Servono 11 vittorie...

Editoriale  
Insigne, attaccante del NapoliInsigne, attaccante del Napoli

Una sconfitta che brucia per il Napoli

Il Napoli cade al San Paolo, lo fa con un passivo pesante da mandare giù. Lo fa in un momento delicato, nel quale tutto poteva essere utile, tranne che una sconfitta. Il Napoli cade, lo fa nel peggiore dei modi. Finisce 4-2, tra gli applausi dei sostenitori azzurri che continuano a credere allo scudetto. E deve essere così anche per la truppa di Sarri. Perdere fa male, ma cosa è accaduto? Perchè non c'è stata la gara che ci si aspettava, la reazione a ciò che era successo poche ore prima? Ecco, forse, potrebbe essere quello che è accaduto prima che ha condizionato il match, anche se l'approccio era stato positivo con il gol di Insigne, l'unico a tenere alta la bandiera azzurra. La Juventus batte al 93esimo la Lazio in una gara che mai avrebbe dovuto vincere e qualcosa potrebbe essere scattato nella testa. Approccio positivo, gol fatto, poi il pareggio e il Napoli perde. Vero anche che se non fosse stato per Alisson, gli azzurri non avrebbero perso, con ogni probabilità quella gara, ma 4 gol subiti in casa sono tanti da digerire e rischiano di essere indigesti. Il Napoi cade in casa, il Napoli che, negli scontri diretti con Roma, Juventus e Inter ha portato a casa, dal San Paolo, solo 1 punto, frutto del pareggio per 0-0 con i nerazzurri e due sconfitte con le altre due compagini. Crolla l'assetto arretrato, 4 gol subiti che portano ora ad un totale di 19 e tanti saluti alla migliore difesa in questo momento.

Non ci si deve abbattere, il Napoli deve reagire

Ora non è il momento delle riflessioni o dei perchè, non serve dare neanche spiegazioni, il gruppo si deve ricompattare e ripartire, dal prossimo match.Si devono affrontare le restanti 11 gare che separano da qui alla fine della stagione, come se fossero 11 finali, 11 partite da vincere. Anche a Torino. Infatti, complice il solo punto di vantaggio sui bianconeri, che hanno da recuperare la gara interna contro l'Atalanta, e quindi ipoteticamente a +2, serve vincere in trasferta, serve vincere all'Allianz Stadium: Inter, Sassuolo, Milan, Juventus, Fiorentina e Sampdoria in trasferta, Genoa, Chievo Verona, Udinese, Torino e Crotone al San Paolo, le gare da portare a casa per arrivare allo scudetto. Visto che questa Juve sembra essere insuperabile, nessuna squadra è più riuscita a bloccarla, allora serve provare l'impossibile, o quasi, quantomeno il difficile. E' così che si vince lo scudetto, e allora...servono 11 vittorie!

di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    43

    15
    14
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    35

    15
    11
    2
    2
  • logo InterInterCL

    29

    15
    9
    2
    4
  • logo MilanMilanCL

    26

    15
    7
    5
    3
  • logo LazioLazioEL

    25

    15
    7
    4
    4
  • logo TorinoTorinoEL

    22

    15
    5
    7
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    21

    15
    6
    3
    6
  • logo RomaRoma

    21

    15
    5
    6
    4
  • logo SassuoloSassuolo

    21

    15
    5
    6
    4
  • 10º

    logo ParmaParma

    21

    15
    6
    3
    6
  • 11º

    logo SampdoriaSampdoria

    20

    15
    5
    5
    5
  • 12º

    logo FiorentinaFiorentina

    19

    15
    4
    7
    4
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    17

    15
    3
    8
    4
  • 14º

    logo EmpoliEmpoli

    16

    15
    4
    4
    7
  • 15º

    logo GenoaGenoa

    16

    15
    4
    4
    7
  • 16º

    logo SpalSpal

    15

    15
    4
    3
    8
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    13

    15
    3
    4
    8
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    11

    15
    2
    5
    8
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    8

    15
    1
    5
    9
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    3

    15
    0
    6
    9
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top