Ferrante: "Il problema di Mertens si chiama Milik! Soffre di insicurezza, senza posto si destabilizza e commette errori clamorosi"

Rassegna Stampa  
Dries Mertens, attaccante del NapoliDries Mertens, attaccante del Napoli

Marco Ferrante, ex attaccante di Napoli e Torino, ha rilasciato un'intervista a Il Mattino.

Da dove nasce questa superficialità? Mancanza di motivazione?

«Con uno della tecnica di base di Mertens, se ci vai al 60-70% su quei palloni, nove volte su dieci fai gol. Il vero problema di Dries, in questo momento ha un nome e un cognome e non sarà facile per Ancelotti risolvere la questione. Il problema di Mertens si chiama Arek Milik»

In tutte le grandi squadre ci sono diversi grandi attaccanti: la concorrenza è scontata.

«Questo è vero, ma Mertens nel Napoli è stato il fulcro del calcio di Sarri. Nel sistema di Ancelotti, Milik è il prototipo dell’attaccante perfetto. Credo sia evidente che Mertens soffra di un’eccessiva insicurezza che nasce dal non avere più la certezza del posto assicurato. È passato da una totale sicurezza a sentire che un altro calciatore è preferibile a lui in un determinato contesto tattico. Questo destabilizza: e porta anche a commettere gli errori clamorosi come quelli di Firenze».

Dopo Allan, c’è un altro caso dal profilo psicologico da affrontare per Ancelotti, insomma.

«Si, non sarà semplice. Mertens ha sempre mostrato un carattere forte, uno che non arretra. Mertens era il vertice del tiki taka del Napoli, arrivavano dalle sue parti un sacco di palloni. Per un attaccante è una manna del cielo un calcio del genere. E per gli avversari c’è solo da farsi un culo a secchio. E finisce che arrivi stremato negli ultimi minuti e prendi gol. Ora, la verticalità del calcio di Ancelotti, penalizza Mertens, non è più il centro di questo universo calcistico ed è per questo che Milik è perfetto. Sono convinto che Carlo non si priverà mai del polacco». 

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    32

    12
    10
    2
    0
  • logo InterInterCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • logo LazioLazioCL

    24

    12
    7
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    24

    12
    7
    3
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    22

    12
    6
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    22

    12
    6
    4
    2
  • logo NapoliNapoli

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo ParmaParma

    17

    12
    5
    2
    5
  • logo FiorentinaFiorentina

    16

    12
    4
    4
    4
  • 10º

    logo VeronaVerona

    15

    12
    4
    3
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    14

    12
    4
    2
    6
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    logo SassuoloSassuolo

    13

    11
    4
    1
    6
  • 14º

    logo MilanMilan

    13

    12
    4
    1
    7
  • 15º

    logo BolognaBologna

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    logo LecceLecce

    10

    12
    2
    4
    6
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    9

    12
    2
    3
    7
  • 18º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    9

    12
    2
    3
    7
  • 19º

    logo SpalSpalR

    8

    12
    2
    2
    8
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    7

    11
    2
    1
    8
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare