Icardi-Napoli, Fedele rilancia: "Verrà a Napoli! Questo non è il mio lavoro, se mi hanno detto una fesseria..."

Le Interviste  
Icardi-Napoli, Fedele rilancia: Verrà a Napoli! Questo non è il mio lavoro, se mi hanno detto una fesseria...

Icardi-Napoli, secondo il noto agente Enrico Fedele il giocatore avrebbe chiesto ad un'attività locale di ristrutturare un appartamento a Posillipo

Calcio mercato Napoli - Icardi al Napoli. Questa la clamorosa indiscrezione rilanciata Radio Marte, nel corso della trasmissione 'Marte Sport Live', dal noto agente Enrico Fedele.

Icardi-Napoli, l'indiscrezione di Enrico Fedele: "Vivrà a Posillipo, ha chiesto di ristrutturare casa"

"Per riportare la passione bisogna creare un feeling tra società e tifosi. Non sono i nomi ad accendere la piazza, ma le emozioni ad avvicinare la gente e la verità è che il Napoli quest'anno non si è emozionata. A tutto questo, aggiungiamoci i proclami elettorali e la gente è stufa, vuole chiarezza.

Mi è stato riferito da un grandissimo primario ospedaliero che stavano ristrutturando un appartamento a Posillipo per Icardi. Se fesseria mi hanno detto, fesseria sto dicendo perchè questo non è il mio lavoro, sto solo riferendo ciò che mi hanno detto.

Sarri tornerà in Italia e finirà in una squadra tra Roma e Milan. Ci sarà una risoluzione del contratto che permetterà al tecnico di firmare per un'altra squadra.

Credo che Insigne vada via, lo scambio con altri giocatori avviene quando non arriva l'offerta adeguata al calciatore che deve essere ceduto.

Ancelotti non parla e fa parlare il figlio, ma perchè? Lui è forse il più titolato e fossi stato nel tecnico mi sarei opposto perchè lui ha il dovere di presentarsi alla stampa e non parlare di mercato, ma dell'aspetto tecnico tattico della partita. Non può mandare il figlio perchè ad oggi Davide è ancora solo il figlio di Ancelotti e magari diventerà più bravo di Carlo, ma in futuro non oggi. 

Aiutini alle grandi? Non ci credo. Il calcio italiano è scarso non malato e quando sei scarso, trovi gli alibi.

Se la Juve quest'anno non avesse avuto Cristiano Ronaldo non avrebbe vinto nulla anche perchè nonostante abbia il fuoriclasse in organico, ha comunque conquistato 2 punti in meno. Questo per dire che i campioni fanno sempre la differenza"

Ultimissime Notizie
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Real Madrid, Zidane: "James Rodriguez è ancora un nostro giocatore, non so cosa accadrà"