Genoa, Perinetti: "Ancelotti fu insultato dai tifosi Juve fin dal primo giorno. Il feeling tra me e lui nacque a Roma"

Rassegna Stampa  
Giorgio Perinetti, direttore del GenoaGiorgio Perinetti, direttore del Genoa

Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa, ha rilasciato alcune dichiarazioni all'edizione odierna de Il Mattino. Estate del ‘79, Perinetti

Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa, ha rilasciato alcune dichiarazioni all'edizione odierna de Il Mattino.

Estate del ‘79, Perinetti è al primo incarico dirigenziale nel club presieduto dall’ingegnere Viola e Ancelotti arriva dalla provincia.

"Accolsi Carlo e lo accompagnai alle visite mediche. Si creò un grande feeling con tutto l’ambiente e arrivarono risultati importanti, come lo scudetto e la finale di Coppa dei Campioni, persa in casa contro il Liverpool. Per Ancelotti vi fu anche il dolore di due gravi infortuni che comunque ne rafforzarono il carattere e non ne compromisero la carriera. Li ricordo bene quei giorni dell’87".

L’anno della cessione di Ancelotti al Milan.
"Raggiunsi io l’accordo per 5 miliardi e 800 milioni di lire. L’amministratore delegato Galliani ci chiese informazioni sull’infortunio di Carlo e lo fece sottoporre ad accurate visite: venne a Roma il professore Monti, consulente del Milan, per verificare lo stato di salute del giocatore che sarebbe stato protagonista nella squadra di Sacchi".

RIVALITA' TRA ANCELOTTI E I TIFOSI JUVENTINI

Vi sareste ritrovati alla Juventus nel 1999.
"Lui aveva allenato il Parma, io ero responsabile del settore giovanile e dirigente accompagnatore della prima squadra. Fu un anno duro per Carlo, che arrivando dopo Lippi venne accolto malissimo dai tifosi della Juve".

Il coro era «Un maiale non può allenare».
"Ascoltato fin dalla prima partita a Piacenza. A metà a secondo campionato Carlo era al primo posto con un vantaggio di 9 punti: finì però con il nubifragio di Perugia e lo scudetto alla Lazio".

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo NapoliNapoliCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo JuventusJuventusCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • logo AtalantaAtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo BolognaBolognaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo BresciaBresciaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo CagliariCagliariEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo GenoaGenoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo VeronaVerona

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo InterInter

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    logo LazioLazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    logo LecceLecce

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    logo MilanMilan

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    logo RomaRoma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    logo SampdoriaSampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    logo SassuoloSassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    logo SpalSpal

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    logo TorinoTorino

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    logo UdineseUdineseR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    0

    1
    0
    0
    1
  • 20º

    logo FiorentinaFiorentinaR

    0

    1
    0
    0
    1
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Bluff Icardi? CorSport: il Napoli aspetta al massimo martedì, quella azzurra è l'unica opzione possibile! Conte lo escluderà dai convocati