Scena orribile a fine gara, Di Lorenzo portato dai capi Ultras: contestazione durissima e composta dei tifosi indignati

Rassegna Stampa  
NapoliNapoli

Contestazione Napoli, scene che nessuno avrebbe mai immaginato di vedere l'anno dopo lo scudetto. Eppure, il Napoli continua a deludere e in maniera pesantissima tutti, in particolare i tanti tifosi che continuano a seguire la squadra

Napoli - Contestazione Napoli, scene che nessuno avrebbe mai immaginato di vedere l'anno dopo lo scudetto. Eppure, il Napoli continua a deludere e in maniera pesantissima tutti, in particolare i tanti tifosi che continuano a seguire la squadra.

Il Mattino analizza ciò che è accaduto a fine partita con Di Lorenzo impietrito sulla linea di fondo campo e mezzo passo in avanti rispetto agli altri che sanno di non potersi sottrarre dalla contestazione faccia a faccia con i tifosi. Non ha la forza di avanzare verso la curva degli ultrà infuriati, non sa cosa sia la cosa giusta da fare. Trenta secondi a guardare la rabbia dei tifosi «Ve li diamo noi, ve li diamo noi...i coglioni ve li diamo noi».

I tifosi restano composti nonostante non c'è presenza di Polizia e siano pochissimi gli steward. Qualcuno scavalca, si avvicina a Di Lorenzo, lo invita ad andare a parlare con i capi che li aspettano. Una specie di convocazione. Una scena orribile, già patita, subita e sopportata la notte della tragedia di Ciro Esposito, quando all'Olimpico Hamsik fu costretto a dialogare con Genny La Carogna. È surreale, glaciale ma Di Lorenzo avanza, da solo: «Non siete degni, vi dovete vergognare, quella maglia non potete indossarla», gli urlano. Poi il ritorno negli spogliatoi e quel coro magico «i campioni dell'Italia siamo noi» ormai è diventato un coro di odio-amore «la vergogna dell'Italia siamo noi».

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    92

    36
    29
    5
    2
  • logo MilanMilanCL

    74

    36
    22
    8
    6
  • logo BolognaBolognaCL

    67

    36
    18
    13
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    67

    36
    18
    13
    5
  • logo AtalantaAtalantaEL

    63

    35
    19
    6
    10
  • logo RomaRomaECL

    60

    36
    17
    9
    10
  • logo LazioLazio

    59

    36
    18
    5
    13
  • logo FiorentinaFiorentina

    53

    35
    15
    8
    12
  • logo NapoliNapoli

    51

    36
    13
    12
    11
  • 10º

    logo TorinoTorino

    50

    36
    12
    14
    10
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    46

    36
    11
    13
    12
  • 12º

    logo MonzaMonza

    45

    36
    11
    12
    13
  • 13º

    logo LecceLecce

    37

    36
    8
    13
    15
  • 14º

    logo VeronaVerona

    34

    36
    8
    10
    18
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    33

    36
    5
    18
    13
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    33

    36
    7
    12
    17
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    32

    36
    8
    8
    20
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    32

    36
    7
    11
    18
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    29

    36
    7
    8
    21
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    16

    36
    2
    10
    24
Back To Top