IL GIORNO DOPO Napoli-AZ Alkmaar: il peso specifico di Bakayoko, la troppa superficialità e l'inconsapevole rilassamento

Rubriche  
Gennaro Gattuso, allenatore del NapoliGennaro Gattuso, allenatore del Napoli

Napoli Az Alkmaar, il peso di Bakayoko

Il giorno dopo Napoli–AZ Alkmaar. Partono male gli azzurri in Europa. Inopinata e inaspettata la sconfitta casalinga contro i modesti olandesi che centrano al San Paolo la loro prima vittoria stagionale. In campionato navigano nella parte bassa della classifica e sono ancora a secco di vittorie e hanno subito ben dieci rei in appena quattro gare.

Il giorno dopo Napoli – AZ Alkmaar. Dopo la scintillante e convincente prestazione contro l’Atalanta, dagli uomini di Gattuso ci si aspettava sinceramente di più. Senza forza e convinzione l’approccio alla gara. Troppa superficialità in tante giocate. Non è bastato tenere il pallino del gioco per l’intera gara. Gli olandesi si sono difesi con ordine senza mai andare in affanno. Tutti rigorosamente dietro la linea del pallone e di conseguenza addio profondità per le caratteristiche di Lozano e Osimhen. Spazi stretti anche per Mertens, che non è riuscito a trovare la posizione giusta.

Il giorno dopo Napoli – AZ Alkmaar. Male il centrocampo a due con Fabian Ruiz e Lobotka. Malgrado il sacrificio degli esterni, Politano e Lozano, l’assenza dei centimetri e del peso specifico di Bakayoko si è sentita. La catena di sinistra, formata dallo stesso Lozano e Hysaj, ha prodotto ben poco. Un pochino meglio quando Gattuso, per provare a recuperare il risultato, ha gettato nella mischia, il rientrante Insigne e Mario Rui.

Il giorno dopo Napoli – AZ Alkmaar. Nella girandola delle sostituzioni, fuori anche Politano, l’unico che ci stava provando dalla distanza per cercare di scardinare la muraglia olandese. Esordio europeo con la maglia azzurra anche per Petagna in luogo di Osimhen. Forse conservare il doppio centravanti non sarebbe stata una cattiva idea. Inutile anche il forcing finale che ha prodotto solo calci d’angolo in serie.

Il giorno dopo Napoli – AZ Alkmaar. Oggi è già l’antivigilia della prossima di campionato. Urge resettare e ripartire. Forse la goleada con la quale gli azzurri sommersero l’Atalanta ha creato un inconsapevole rilassamento. Se così fosse; male, molto male. Non esistono partite facili. Non esistono partite con il risultato già scritto. A Benevento occorrerà tutt’altra mentalità. Tutt’altra fame e voglia di fare risultato.

Stefano Napolitano

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    43

    18
    13
    4
    1
  • logo InterInterCL

    40

    18
    12
    4
    2
  • logo RomaRomaCL

    37

    19
    11
    4
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    34

    17
    11
    1
    5
  • logo JuventusJuventusEL

    33

    17
    9
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    33

    18
    9
    6
    3
  • logo LazioLazio

    31

    18
    9
    4
    5
  • logo SassuoloSassuolo

    30

    18
    8
    6
    4
  • logo VeronaVerona

    27

    18
    7
    6
    5
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    18
    7
    2
    9
  • 11º

    logo BeneventoBenevento

    22

    19
    6
    4
    9
  • 12º

    logo BolognaBologna

    20

    18
    5
    5
    8
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    18

    18
    4
    6
    8
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    18

    19
    4
    6
    9
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    17

    18
    4
    5
    9
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    15

    18
    3
    6
    9
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    14

    18
    3
    5
    10
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    14

    19
    2
    8
    9
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    12

    18
    3
    3
    12
Back To Top