ESCLUSIVA - Stadio San Paolo, settori chiusi da 60 a 120 giorni per sostituzione sediolini. Stagione 2018/19 con capienza ridotta: il cronoprogramma completo

Esclusive  
Stadio San Paolo, piantina: il cronoprogramma dei lavori con relative chiusure dei settoriStadio San Paolo, piantina: il cronoprogramma dei lavori con relative chiusure dei settori

I lavori al San Paolo entrano nel vivo: cronoprogramma di un anno con settori chiusi a turno. Si comincia dai Distinti, poi le Curve ed infine la tribuna Posillipo. Tempi e modalità di lavorazione: tutti i dettagli di seguito.

Aurelio De Laurentiis è preoccupato per lo stato dei lavori del San Paolo. A tal proposito è intervenuto ieri l’assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, ai nostri microfoni chiarendo la situazione

Stadio San Paolo, cronoprogramma

Stando a quanto raccolto dalla redazione di CalcioNapoli24, l’impianto di Fuorigrotta sarà suddiviso esattamente per settori nella lavorazione per la sostituzione dei sediolini e la messa in sicurezza. A partire dal 30 giugno 2018, dopo il concerto di Daniele, i lavori avranno durata di 12 mesi. E dovrebbero quindi terminare intorno al 30 giugno 2019. Il tutto per fornire alle Universiadi, che avranno inizio il 7 luglio 2019, un impianto a norma e con un look quantomeno rivisitato. 

Settori chiusi, Distinti e poi tutti gli altri

(In allegato la piantina dello stadio San Paolo)

Per una questione di immagine e di posizionamento gli studi effettuati dagli organi competenti stanno valutando l’opportunità di cominciare con il settore Distinti per la sostituzione dei sediolini (di colore azzurro). Essendo la parte di stadio di fronte alle telecamere TV sarebbe il primo settore preso in considerazione. Successivamente si procederebbe con le curve, ma una per volta. Ed infine con la tribuna Posillipo che, avendo una struttura più complessa, avrebbe dei tempi di lavorazione leggermente più lunghi. Ovviamente, queste ristrutturazioni implicherebbero la totale chiusura a turno dei settori interessati. Il tutto inciderà sulla capienza dello stadio che dovrà essere impiegato non al massimo delle proprie capacità. 

Tempi di lavoro e chiusura settori

  • Distinti: 90 giorni
  • Curva A: 60 giorni
  • Curva B: 60 giorni
  • Posillipo (comprendente anche Nisida) 100/120 giorni.

Possibile chiusura curve in contemporanea

Per risparmiare tempo l’amministrazione comunale ha messo al vaglio l’ipotesi della lavorazione in contemporanea e la conseguente chiusura di entrambe le curve. In questo modo si accorcerebbero i tempi di due mesi sulla tabella di marcia. Ma con relative problematiche legate al tifo organizzato e alla visione delle partite dei gruppi Ultras. Ecco perché questa ipotesi, se pur allettante, è ancora in fase di valutazione.

Settore Distinti, due ipotesi di lavorazione:

  • 1) Unica sezione, con durata lavori di 90 giorni ma conseguenti problemi legati agli abbonamenti

Problemi legati agli abbonamenti

Essendo il settore Distinti quello con più alta percentuale di abbonamenti dello stadio San Paolo sorgerebbe qualche problema sulla gestione degli stessi per inizio stagione calcistica 2018/19. Infatti, la chiusura dello stesso coinciderebbe proprio con i primi tre mesi in cui il Napoli sarebbe impegnato sia in campionato che in Champions League. Aspetto non di poco conto, visto che questo influirebbe sul prezzo degli abbonamenti. 

  • 2) Sezione divisa in due, parziale accesso dei tifosi ma tempi più lunghi

La seconda ipotesi al vaglio sarebbe quella di suddividere il settore in due concedendo l’ingresso ai tifosi solo per metà sezione. In questo modo si ridurrebbero alcune difficoltà, ma i tempi di lavoro si allungherebbero da 90 a 120 giorni.

E’ ovvio che i lavori di una struttura così importante implichino degli impedimenti per la SSC Napoli e per i tifosi stessi. Ma non sarebbe possibile ottenere il tutto senza difficoltà logistiche e organizzative. Sarà un anno di transizione che però potrebbe giovare al club e alla tifoseria stessa. Se al momento non ci si può permettere una casa di proprietà all’avanguardia è bene che si cominci almeno a rifare il trucco a quella che si ha. La certezza è che da qui a poco il San Paolo sarà un cantiere per 16 ore al giorno con turni suddivisi in fasce orarie dalle 8 fino alle 24. 

Twitter: @LeonardoVivard

Riproduzione riservata previa citazione della fonte

FOTO ALLEGATE
VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    37

    14
    12
    1
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    36

    14
    11
    3
    0
  • logo LazioLazioCL

    30

    14
    9
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    28

    14
    8
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    28

    14
    8
    4
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    25

    14
    7
    4
    3
  • logo NapoliNapoli

    20

    14
    5
    5
    4
  • logo ParmaParma

    18

    14
    5
    3
    6
  • logo VeronaVerona

    18

    14
    5
    3
    6
  • 10º

    logo TorinoTorino

    17

    14
    5
    2
    7
  • 11º

    logo MilanMilan

    17

    14
    5
    2
    7
  • 12º

    logo BolognaBologna

    16

    14
    4
    4
    6
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    16

    14
    4
    4
    6
  • 14º

    logo SassuoloSassuolo

    14

    13
    4
    2
    7
  • 15º

    logo LecceLecce

    14

    14
    3
    5
    6
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    14

    14
    4
    2
    8
  • 17º

    logo SampdoriaSampdoria

    12

    14
    3
    3
    8
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    10

    14
    2
    4
    8
  • 19º

    logo SpalSpalR

    9

    14
    2
    3
    9
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    7

    13
    2
    1
    10
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Caos Napoli, Gazzetta su Ancelotti: lo spogliatoio l'ha sfiduciato, è ostaggio di quel gruppetto che gli ha voltato le spalle contestandone i metodi di lavoro