Longo: "Ero a Milano ma sembrava di essere al San Paolo! Perin mi piace, Torreira ricorda Pizarro: il Napoli lo prenda senza cedere Jorginho..."

Rassegna Stampa fonte : Il Roma

Raffaele Longo, ex centrocampista di Napoli e Genoa, ha rilasciato un'intervista a Il Roma.

Qual è la ricetta per lo scudetto?

«Vincere a Torino contro la Juventus e sperare che i bianconeri facciano un altro passo falso in una delle due trasferte tra Roma e Milano. Il Napoli dovrà essere perfetto e, soprattutto, dovrà crederci fino alla fine. Sarà difficile, ma non impossibile. Lo scudetto è il sogno di tutti, anche il mio».

Si può essere delusi per uno 0- 0 contro l’Inter a San Siro?

«Ero a Milano ma sembrava di essere al San Paolo. Mai vista una squadra come l'Inter giocare così. Tutti in difesa, ripartivano solo in contropiede. Da quando sono bambino, questo è il più bel Napoli di sempre. Quello di Maradona aveva i campioni ma questo viene rispettato da tutti in maniera clamorosa, anche quando gioca in trasferta. I tifosi devono essere orgogliosi di quello che stanno vivendo. Poi, ovvio, tutti vogliono vincere, ma la Juve è il Bayern Monaco d'Italia ed anzi complimenti al Napoli per aver tenuto ancora vivo un campionato che, altrimenti, considerando la forza dei bianconeri, sarebbe finito già da un pezzo».

Cosa c’è da temere di questo Genoa, domani sera?

«Bisognerà stare attenti, sarà una partita insidiosa. Loro giocheranno in difesa, si chiuderanno per poi ripartire. Probabilmente la Juve vincerà con la Spal, dunque il Napoli avrà l'obbligo di vincere e dovrà sbloccare subito la partita. L'importante sarà non innervosirsi: se dopo venti minuti il risultato non cambia, i tifosi siano sempre al fianco della squadra e il Napoli giochi come sa, con tranquillità».

Le piace Perin?

«Certo che sì, l’ho avuto giovanissimo a Pescara, con Bergodi in panchina. Parliamo di un portiere bravo, reattivo, tra i migliori giovani italiani in circolazione. Pur non avendo gli stessi piedi di Reina, ha spalle larghe e qualità per raccogliere la sua eredità».

E Torreira della Sampdoria?

«Fortissimo, mi ricorda Pizarro. Tecnicamente è bravissimo e, pur non essendo molto alto, è anche deciso nei contrasti. Un centrocampista completo. Per il Napoli sarebbe un ottimo colpo, ma ad una sola condizione».

Quale?

«Che arrivi e venga affiancato a Jorginho, non per sostituirlo. Se il Napoli acquista Torreira e cede l'italo-brasiliano, allora cambierà poco. Le grandi squadre devono alternare più giocatori nei ruoli chiave».

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • AtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • BolognaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • CagliariCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • ChievoCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • EmpoliEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • FiorentinaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • Frosinone

    0

    0
    0
    0
    0
  • Genoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • Inter

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    Juventus

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    Lazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    Milan

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    Napoli

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    Parma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    Roma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    Sampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    Sassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    SpalR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    TorinoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    UdineseR

    0

    0
    0
    0
    0
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Corriere dello Sport in edicola: "Giro d'attaccanti, manca solo Cavani al Napoli: Matador facci la grazia!" [FOTO]