Pagelle Napoli-AZ Alkmaar, i voti: erroraccio Koulibaly, Fabian a fasi alterne! Mertens a metà, Lozano combina poco

Le Pagelle  
Pagelle Napoli-AZ Alkmaar, i voti: erroraccio Koulibaly, Fabian a fasi alterne! Mertens a metà, Lozano combina poco

Pagelle Napoli AZ Alkmaar, i voti di CalcioNapoli24

Pagelle Napoli-AZ Alkmaar - Termina il match del San Paolo della 1a giornata di Europa League con Napoli-AZ Alkmaar. Le pagelle di Napoli-AZ Alkmaar su CalcioNapoli24, con i voti e la spiegazione dettagliata per ogni singolo calciatore azzurro. Voti Napoli AZ Alkmaar.

Gattuso

Pagelle Napoli-AZ Alkmaar, i voti

Meret 6 - L’alternanza con Ospina gli regala la vetrina europea, il primo pallone lo tocca dopo un quarto d’ora ed è un tiro da lontanissimo. De Wit lo buca inesorabilmente, ma i centrali dovevano fare di più.

Di Lorenzo 6 - Karlsson vorrebbe prenderlo di mira dal minuto zero, offensivamente c’è uno schema che lo vede inserirsi come se fosse una mezz’ala - con ottimi risultati. Molto interessante quando si butta dentro, un trenino, anche se in fase di assistenza non è preciso. Nel finale avrebbe un buon pallone in area, lo colpisce male.

Maksimovic 5,5 - Ritrova il campo dopo un mese, si ripresenta con un paio di chiusure in corner su Wijndal. Poco coinvolto, assieme a Koulibaly - non del tutto colpa sua, anzi - lascia liberissimo De Wit di battere a rete.

Koulibaly 5 - Non ha punti di riferimento, vista l’assenza di Boadu: accompagna Lobotka quando c’è da iniziare l’azione, una sbavatura non del suo livello lascia Sugawara libero di calciare. Errore grave sul gol, non se ne accorge e lascia liberissimo De Wit

Hysaj 6 - Il nuovo modo di giocare gli garantisce un posto pseudo-fisso, considerando che resta più stretto al centrale. Perde un pallone banalmente che porta Midstjo al tiro, ma poi fa buona guardia e si fa notare un suo filtrante per Lozano. (Dal 59’ Mario Rui 6 - Debutto stagionale, stesso spartito del primo tempo di Di Lorenzo: al primo cross la mette sulla testa di Osimhen, al secondo prende Petagna. Poi anche lui non trova lo spazio giusto)

Lobotka 5,5 - Prima stagionale dal 1’, non è Bakayoko ma velocizza il gioco sacrificandosi fisicamente nei contrasti. Sbaglia tre passaggi in tutto, ma nei 47 completati non c’è la scintilla giusta. (Dal 66’ Demme 5 - Deve ricostruirsi una verginità in mezzo al campo dopo esser sceso nelle gerarchie: non è questa la prestazione che gli farà riguadagnare posizioni)

Fabian 6 - Rispetto a Lobotka gioca qualche metro più avanti, anche se non disdegna lo schema che lo vede abbassarsi molto a destra. Adani lo paragona a Redondo in alcuni movimenti, noi ci accontentiamo del fatto che, quando può, alza la testa e fa ciò che vuole - in verticale. Questo nel primo tempo, perchè nella ripresa combina poco e sbatte anche lui.

Politano 6 - Nel primo quarto d’ora non si gioca dal suo lato, poi dal suo piede arriva il tiro più pericoloso dei primi 25’. Col passare dei minuti cresce, nella ripresa all’82’ scaglia uno dei pochi tiri che riesce a superare il muro dell’AZ. (Dall’83’ Bakayoko SV)

Mertens 5,5 - Aggancio così così in avvio di match, arretra - certe volte fino a centrocampo - il suo raggio d’azione ma quando è in possesso del pallone viene accerchiato da più di un avversario, perdendone in efficacia. Si divora l’1-0 al 35’, prova ad imbeccare i compagni per tutta la partita ma non ci riesce.

