Novanta minuti di dubbi

Editoriale  
Novanta minuti di dubbi

di Dino Viola

Quella con lo Spezia per certi aspetti è l'icona di tutte le partite degli azzurri negli ultimi tempi: squadra capace di dare spettacolo, di creare tanto e concretizzare poco. Con un potenziale notevole ma con spaventosi cali di concentrazione. Annichilire Roma e Atalanta e scomparire con una neopromossa in dieci. Nulla di nuovo ma è comunque disorientante quanto visto stasera.

Le occasioni clamorose sciupate sottoporta dal primo all'ultimo minuto; talenti in cerca di identità che commettono ingenuità spiazzanti, come il fallo da rigore; calciatori esperti che improvvisamente non sanno fare il più facile degli appoggi; la dormita colossale sul secondo gol: sono tanti i frame di questo dimenticabile film.

Per qualcuno la sconfitta di stasera va sul podio dei punti più bassi degli ultimi 5 anni. Ad altri non resta che sottolineare il numero dei tiri in porta. E qualcun altro ripeterà che c'era bisogno di veleno e di annusare il pericolo. Buttare la croce sul tecnico sarebbe ingeneroso ma la responsabilità dei risultati è anche sua. Tutta da condividere anche con la società, che in certi momenti delicati da la sensazione di lasciarsi un po' desiderare.

Ed è in questi momenti che sorgono dubbi sul reale valore dell'intera rosa: sopravvalutata? La risposta può darla il campo: su questo abbiamo dubbi? Con Lazio, Inter, Torino, Cagliari e Spezia, solo quattro punti su quindici. E mentre si viene tentati da una sfumatura di sfortuna nelle ultime uscite, lasciamo il quarto posto e diamo il benvenuto ad Atalanta, Juve e Lazio in risalita.

Eppure prestazioni di ben altro livello questo Napoli le ha sapute fare: ed anche questo contribuisce al senso di smarrimento che da vita ad altri interrogativi oltre a quelli già citati in precedenza. Da quando questa squadra è altalenante nei risultati? Forse da più di un anno. Da allora ad oggi sono state risolte tutte le difficoltà e i problemi?

@riproduzione riservata

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    43

    18
    13
    4
    1
  • logo InterInterCL

    40

    18
    12
    4
    2
  • logo RomaRomaCL

    37

    19
    11
    4
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    34

    17
    11
    1
    5
  • logo JuventusJuventusEL

    33

    17
    9
    6
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    33

    18
    9
    6
    3
  • logo LazioLazio

    31

    18
    9
    4
    5
  • logo SassuoloSassuolo

    30

    18
    8
    6
    4
  • logo VeronaVerona

    27

    18
    7
    6
    5
  • 10º

    logo SampdoriaSampdoria

    23

    18
    7
    2
    9
  • 11º

    logo BeneventoBenevento

    22

    19
    6
    4
    9
  • 12º

    logo BolognaBologna

    20

    18
    5
    5
    8
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    18

    18
    4
    6
    8
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    18

    19
    4
    6
    9
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    17

    18
    4
    5
    9
  • 16º

    logo GenoaGenoa

    15

    18
    3
    6
    9
  • 17º

    logo CagliariCagliari

    14

    18
    3
    5
    10
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    14

    19
    2
    8
    9
  • 19º

    logo ParmaParmaR

    13

    18
    2
    7
    9
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    12

    18
    3
    3
    12
Back To Top