Lo Shakhtar ha un mese di vantaggio sul Napoli, Gazzetta: "Bernard simil Insigne per misure e tecnica"

Rassegna Stampa  

Lo Shakhtar, prima del bombardamento dello stadio, è fuggito da Donetsk il 16 maggio 2014 e non è più tornato, anche se ora si è avvicinato al suo cuore giocando a 300 chilometri nella città di Kharkiv.

Proprio sulla squadra ucraina l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport dedica un ampio focus del quale vi proponiamo uno stralcio: "Adesso comanda Paulo Fonseca, che ha sfruttato il 4-2-3-1 e il manipolo di brasiliani. Non sono famosi come Willian, Fernandinho, Alex Teixeira, Douglas Costa, Luiz Adriano [...] sono arrivati con lui anche Bernard, un simil Insigne per le misure e la tecnica, Marlos e Taison: tre pericoli, anche entrando dopo [...] Lo Shakhtar ha 9 partite ufficiali nelle gambe, dal 15 luglio; un mese di vantaggio sul Napoli".

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    35

    13
    11
    2
    0
  • JuventusCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • RomaCL

    30

    12
    10
    0
    2
  • InterCL

    30

    12
    9
    3
    0
  • LazioEL

    28

    12
    9
    1
    2
  • SampdoriaEL

    23

    11
    7
    2
    2
  • Milan

    19

    13
    6
    1
    6
  • Torino

    17

    12
    4
    5
    3
  • Fiorentina

    16

    12
    5
    1
    6
  • 10º

    Atalanta

    16

    12
    4
    4
    4
  • 11º

    Chievo

    16

    12
    4
    4
    4
  • 12º

    Bologna

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    Udinese

    12

    11
    4
    0
    7
  • 14º

    Cagliari

    12

    12
    4
    0
    8
  • 15º

    Crotone

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    Spal

    9

    12
    2
    3
    7
  • 17º

    Sassuolo

    8

    11
    2
    2
    7
  • 18º

    GenoaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 19º

    VeronaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 20º

    BeneventoR

    0

    12
    0
    0
    12
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Sky, Adani attacca: "Il problema del calcio italiano sono anche i genitori: si devono togliere dalle palle!"