De Nicola vuota il sacco: "Addio? Ospina non c'entra, De Laurentiis così ha deciso! Nessun ruolo offerto in società, volevo già andare via. Sul rapporto con Ancelotti..."

Primo Piano  
Alfonso De Nicola, ex medico sociale della SSC NapoliAlfonso De Nicola, ex medico sociale della SSC Napoli

Ultimissime notizie SSC Napoli - Alfonso De Nicola, oramai ex medico sociale della SSC Napoli, ha spiegato a Il Mattino i motivi della separazione dal club.

Dopo 14 anni di onorata militanza, Alfonso De Nicola, oramai ex medico sociale della SSC Napoli, spiega i motivi dell'addio alla società partenopea in una lunga intervista rilasciata ai microfoni dell'edizione odierna de Il Mattino. Eccone uno stralcio, evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli24.it:

De Nicola-Napoli, i motivi della scelta:

Professore, va via per la gestione del caso Ospina?

«Non scherziamo, non c’entra nulla. Vado via perché a un certo punto il Napoli ha deciso che era meglio che le nostre strade si separassero. Tante volte l’ho pensato anche io che sarebbe stato giusto cambiare aria, ma poi il legame con la città e il calore dei tifosi mi hanno sempre fatto tornare sui miei passi. Stavolta, invece, non è così».

Però,non mi ha risposto.

«Rifarei dieci volte la stessa cosa. Fu giusto lasciare in campo il portiere colombiano che aveva subito solo una piccola ferita al capo.Sarebbe stato semplice lavarmene le mani e dire alla panchina di sostituirlo. Invece ho valutato la cosa con coraggio. E sono sicuro di non aver sbagliato nella mia decisione, perché non era altro che un taglietto. Io non ho mai avuto problemi ad assumermi responsabilità, spero che sia sempre così. Poi le critiche che ho ricevuto sono arrivate da gente che non vedeva l’ora di darmi addosso, forse perché divenuto figura ingombrante».

Quando ha capito che il rapporto con il Napoli era al capolinea?

«Da un anno avevo notato un po’ di distacco, anche da parte di alcuni dei miei collaboratori. Ma sono contento per i vecchi dello staff: li ho sempre messi davanti a tutto, anche prima di me».

Si è incontrato con De Laurentiis?

«Mi considera uno di famiglia e ammetto che per me è come un padre. È convinto che sia meglio per me uscire adesso dal Napoli. E non mi ha offerto alcun altro ruolo nel Napoli».

Il suo rapporto con l’allenatore ha determinato la finedelsuo rapporto? «Ho curato i suo i problemi, è venuto dame per tanti consigli che riguardavano i suoi familiari. Credo che la stima nei miei confronti sia in questi gesti.Carlo con me è stato sempre affettuoso e fraterno

Ultimissime Notizie
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

James-Atletico Madrid, trattativa vicinissima alla chiusura: intesa totale! Il Real spera in un colpo di coda del Napoli, ma niente prestito[ESCLUSIVA]