L'ex vice di Ancelotti: "Kvara al Real? Bisogna vedere Carlo come immagina la squadra"

Le Interviste  
L'ex vice di Ancelotti: Kvara al Real? Bisogna vedere Carlo come immagina la squadra

Calciomercato Napoli, Kvaratskhelia al Real Madrid?

Calciomercato Napoli - A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Giorgio Ciaschini, allenatore ed ex vice di Carlo Ancelotti. Di seguito, un estratto dell’intervista.

Ha visto la sfida tra Real Madrid e Manchester City? “Indubbiamente. Le partite perfette finiscono zero a zero se i giocatori davanti sono scarsi. Se sono forti, è difficile farle finire zero a zero”

Haaland non riesce ad imporre il suo strapotere fisico nei big match, come accaduto ieri sera. “Haaland ha trovato un difensore esperto e potente come Rudiger, che l’ha marcato piuttosto bene. Inoltre, fuori casa Haaland è un giocatore che fa fatica senza spazi. Tuttavia, lavora molto per la squadra. Anche perché, con Guardiola, se un giocatore non è utile, non gioca”

Sacchi ha affermato, recentemente, che l’Inter, indebitandosi, è come se barasse. Una squadra indebitata, può davvero competere con le altre? “Come tecnico, faccio una osservazione prettamente da campo. Per quello che si è visto sul campo, l’Inter sta meritando il primato. Lo scorso anno ha vinto il Napoli. Pur avendo davanti squadre come Inter e Juve che avevano le stesse problematiche, è riuscito a vincere. Al di là dei discorsi relativi agli indebitamenti, conta la qualità dei calciatori”

Cosa rende così speciale Carlo Ancelotti? “Ho avuto la fortuna di conoscere e lavorare con Carlo fin dai tempi della Reggiana. Ho conosciuto un Ancelotti alle prime armi, ma ha saputo evolversi nel tempo. Ha avuto le sue problematiche, ma le ha sempre affrontate con la sua grande qualità. Quella di non lasciare trasparire le sue preoccupazioni, dando l’impressione di grande serenità all’ambiente. Poi, è chiaro che le vittorie sono anche il frutto della possibilità di allenare le grandi squadre. Carlo è un allenatore adatto alle grandi squadre. La sua filosofia è adatta a quei giocatori, i campioni, che non hanno bisogno di grandi suggerimenti tattici”

Che gara è stata quella della squadra di Guardiola? Lo vedrebbe bene in Serie A? “Guardiola farebbe comodo a qualsiasi squadra. È un tecnico che costa, sia per il suo valore che per le richieste di una rosa che possa adeguarsi alla sua filosofia di gioco”

Quando ha visto il Napoli arrancare, in questa stagione, le è parso di rivedere la seconda stagione di Ancelotti in azzurro? “Sono due cose un po’ diverse, a mio avviso. Il percorso di quest’anno ha risentito del successo della passata stagione. Per le squadre non propense alla vittoria, può capitare di subire un certo appagamento dopo il trionfo. Il Napoli, però, ha dei giocatori importanti e deve cercare di agguantare il quarto posto”

Ci crede ancora? “È ottimistico, ma è l’unica strada da percorrere. Bisogna mettere in campo tutto quello che si ha e, poi, tirare le somme”

Come vedrebbe Kvaratskhelia al Real Madrid? “So che hanno preso Mbappè, non saprei. Ci sono giocatori come Vinicius. Kvara saprebbe esprimersi bene in qualsiasi squadra. Bisogna vedere come Carlo immagina il Real”

Se al mondo ci sono ragazzini di sedici e diciassette anni, come Yamal, che riescono ad essere decisivi in una fase finale di Champions, possiamo definire Leao e Kvara come dei fenomeni? “La definizione di fenomeno è legata alla capacità di mantenere un livello alto di rendimento durante la stagione. I grandi campioni difficilmente hanno alti e bassi eclatanti. Restano dei giocatori di grandissima qualità che, in un contesto favorevole, possono essere decisivi. Tuttavia, solo in Italia i giocatori del settore giovanile non riescono ad emergere e vengono bruciati ancor prima di esprimere le proprie qualità”

Nessuno credeva alla possibilità del Napoli di ingaggiare Carlo Ancelotti, nel 2018. Allo stesso modo, si parla di Antonio Conte, oggi, e a tutti sembra una opzione fantasiosa. Lei ci crede? “Dico che il Napoli ha un grandissimo presidente. Come tutti ha dei pregi e dei difetti, ma ha anche degli obiettivi e dei programmi molto chiari. Se lui, nella sua mentalità, decide di prendere un allenatore come Conte, può trovare i canali giusti per riuscirci. Anche Conte, che viene da un lungo periodo di attività, ha bisogno di tornare in campo. Le grandi piazze sono tutte occupate”

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    94

    38
    29
    7
    2
  • logo MilanMilanCL

    75

    38
    22
    9
    7
  • logo JuventusJuventusCL

    71

    38
    19
    14
    5
  • logo AtalantaAtalantaCL

    69

    37
    21
    6
    10
  • logo BolognaBolognaEL

    68

    38
    18
    14
    6
  • logo RomaRomaECL

    63

    38
    18
    9
    11
  • logo LazioLazio

    61

    38
    18
    7
    13
  • logo FiorentinaFiorentina

    57

    37
    16
    9
    12
  • logo TorinoTorino

    53

    38
    13
    14
    11
  • 10º

    logo NapoliNapoli

    53

    38
    13
    14
    11
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    49

    38
    12
    13
    13
  • 12º

    logo MonzaMonza

    45

    38
    11
    12
    15
  • 13º

    logo VeronaVerona

    38

    38
    9
    11
    18
  • 14º

    logo LecceLecce

    38

    38
    8
    14
    16
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    37

    38
    6
    19
    13
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    36

    38
    8
    12
    18
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    36

    38
    9
    9
    20
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    35

    38
    8
    11
    19
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    30

    38
    7
    9
    22
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    17

    38
    2
    11
    25
Back To Top