Dire 'terrone' è discriminazione a sfondo razziale, aggredire porta al Daspo: ecco cosa abbiamo imparato oggi

Editoriale  
Dire 'terrone' è <i>discriminazione a sfondo razziale</i>, aggredire porta al Daspo: ecco cosa abbiamo imparato oggi

Dire 'terrone di merda' è una espressione di natura discriminatoria a sfondo razziale. Non è goliardia.

Il questore di Milano Giuseppe Petronzi ha emesso un Daspo sportivo di cinque anni per un 45enne ternano che domenica scorsa, al termine della partita Milan-Napoli, durante la fase di deflusso dallo stadio, si è reso responsabile di una condotta violenta e minacciosa, con espressioni ingiuriose di natura discriminatoria a sfondo razziale nei confronti del nostro cronista Marco Lombardi, impegnato nelle interviste ai tifosi in uscita dal Meazza. L'aggressore, in più, è stato denunciato per violenza privata aggravata dalla discriminazione razziale, etnica o religiosa.

Tutte le news sul calciomercato Napoli e sul Napoli

Cosa ci insegna questo provvedimento?

  1. L’espressione ‘terrone di merda’ - e va scritta senza gli asterischi, perchè certe cose vanno scritte per intero e rese pubbliche per farsi l’idea - è una espressione ‘ingiuriose di natura discriminatoria a sfondo razziale’. Sostanzialmente, una frase razzista. Non è goliardia, un termine che somiglia molto più ad pezza bagnata dietro la quale in tanti si nascondono quando, allo stadio, vomitano le peggiori ingiurie.
     
  2. Aggredire i giornalisti mentre fanno il proprio lavoro, all’esterno degli stadi, porta al Daspo. Specificatamente, il 45enne ha violato la Legge 401 dell'89 che riguarda il Daspo in quanto "sia singolarmente che in gruppo" la sua condotta è risultata "evidentemente finalizzata alla partecipazione attiva a episodi di violenza, di minaccia o di intimidazione, tali da porre in pericolo la sicurezza pubblica o da creare turbative per l'ordine pubblico". In poche parole, nei confronti di Marco - o chiunque altro inviato all’esterno degli stadi - sarebbe potuta scattare una vera e propria caccia all’uomo.

Per fortuna, però, ha vinto la Giustizia. Nel mondo del calcio non c’è posto per gli odiatori.

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo NapoliNapoliCL

    41

    15
    13
    2
    0
  • logo MilanMilanCL

    33

    15
    10
    3
    2
  • logo JuventusJuventusCL

    31

    15
    9
    4
    2
  • logo LazioLazioCL

    30

    15
    9
    3
    3
  • logo InterInterEL

    30

    15
    10
    0
    5
  • logo AtalantaAtalantaECL

    27

    15
    8
    3
    4
  • logo RomaRoma

    27

    15
    8
    3
    4
  • logo UdineseUdinese

    24

    15
    6
    6
    3
  • logo TorinoTorino

    21

    15
    6
    3
    6
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    19

    15
    5
    4
    6
  • 11º

    logo BolognaBologna

    19

    15
    5
    4
    6
  • 12º

    logo SalernitanaSalernitana

    17

    15
    4
    5
    6
  • 13º

    logo EmpoliEmpoli

    17

    15
    4
    5
    6
  • 14º

    logo MonzaMonza

    16

    15
    5
    1
    9
  • 15º

    logo SassuoloSassuolo

    16

    15
    4
    4
    7
  • 16º

    logo LecceLecce

    15

    15
    3
    6
    6
  • 17º

    logo SpeziaSpezia

    13

    15
    3
    4
    8
  • 18º

    logo CremoneseCremoneseR

    7

    15
    0
    7
    8
  • 19º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    6

    15
    1
    3
    11
  • 20º

    logo VeronaVeronaR

    5

    15
    1
    2
    12
Back To Top