Pelillo... nell'uovo - Un'escalation d'illusioni dietro l'eccesso di negatività...

Rubriche fonte : di Marcello Pelillo
Pelillo... nell'uovo - Un'escalation d'illusioni dietro l'eccesso di negatività...

Il Napoli è vivo. Il Frosinone non è stato un avversario irresistibile, ma gli azzurri hanno dimostrato di esserci sotto il profilo dell'applicazione, dell'impegno e questo aspetto contava più di ogni altro. La storia del calo di motivazioni è maledettamente possibile nel calcio dei milionari, ma allo stesso tempo non ammette giustificazioni.  Una vittoria che vale la matematica qualificazione in Champions, la quarta consecutiva. Il Napoli sarà in Europa per la decima stagione consecutiva ma la notizia sembra passare inosservata per la gran parte del tifo azzurro. 

La maglia respinta agli uomini di Ancelotti a fine gara è il gesto di una minoranza che indica, tuttavia, la temperatura del tifo napoletano. Il clima è eccessivamente negativo intorno alla squadra. La delusione sta prendendo il sopravvento a partire da quel triste 28 aprile 2018, quando il sogno del tifo partenopeo è caduto al Meazza in un pugno di minuti. Quella batosta ha lasciato il segno e la delusione è stata alimentata dall'ingaggio di Ronaldo. Il club ha cercato di gettare positività ingaggiando l'allenatore con la bacheca più ricca del calcio italiano tra quelli in attività. Una risposta forte della società anche all'addio dell'amato Sarri, applaudita non solo a Napoli ma in tutta Italia. Tuttavia, l'arrivo di un tecnico come Carlo Ancelotti ha creato delle inevitabili aspettative nel tifo azzurro circa l'arrivo di qualche campione. I tifosi hanno auspicato una ripetizione dell'esperienza di Rafa Benitez, con il quale arrivarono i titolati Albiol, Higuain e Reina. Aspettative alimentate, poi, dalla telenovela mediatica che ha riguardato Cavani, amplificata anche dagli strumenti social. Un mercato all'insegna della "modernità" con audio di presunti intermediari che hanno fatto il giro della città allargando l'orizzonte delle illusioni.

Da quel punto in poi l'escalation di delusioni non si è mai arrestata. Gli auspicati top player non sono arrivati. Il distacco precoce dalla vetta e la nuova illusione di poter eliminare il Liverpool, svanita per un gol, hanno chiuso l'amaro 2018 del pubblico azzurro. Dopo due mesi arriverà l'eliminazione cocente dal Milan in coppa Italia a giorni dall'addio inatteso del capitano Marek Hamsik dopo dodici anni. Il resto è storia più recente con tifosi che si sono sentiti aggrappati all'Europa League, di fatto sfumata ai quarti contro gli inglesi dell'Arsenal. 

Il Napoli delle belle serate di Champions, unico periodo di positività avvertito dal tifo, non si visto più. Sono mancati i costruttori del gioco Albiol, infortunato, e Hamsik, è mancato Insigne, sono mancate alternative a centrocampo per effetto del mercato invernale, che è sembrato punito dalla sorte con l'infortunio di Diawara. Un valzer di illusioni e delusioni troppo ravvicinate, speranze e aspettative disattese che non hanno contribuito a rimarginare la ferita di quella notte del Meazza. Il tifo di Napoli ha bisogno di una ventata di positività, di un asso nella manica, di qualcosa che faccia riaccendere l'entusiasmo e che avvicini i tifosi alla squadra. Il tifo del calcio ha i suoi pregi e i suoi difetti, è un fenomeno di massa e cercare di cambiarlo nei suoi alti e bassi emotivi è la più grande e inutile presunzione che si possa avere... Vedremo...

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimissime Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    90

    37
    28
    6
    3
  • logo NapoliNapoliCL

    79

    37
    24
    7
    6
  • logo AtalantaAtalantaCL

    66

    37
    19
    9
    9
  • logo InterInterCL

    66

    37
    19
    9
    9
  • logo MilanMilanEL

    65

    37
    18
    11
    8
  • logo RomaRomaEL

    63

    37
    17
    12
    8
  • logo TorinoTorino

    60

    37
    15
    15
    7
  • logo LazioLazio

    58

    36
    17
    7
    12
  • logo SampdoriaSampdoria

    50

    37
    14
    8
    15
  • 10º

    logo SassuoloSassuolo

    43

    37
    9
    16
    12
  • 11º

    logo SpalSpal

    42

    37
    11
    9
    17
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    41

    37
    10
    11
    16
  • 13º

    logo ParmaParma

    41

    37
    10
    11
    16
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    40

    37
    8
    16
    13
  • 15º

    logo BolognaBologna

    40

    36
    10
    10
    16
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    40

    37
    10
    10
    17
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    38

    37
    10
    8
    19
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    37

    37
    8
    13
    16
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    24

    37
    5
    9
    23
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    16

    37
    2
    13
    22
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Il San Paolo inizia a cambiare volto: impalcature per i maxischermi e primi sediolini in Curva A [FOTO CN24]