Corbo: "La soffiata ostile che porta altro veleno al Napoli. Insigne ha trascinato la squadra verso lo sdegno dei tifosi"

Rassegna Stampa  
Corbo: La soffiata ostile che porta altro veleno al Napoli. Insigne ha trascinato la squadra verso lo sdegno dei tifosi

Antonio Corbo commenta così le ultime vicende in casa Napoli nel suo editoriale per Repubblica

"Napoli risponde subito all’invito della società. Porte aperte per assistere all’allenamento. La squadra arriva muta e mesta al processo popolare. Ne derivano due verdetti. Il primo è più duro del secondo: negli immensi spazi vuoti si legge quello che i tifosi pensano. Non abbiamo tempo da perdere per chi guadagna milioni e viola i suoi doveri. Davvero pochi i presenti, tristemente pochi. Quanto ampio è il disamore creato in autunno dallo stesso Napoli che annunciava in estate conquiste interplanetarie. L’altro era prevedibile: i fischi. Anche le monetine, come ai politici sconfessati da Tangentopoli.
Nella contestazione virulenta c’è il flop di chi aveva aperto lo stadio a tutti, tranne che al buonsenso e ai giornalisti. Tenuti fuori cronisti e telecamere, i tifosi hanno diviso la manifestazioni in due tempi. Fuori e dentro. Se i giornalisti non dovevano vederle né sentirle, le notizie sono arrivate proprio dai tifosi con urla e parolacce di dissenso che era impossibile non vedere e non sentire. Si registra come in tempi di caos e modernità deviata la più puerile disinformarzione. Girano messaggi audio da un whatsapp all’altro. Il più diffuso è quello di un solerte mitomane, giovane, accento napoletano marcato, parole affannate in un racconto povero di chi ha marinato anche la scuola d’obbligo. Come nei falsi messaggi anonimi, la ricostruzione delle polemiche di martedì sera è inverosimile. Almeno due errori. Una frase offensiva che avrebbe scritto alla lavagna Edoardo De Laurentiis, poi cassata dal magazziniere. Non c’è la lavagna nel posto indicato e il collaboratore citato è in malattia. La soffiata, ostile alla società ovvio, porta in giro altro veleno. Caro Napoli, quanto male ti fai?
Il presidente ha mille ragioni, ma appare in queste ore una società fragile, senza gerarchie intermedie. Decide tutto e solo lui. Al punto da esporre persino Edoardo il suo vice, evidentemente senza poteri, a reazioni sgarbate e inaccettabili: «Devi dire a tuo padre che noi non andiamo in ritiro, ma a casa » . Insigne ha agito non da capitano ma da capo della rivolta. Quel ruolo chiede maturità: rappresentare i compagni, mai sorpassarli in una irata violazione del doveri contrattuali. Martedì Insigne è stato il migliore, ma dopo la partita ha segnato il più puerile degli autogol trascinando la squadra dall’amore allo sdegno dei tifosi.
Giusto che il De Laurentiis studi come punire gli ammutinati. Quanto mai opportuna la severità. Ma è suo interesse aprire un confronto, ascolti con autorevolezza: che cosa davvero non va, la guida tecnica di Ancelotti padre e figlio è apprezzata, il preparatore è adeguato, la società commette errori nei rapporti con la squadra? Presidente, ci pensi: la verità porta vittorie, il rancore solo odio".

 

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    32

    12
    10
    2
    0
  • logo InterInterCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • logo LazioLazioCL

    24

    12
    7
    3
    2
  • logo CagliariCagliariCL

    24

    12
    7
    3
    2
  • logo AtalantaAtalantaEL

    22

    12
    6
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    22

    12
    6
    4
    2
  • logo NapoliNapoli

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo ParmaParma

    17

    12
    5
    2
    5
  • logo FiorentinaFiorentina

    16

    12
    4
    4
    4
  • 10º

    logo VeronaVerona

    15

    12
    4
    3
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    14

    12
    4
    2
    6
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    logo SassuoloSassuolo

    13

    11
    4
    1
    6
  • 14º

    logo MilanMilan

    13

    12
    4
    1
    7
  • 15º

    logo BolognaBologna

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    logo LecceLecce

    10

    12
    2
    4
    6
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    9

    12
    2
    3
    7
  • 18º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    9

    12
    2
    3
    7
  • 19º

    logo SpalSpalR

    8

    12
    2
    2
    8
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    7

    11
    2
    1
    8
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare