Pagelle Cagliari-Napoli, i voti: Zielinski trascina tutti, Petagna si rende utile! Lozano persevera, Insigne mette il timbro

Le Pagelle  
Pagelle Cagliari-Napoli, i voti: Zielinski trascina tutti, Petagna si rende utile! Lozano persevera, Insigne mette il timbro

Pagelle Cagliari Napoli. Voti Serie A Cagliari-Napoli, match della 15esima giornata di Serie A Tim. Voti e spiegazioni di Cagliari-Napoli

Pagelle Cagliari-Napoli - Termina il match alla Sardegna Arena per la 15a giornata di Serie A con Cagliari-Napoli. Le pagelle Cagliari-Napoli su CalcioNapoli24, con i voti e la spiegazione dettagliata per ogni singolo calciatore azzurro. Voti Cagliari-Napoli.

Gattuso

Pagelle Cagliari-Napoli, i voti

Ospina 6 - Il primo pallone preso è al 33’ su punizione, il secondo è quello che riprende dal fondo della porta.

Di Lorenzo 6 - Lo si nota di meno in proiezione offensiva: Mario Rui spinge di più, ma dal punto di vista della qualità è dai suoi piedi che parte l’azione del vantaggio. Fa buona guardia su Sottil, portandolo anche all’ammonizione. Più in mostra nella ripresa oltre la linea di metà campo, al 63’ gestisce male un pallone che rilancia gli avversari. Suo l’assist per l’1-2.

Manolas 6 - Inoperoso per almeno mezz’ora, poi regala un pallone orizzontale mostruoso a Simeone e per pochi centimetri non segna il raddoppio. (Dall’86’ Rrahmani SV - Il 2021 si apre col debutto, che sia un buon auspicio per le prossime partite)

Maksimovic 5,5 - Ultimi sei mesi in maglia Napoli? Joao Pedro gli salta davanti al 20’ e la mette fuori, non regala una sensazione netta di sicurezza quando è in possesso di palla. Sul gol perde il duello con Joao Pedro.

Mario Rui 6 - A Cagliari ci ricordiamo una sua punizione a tempo scaduto, cross interessante all’8’ da cui scaturisce un corner. Trova spesso Insigne e Zielinski nella sua zona, sebbene sia impreciso nei pressi dell’area di rigore. Tenta un mezzo pallonetto in avvio di ripresa. (Dall’86’ Ghoulam SV)

Fabian 5,5 - Che il 2021 sia più veloce della fine del 2020, osceno un retropassaggio direttamente in corner e meglio una chiusura poco dopo. Insidioso quando detta il passaggio in profondità a Di Lorenzo e libera lo spazio per Lozano. Moscio nel contrasto perso nell’occasione del pareggio, ma ci sono dei timidi segni di risalita.

Bakayoko 6 - Più arretrato rispetto a Fabian, è il primo ad avviare l’azione da dietro e ad andare pressing a metà campo - su Joao Pedro, ad esempio. Prestazione senza squilli di tromba, ma nemmeno ombre. (Dall’86’ Lobotka SV)

Lozano 6,5 - Lykogiannis se ne prende cura da subito con maniere ruvide, al 27’ rientra sul sinistro e sfiora il palo. I compagni lo cercano spesso in diagonale, non sempre trovandolo. Porta Lykogiannis all’espulsione, si divora l’1-3 sia di piede, sia di testa. Poi alla fine ci riesce in mischia, finalmente.

Zielinski 7,5 - Si rende subito pericoloso dopo nemmeno un minuto, è l’antifona del siluro del vantaggio a metà primo tempo: la summa di un’ottima prima parte di gara, anche quando va in pressing. Si prende la squadra sulle spalle, con tanto di giocata immensa sul raddoppio. (Dal 77’ Elmas SV)

Insigne 6,5 - Il gol col Torino lo aveva lasciato deluso per la prestazione, stavolta sfiora il palo con un tiro da fuori area. Arretra troppo il raggio d’azione per rendersi pericoloso trenta metri dopo, Zappa gli si pone davanti in area. Suggerimento un pizzico più lungo del dovuto per Manolas verso la fine del primo tempo, al 54’ è ammirevole un pressing in diagonale dopo trenta metri di corsa. Mette sul piede di Lozano il pallone sprecato dell’1-3, ci mette il punto esclamativo col gol del poker.

Petagna 6 - Deve sfruttare al meglio queste opportunità prima dei ritorni dei suoi concorrenti nel ruolo, ottimo l’assist per lo 0-1 di Zielinski con il movimento che ci si aspetta da uno con la sua fisicità. Nelle altre chance magari non è nella posizione giusta, eppure anche nell’1-3 si rende utile. (Dal 77’ Politano SV)

Gattuso 7 - Scelte condizionate dalle assenze, ma tanta superficialità nei primi minuti con approccio più debole rispetto a quello degli avversari - subito rintuzzato dalle occasioni di Zielinski ed Insigne. Il Cagliari si schiaccia molto verso la porta di Cragno, il Napoli fa girare palla con una certa scioltezza e dopo una serie di occasioni non concretizzate (5 tiri in porta su 16 nei primi 45’) il vantaggio è meritato. La costruzione dal basso è una prerogativa non esente da rischi, vedasi il pallone regalato a Simeone, ma il Cagliari sbilanciato non crea enormi problemi. La ripresa è tutt’altra cosa: molli i suoi in occasione del pari, ma abili a reagire subito col raddoppio. La superiorità numerica aiuta a trovare maggiori spazi, la vittoria è meritata e i dati lo certificano.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    43

    18
    13
    4
    1
  • logo InterInterCL

    40

    18
    12
    4
    2
  • logo RomaRomaCL

    37

    19
    11
    4
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    34

    17
    11
    1
    5
  • logo JuventusJuventusEL

    33

    17
    9
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    33

    18
    9
    6
    3
  • logo LazioLazio

    31

    18
    9
    4
    5
  • logo SassuoloSassuolo

    30

    18
    8
    6
    4
  • logo VeronaVerona

    27

    18
    7
    6
    5
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    18
    7
    2
    9
  • 11º

    logo BeneventoBenevento

    22

    19
    6
    4
    9
  • 12º

    logo BolognaBologna

    20

    18
    5
    5
    8
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    18

    18
    4
    6
    8
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    18

    19
    4
    6
    9
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    17

    18
    4
    5
    9
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    15

    18
    3
    6
    9
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    14

    18
    3
    5
    10
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    14

    19
    2
    8
    9
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    12

    18
    3
    3
    12
Back To Top