Sampdoria, Ferrero: "Giampaolo? Parleremo la prossima settimana, poi ognuno farà le sue scelte! Torreira? E' il momento che spicchi il volo"

Rassegna Stampa  
Sampdoria, Ferrero: Giampaolo? Parleremo la prossima settimana, poi ognuno farà le sue scelte! Torreira? E' il momento che spicchi il volo

Intervistato da Il Secolo XIX, Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli24.it:

Ferrero, Giampaolo che farà? Tra l'altro ieri il vertice ADL-Sarri è andato bene, quindi la pista Napoli si raffredda, per ora.

"Confermatissimo pure lui, io l'ho sempre detto e poi ha un contratto. Certo che parleremo del futuro, la settimana prossima, appena concluso il campionato, ma che il mister sia al centro dei miei pensieri non c'è bisogno di dirlo. Poi ciascuno fa le sue scelte, ovvio, ma da parte mia non ho alcun dubbio".

E i big che faranno? Torreira, Praet, Beres e Zapata?

"Io sono un presidente, non faccio lo stalliere, intendo dire che posso tenere solo chi vuole restare, non posso imbrigliare chi vuole andarsene".

Si riferisce a Torreira?

"Ovvio. Il signor Torreira credo che andrà, è anche il momento che spicchi il volo, ma gli altri rimarranno tutti, anzi diciamo che cerchiamo di tenerli tutti perché poi come dicevo dipende dalle loro volontà (l'agente di Praet, come quello di Lucas, ha fatto capire che il belga vorrebbe eventualmente cambiare aria se ci fosse l'opportunità di una big che fa le coppe, ndr)".

Giampaolo ha detto che vuol restare ma dipende dalla comunicazione: non vuole più passare lui per quello che fallisce obiettivi che non erano tali a inizio anno...

"Ci stiamo lavorando, ricordatevi però che la Samp è uno dei club più importanti in Italia ma è anche una società che vuole puntare sulla valorizzazione dei giovani talenti, che è a sua volta un talento. Crescere dei campioncini e rivenderli ai grandi club non è solo plusvalenza, è anche un vanto. Certo, bisogna reinvestire ed essere bravi a comprare i più talentuosi al momento giusto e mi pare che lo stiamo facendo".

Ha visto la multa per i cori? Il suo intervento è servito, ma ora i tifosi sono inferociti per i quattro scappati di casa.

"Dite ai tifosi che Ferrero li ama, gli vuole bene e non si devono offendere quando dico che quattro scappati di casa volevano disturbare, non tifare. La tifoseria è un conto, certi disturbatori un altro. Io da quando sono nel calcio ho combattuto per i tifosi veri e l'abolizione della tessera del tifoso ne è una prova tangibile. Se poi qualcuno vuole equivocare è un altro discorso".

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    25

    9
    8
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    21

    9
    7
    0
    2
  • logo InterInterCL

    16

    8
    5
    1
    2
  • logo LazioLazioCL

    15

    8
    5
    0
    3
  • logo SampdoriaSampdoriaEL

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo RomaRomaEL

    14

    9
    4
    2
    3
  • logo FiorentinaFiorentina

    13

    8
    4
    1
    3
  • logo SassuoloSassuolo

    13

    8
    4
    1
    3
  • logo ParmaParma

    13

    8
    4
    1
    3
  • 10º

    logo GenoaGenoa

    13

    8
    4
    1
    3
  • 11º

    logo MilanMilan

    12

    7
    3
    3
    1
  • 12º

    logo TorinoTorino

    12

    8
    3
    3
    2
  • 13º

    logo SpalSpal

    12

    9
    4
    0
    5
  • 14º

    logo CagliariCagliari

    9

    8
    2
    3
    3
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    8

    9
    2
    2
    5
  • 16º

    logo BolognaBologna

    7

    8
    2
    1
    5
  • 17º

    logo AtalantaAtalanta

    6

    8
    1
    3
    4
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    5

    8
    1
    2
    5
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    1

    8
    0
    1
    7
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    -1

    8
    0
    2
    6
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Udinese-Napoli dalla A alla Z: Barak e burattini, la battuta di Ancelotti a Fabiàn e l'incubo Di Maio...