juventus (dopo aver eliminato anche Lazio e Inter, ovvero le prime tre della classe). Insomma un bilancio che, se considerato l'arrivo in corsa, ha comunque ridato autostima alla piazza ed alla squadra.

Arriviamo alla stagione attuale, con il Napoli che continua a non dimostrare un gioco fluido e brillante: nonostante ciò la squadra supera da prima il proprio girone di Europa League, ed in campionato termine il 2020 al 5° posto (8V, 1P, 4 S): distacco di 9 punti dalla vetta, ma con una partita in meno, ed il treno Champions League (che resta l'obiettivo primario, è giusto ricordarlo) ampiamente a portata di mano. 

Gattuso e Sarri, paragone inutile e dannoso

Quelli di Gattuso sono numeri, se non esattamente entusiasmanti, quantomeno in linea con gli obiettivi societari: il tecnico calabrese da quando è a Napoli ha raccolto in 49 match una media di 1,86 punti per partita. Superiore a quella di Ancelotti (ve lo ricordate in dato in alto?) e praticamente uguale a quella di Rafa Benitez (1,87). Numeri sicuramente freddi e sterili, che non fotografano totalmente l'evoluzione di Gattuso ma che aiutano a capire: a dispetto di un gioco ancora poco efficace e di problematiche legate al modulo ed ai singoli, il Napoli "Gattusiano" ha sicuramente fatto un passo in avanti ed al tecnico ne va dato atto rispettando il suo lavoro senza se e senza ma.

Le critiche fanno parte del gioco ma, soprattutto in un momento delicato per i problemi di salute dello stesso Gattuso, sparare a zero per alcune prestazioni non all'altezza è un gesto di cattivo gusto estremo. Per una squadra come il Napoli, che ha bisogno costante di essere guidata e diretta, l'assenza di Gattuso (quello vero che ringhia in panchina) è stata una mancanza che non deve essere sottovalutata.

E Sarri ci chiederete? Ovviamente con gli scarsi risultati delle ultime TRE partite è partito il toto-esonero di Gattuso, con gran parte della tifoseria che invoca il ritorno del Comandante Sarri. Detto che quella stagione del 2018 è stata più unica che rara, ed è normale che il ricordo per lo scippo subito da Orsato sia ancora vivo nelle menti di tutti noi, questo giochino rischia di diventare molto pericoloso. In primis perchè tutti sappiamo che l'addio di Sarri non fu pacifico con De Laurentiis e dunque mettere in mezzo voci del genere può solo destabilizzare un ambiente già molto esigente ed alla ricerca di un nuovo mentore da seguire. 

L'errore però, tra Gattuso e Sarri, fu a monte: il costante paragone, per qualsiasi allentore, con la straordinaria cavalcata di quel triennio. Sarri alla guida del Napoli è arrivato all'incredibile media di 2,16 punti a partita, un'anomalia statistica che rischia di travisare la reale dimensione di questo Napoli. E soprattutto non è detto che un'ipotetico ritorno dell'ex Empoli possa portare agli stessi risultati che la  tifoseria custodisce nei suoi ricordi. 

Ognuno dunque è libero di dire la sua, ma che il rispetto sia alla base di ogni discorso: Sarri o Guardiola che sia, bisogna mostrare riconoscenza a Gattuso per dove ha raccolto e portato questo Napoli nell'anno della sua gestione. E soprattutto pronta guarigione Mister, questa squadra ha bisogno di lei...

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    43

    18
    13
    4
    1
  • logo InterInterCL

    40

    18
    12
    4
    2
  • logo RomaRomaCL

    37

    19
    11
    4
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    34

    17
    11
    1
    5
  • logo JuventusJuventusEL

    33

    17
    9
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    33

    18
    9
    6
    3
  • logo LazioLazio

    31

    18
    9
    4
    5
  • logo SassuoloSassuolo

    30

    18
    8
    6
    4
  • logo VeronaVerona

    27

    18
    7
    6
    5
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    18
    7
    2
    9
  • 11º

    logo BeneventoBenevento

    22

    19
    6
    4
    9
  • 12º

    logo BolognaBologna

    20

    18
    5
    5
    8
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    18

    18
    4
    6
    8
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    18

    19
    4
    6
    9
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    17

    18
    4
    5
    9
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    15

    18
    3
    6
    9
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    14

    18
    3
    5
    10
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    14

    19
    2
    8
    9
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    12

    18
    3
    3
    12
Back To Top