La profezia di De Laurentiis e il dietrofront di chi gli dava del visionario

Primo Piano  
La profezia di De Laurentiis e il dietrofront di chi gli dava del visionario

Il presidente del Napoli ha sempre parlato dei problemi economici di mezza serie A che ha bilanci non in linea. Oggi tutti si accorgono che le sue sfuriate non erano casuali sul tema

Calcio Napoli - E pensare che quando Aurelio De Laurentiis, non più tardi di qualche anno fa, disse che mezza serie A non si sarebbe potuta scrivere se si fosse applicato realmente il Financial Fair Play, venne preso a fischi e pernacchi da tutto il sistema calcio italiano. In questi giorni, alla luce della deflagrazione della bomba Juventus, molti puntano il dito contro Agnelli e soci per plusvalenze e bilanci piuttosto 'volatili'. La colpa non è della Juventus, ma di chi doveva controllare e non l'ha fatto. Dal caso Parma, passando poi per il fantomatico Yonghong Lì alla crisi dell'impero Suning, viene legittimamente da chiedersi se gli organi di controllo esistono per davvero o sono entità astratte. 

De Laurentiis è sempre stato il fautore del calcio sostenibile. Lo ha sempre detto, talvolta facendo anche la figura del fesso guardando poi cosa succedeva altrove tra debiti, plusvalenze e chi più ne ha più ne metta. L'idea aziendale del presidente del Napoli, a cui poi tutti i suoi colleghi si sono accodati nel corso degli anni, è stata ad un certo punto anche manipolata ad arte da una parte della tifoseria che ha fatto ben presto l'equazione di calcio sostenibile con la voglia di non voler vincere per paura di pagare più soldi. Quella strategia impopolare oggi sta dando i suoi frutti, un imprenditore bravo è quello che sa guardare nel medio lungo periodo e De Laurentiis, anche in maniera folkloristica se vogliamo, ha anticipato di parecchio gli scenari che oggi il calcio nostrano vive.

Quando scappò via sul motorino dalla Lega Calcio, tutti si divertirono a prendere in giro De Laurentiis. Quella sfuriata, roba da commedia non vi è dubbio, nella sostanza ha poi portato i suoi frutti. Tra le regole del sorteggio calendari c'è infatti quella che le società partecipanti alla Champions League non possono essere sorteggiate con società partecipanti all’Europa League e alla Conference League nelle giornate successive ad un turno di Europa League/Conference League. Nell'intervista rilasciata a maggio, il numero uno della SSC Napoli ha dichiarato: 

"Nel calcio mi sono imbattuto in regole e regolamenti anche inquinati, in cui ho dovuto fare a cazzotti con un sistema che a noi non piace. I campionati nazionali sono la prima scelta per i tifosi, ma si dice che bisogna far giocare i nazionali e non ci sono i tempi giusti. Ogni anno il circo riparte senza aver fatto un consultivo su cosa ha funzionato e cosa no. Abbiamo avuto una classe arbitrale che per tanti anni ha fatto quello che ha fatto, poi c’è stato Calciopoli. Per avere il Var ci siamo dovuti battere come dei pazzi. L’Italia è stata la prima ad utilizzarlo, male, perché comunque la casta va rispettata. Non si dà all’allenatore la possibilità di chiamare il Var. Anche il sistema di gioco condiziona la spettacolarità. Tutti questi condizionamenti che io trovo brutalmente limitanti fanno sì che o imbrogli, e allora vinci per un tot numero di anno, o competi e allora puoi anche perdere. Nella vita si perde, si vince e si pareggia".

Guardando cosa sta accadendo in casa Juve, viene da dire che De Laurentiis è stato ancora una volta profetico.

RIPRODUZIONE RISERVATA

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo NapoliNapoliCL

    50

    19
    16
    2
    1
  • logo MilanMilanCL

    38

    19
    11
    5
    3
  • logo LazioLazioCL

    37

    19
    11
    4
    4
  • logo InterInterCL

    37

    19
    12
    1
    6
  • logo RomaRomaEL

    37

    19
    11
    4
    4
  • logo AtalantaAtalantaECL

    35

    19
    10
    5
    4
  • logo UdineseUdinese

    28

    19
    7
    7
    5
  • logo TorinoTorino

    26

    19
    7
    5
    7
  • logo EmpoliEmpoli

    25

    19
    6
    7
    6
  • 10º

    logo JuventusJuventus

    23

    19
    11
    5
    3
  • 11º

    logo FiorentinaFiorentina

    23

    19
    6
    5
    8
  • 12º

    logo BolognaBologna

    23

    19
    6
    5
    8
  • 13º

    logo MonzaMonza

    22

    19
    6
    4
    9
  • 14º

    logo LecceLecce

    20

    19
    4
    8
    7
  • 15º

    logo SpeziaSpezia

    18

    19
    4
    6
    9
  • 16º

    logo SalernitanaSalernitana

    18

    19
    4
    6
    9
  • 17º

    logo SassuoloSassuolo

    17

    19
    4
    5
    10
  • 18º

    logo VeronaVeronaR

    12

    19
    3
    3
    13
  • 19º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    9

    19
    2
    3
    14
  • 20º

    logo CremoneseCremoneseR

    8

    19
    0
    8
    11
Back To Top