Lozano 5,5 - Contro l’AZ ha segnato il primo gol in Olanda e anche nell’ultima sfida: stavolta al 17’ la conclusione è moscia. Gattuso gli chiede di pressare i centrali olandesi. Svensson in modo sospetto lo tira giù al 32’, non trova con facilità spazi dove accelerare. Perde Sugawara nell’occasione che vale lo 0-1. (Dal 59’ Insigne 5,5 - Potrebbe dare la scossa dopo lo svantaggio: nonostante i mezzi tecnici, non è al 100% e la difesa dell’AZ gli mette il bavaglio)

Osimhen 6 - Insacca alla perfezione al 13’, ma è in offside. Gattuso gli chiede di muoversi per tirare fuori i centrali avversari, lui trova Bizot al 24’ centralmente. Intuito giusto quando ruba palla e serve Mertens, colpo di testa debole e centrale al 62’. (Dal 66’ Petagna 5,5 - In campo per sfruttare peso e centimetri, dopo due minuti si tuffa per prenderla di testa. Poi nient'altro)

Gattuso 5 - Se l’Europa League è un obiettivo, le scelte di formazione con soli tre cambi danno l’idea di quanto ci punti. L’AZ non ha punti di riferimento offensivi, e a difesa schierata chiude gli spazi con tutti gli uomini. L’occasione al 21’ è un po’ confusionaria, ma è la prima di un forcing che vede gli azzurri trovarsi bene nello stretto e poi in verticale. Manca il gol, però, e l’AZ si dimostra abbastanza rognoso e difficilmente concede campo. Nonostante l’enorme possesso palla (69% al 54’), sotto porta si resta sterili per un’ora e poco concentrati dietro, tanto da concedere un gol con la difesa sostanzialmente ferma. Mantiene la non ambita statistica: si è ritrovato in svantaggio in otto delle sue ultime nove partite disputate in Europa League. Prova a ribaltarla con i cambi (anonimi), ma le trame di passaggi (più di 750 completati, l’AZ non arriva a 300) portano ad un numero spropositato di tocchi se rapportati ai tiri in porta (6 su 18 tiri totali) e ai gol non segnati. L’AZ, pur con numerose assenze legate al coronavirus, giustamente si chiude dietro con una linea di sette difensori: l’illusione dopo il poker all’Atalanta si sfalda in un attimo. Ma nemmeno questo è il vero Napoli.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo MilanMilanCL

    23

    9
    7
    2
    0
  • logo InterInterCL

    18

    9
    5
    3
    1
  • logo SassuoloSassuoloCL

    18

    9
    5
    3
    1
  • logo JuventusJuventusCL

    17

    9
    4
    5
    0
  • logo NapoliNapoliEL

    17

    9
    6
    0
    3
  • logo RomaRomaEL

    17

    9
    5
    2
    2
  • logo VeronaVerona

    15

    9
    4
    3
    2
  • logo AtalantaAtalanta

    14

    9
    4
    2
    3
  • logo LazioLazio

    14

    9
    4
    2
    3
  • 10º

    logo BolognaBologna

    12

    9
    4
    0
    5
  • 11º

    logo SampdoriaSampdoria

    11

    9
    3
    2
    4
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    11

    9
    3
    2
    4
  • 13º

    logo UdineseUdinese

    10

    9
    3
    1
    5
  • 14º

    logo SpeziaSpezia

    10

    9
    2
    4
    3
  • 15º

    logo BeneventoBenevento

    10

    9
    3
    1
    5
  • 16º

    logo ParmaParma

    9

    9
    2
    3
    4
  • 17º

    logo FiorentinaFiorentina

    8

    9
    2
    2
    5
  • 18º

    logo TorinoTorinoR

    6

    9
    1
    3
    5
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    5

    9
    1
    2
    6
  • 20º

    logo CrotoneCrotoneR

    2

    9
    0
    2
    7
Back To Top