RAI, Venerato a CN24: "Contatti frequenti per i rinnovi di Hysaj e Zielinski, Callejon e Mertens in stand-by. Valzer di punte, coinvolto Cavani"

Esclusive fonte : di Ciro Venerato per CalcioNapoli24
Piotr Zielinski in azione con la maglia del NapoliPiotr Zielinski in azione con la maglia del Napoli

Il punto sul mercato del Napoli e sui rinnovi da parte di Ciro Venerato, giornalista della RAI, a CalcioNapoli24.

Il pari con il Chievo, il successo in Champions, la gara con l’Atalanta e l’attesa per il match verità di Liverpool. Senza tralasciare i tanti temi che propina il mercato azzurro. Partiamo dalla notte con la Stella Rossa, tramortita dal tris azzurro.

Lo scugnizzo Ancelotti

Parto dalla fine più che dall’inizio. Mi hanno colpito e commosso le parole di Ancelotti nel dopo gara. Una vera  e propria dichiarazione d’amore e di intenti per Napoli e i napoletani. Se volete, chiamatele emozioni: questo il concetto espresso dal trainer partenopeo. E’ nato un grande amore con la città e un annunciato feeling con De Laurentiis. I due sono nati per lavorare insieme: uniscono ironia e leggerezza alla risaputa professionalità. Forse in una città che vive di calcio, ci voleva un demiurgo bravo ma disincantato che riuscisse a trasmettere un minimo di leggerezza  a tutto l’ambiente. Carlo ha capito subito Napoli, vivendola, non estraneandosi. Si ciba del contatto quotidiano con i tifosi, ma non ne è prigioniero. Mentalità vincente a tutto tondo la sua: a Liverpool la partita va aggredita, pensieri e parole del coach emiliano. Le vigilie importanti si preparano prima nella testa, poi sul campo. Il Napoli già a Parigi ha dimostrato di potersela giocare con le grandi squadre: buon segno si spera, anche se in Inghilterra il compito sarà più delicato. I Reds in trasferta sono lontani parenti da quelli che ammiriamo all’Anfield Road. Meglio andarci con il morale giusto ed una massiccia dose di autostima.

Napoli-Chievo, il pari non annunciato

Pochi giorni prima il ciuccio aveva deluso, impattando al San Paolo con il fanalino di coda del campionato. Un turn over che stavolta non ha prodotto effetti positivi. Centrocampo sotto accusa: senza Allan, Hamsik e Fabian Ruiz è un’altra musica. Inoltre la mediana Diawara-Zielinski sembra inadatta alle esigenze partenopee. L’ex bolognese sembra più a suo agio nel 4-3-3 (accadeva anche a Jorginho con Benitez) che nel 4-4-2 ancelottiano. E di sicuro l’assenza di un incontrista puro a suo fianco (Zielinski è un intermedio che si adatta anche da esterno, ma non un mediano centrale di un 4-4-2) non ha agevolato il virgulto africano. Va poi approfondito il mistero Milik: se salta l’alternanza con Mertens qualcosa non quadra. Forse la condizione fisica ancora non lo sostiene del tutto. Un motivo in più per confermare in rosa Inglese, almeno fino a dicembre. Lo stesso errore accaduto la scorsa estate con Pavoletti. Un grande club può avere 3 prime punte in rosa se una di queste non è al massimo dei giri.

Atalanta-Napoli

Ora testa e cuore al campionato. Prima di Liverpool il Napoli affronterà l’Atalanta a Bergamo e il Frosinone al San Paolo. Solo sei punti potrebbero rilanciare i partenopei, sperando in un passo falso della corazzata Juve, attesa da Fiorentina (al Franchi) e Inter (allo Stadium). Bisognerà valutare l’impatto psicologico del match di Champions in Inghilterra. A Bergamo il Napoli dovrebbe schierare quasi tutti i migliori, massiccio invece il turn over col Frosinone,  a pochissimi giorni dall’Anfield Road. L’Atalanta è cliente scomodo tra le mura amiche: i 4 goal rifilati all’Inter siano da monito. E contro il Frosinone il Napoli 2 non dovrà ripetere la prestazione fornita col Chievo (sperando in un arbitro meno disattento del padovano Chiffi).

Calciomercato Napoli tra rinnovi e tentazioni

Il club intanto lavora per blindare  Hysaj e Zielinski: si susseguono colloqui e telefonate con i rispettivi agenti per chiudere al più presto la pratica rinnovi. Segnali di ottimismo arrivano sulla possibile fumata bianca. In stand by Callejon (se ne riparlerà in primavera) e Mertens. Sul belga valutazioni in corso.

L’idea Cavani per ora si prospetta in salita. Tutto fermo con PSG e giocatore che prima di sbilanciarsi sul suo futuro vuol capire come andrà la stagione a Parigi,  valutando nel contempo  il mercato delle grandi punte europee. Griezmann puo' lasciare l'Atletico, Lewandowski il Bayern, Benzema il Real. Uno di questi 3 club potrebbe chiedere le prestazioni della punta uruguagia. Nessuna proposta di rinnovo invece per ora dai dirigenti del PSG.

VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    90

    38
    28
    6
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo InterInterCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo MilanMilanEL

    68

    38
    19
    11
    8
  • logo RomaRomaEL

    66

    38
    18
    12
    8
  • logo TorinoTorino

    63

    38
    16
    15
    7
  • logo LazioLazio

    59

    38
    17
    8
    13
  • logo SampdoriaSampdoria

    53

    38
    15
    8
    15
  • 10º

    logo BolognaBologna

    44

    38
    11
    11
    16
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    43

    38
    9
    16
    13
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    43

    38
    11
    10
    17
  • 13º

    logo SpalSpal

    42

    38
    11
    9
    18
  • 14º

    logo ParmaParma

    41

    38
    10
    11
    17
  • 15º

    logo CagliariCagliari

    41

    38
    10
    11
    17
  • 16º

    logo FiorentinaFiorentina

    41

    38
    8
    17
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    38

    38
    10
    8
    20
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    25

    38
    5
    10
    23
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    17

    38
    2
    14
    22
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Ssc Napoli, lascia il dirigente Matteo Tagliacarne: andrà a fare il team manager all'Inter