L'emozione di Sosa nel ricordo di Maradona: "Un sogno, l'ho vissuto in tre momenti! Mi chiese la 10, non me l'avrebbe mai riportata. Ricordo la battuta al figlio di Aguero: ridevano tutti" | VIDEO CN24

Esclusive  
L'emozione di Sosa nel ricordo di Maradona: Un sogno, l'ho vissuto in tre momenti! Mi chiese la 10, non me l'avrebbe mai riportata. Ricordo la battuta al figlio di Aguero: ridevano tutti | VIDEO CN24

Ultime calcio Napoli Sosa ha parlato di Diego Armando Maradona e si è commosso

L'Argentina ha battuto il Messico col punteggio di 2-0 e, a commentare il match di Qatar 2022, negli studi di CalcioNapoli24, c'era il Pampa Roberto Sosa che, tra le altre cose, ha parlato, emozionandosi, di Diego Armando Maradona:

Sosa ricorda commosso Maradona

Maradona è stato un sogno per tutti. Quando giocava a Napoli, ero piccolo, mi alzavo presto la mattina in Argentina, per vederlo con la 10 sulle spalle. Vedevo lui e non sapevo quali fossero le altre squadre. Ho avuto modo di conoscerlo al San Paolo e poi di poter seguire i suoi allenamenti al Gimnasia. Me lo sono goduto! Ha avuto molte facce e momenti, quello del Gimnasia è stato tra i più belli: gli sono state aperte le porte per tornare nel suo paese. Scherzava e rideva con tutti, creava un bellissimo ambiente. L'ho seguito da piccolo, l'ho conosciuto al San Paolo e l'ho vissuto al Gimnasia da allenatore, nella mia squadra. Conoscere la sua grandezza è stupendo: come lui ti faceva sentire grande al suo fianco era unico. Ad un certo punto mi sentivo io Maradona, per la sua magia, riusciva a portarti e trasportarti in un semplice abbraccio. Chi ha avuto l'opportunità di giocare con lui, lo porterà per sempre nel cuore. Se ho pianto per la sua scomparsa? Mi trovavo a La Plata quando è scomparso. Una settimana dura, difficile, non ci vuoi credere e speri sempre che la notizia possa essere smentita. Come quando succede con un familiare. Lo devi ricordare con gioia, personalmente con l'abbraccio che ci siamo dati nel campo del Gimnasia. Muore soltanto chi va dimenticato: la persona è sempre viva e lui ci sta guardando da qualche parte, in qualche stadio. Magari sta guardando l'Argentina.

Ma cosa ti ha detto in quell'abbraccio? Abbiamo parlato un sacco, per questo mi dispiace ancora di più. Era lucidissimo. Ricordo che stava giocando a calcio con suo nipote, in campo c'erano i ragazzi del Gimnasia. Ad un certo punto si rivolge al nipote e gli dice: 'tu sei figlio di Aguero, nipote di Maradona e il tuo padrino è Messi. Se non diventi calciatore, vuol dire che io non ho capito niente' Tutti ridevano, compreso io. Aveva delle uscite straordinarie, storie che tirava fuori e che ti strappavano un sorriso. Cominciò a raccontarci di Atalanta-Napoli, quella della monetina: sembrava un film, noi eravamo in quello stadio in quel momento, trasportati dal suo racconto. Poi parlò della gara con il Paok Salonicco di coppa, lui stava per andare a battere un corner e dalla tribuna, con arco e freccia, gli tiravano addosso delle cose.

La numero 10 indossata? Ho regalato tutte le maglie, ma questa l'ho tenuta e me la sono autografata con tanto di data. Ricordo che lui la voleva con se per un giorno, gli dissi: 'Diego no, ti prego, altrimenti non me la riporti'. Io sono arrivato in Italia grazia al Gimnasia, Napoli e Gimnasia sono tutto per me. Lui mi diceva che quella mia maglia non gli entrava. La guardava con amore. Ti trasportava a 20-30 anni fa. Mi disse di portare mio figlio allo stadio e di volerlo conoscere. Momenti indelebili. Cose che solo Diego può fare”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Tutte le news sul calciomercato Napoli e sul Napoli

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo NapoliNapoliCL

    53

    20
    17
    2
    1
  • logo InterInterCL

    40

    20
    13
    1
    6
  • logo LazioLazioCL

    38

    20
    11
    5
    4
  • logo AtalantaAtalantaCL

    38

    20
    11
    5
    4
  • logo MilanMilanEL

    38

    20
    11
    5
    4
  • logo RomaRomaECL

    37

    20
    11
    4
    5
  • logo UdineseUdinese

    29

    20
    7
    8
    5
  • logo TorinoTorino

    27

    20
    7
    6
    7
  • logo BolognaBologna

    26

    20
    7
    5
    8
  • 10º

    logo EmpoliEmpoli

    26

    20
    6
    8
    6
  • 11º

    logo MonzaMonza

    25

    20
    7
    4
    9
  • 12º

    logo FiorentinaFiorentina

    24

    20
    6
    6
    8
  • 13º

    logo JuventusJuventus

    -15

    39
    23
    11
    5
  • 14º

    logo SalernitanaSalernitana

    21

    20
    5
    6
    9
  • 15º

    logo LecceLecce

    20

    20
    4
    8
    8
  • 16º

    logo SassuoloSassuolo

    20

    20
    5
    5
    10
  • 17º

    logo SpeziaSpezia

    18

    20
    4
    6
    10
  • 18º

    logo VeronaVeronaR

    13

    20
    3
    4
    13
  • 19º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    9

    20
    2
    3
    15
  • 20º

    logo CremoneseCremoneseR

    8

    20
    0
    8
    12
Back To Top