De Paola: "Il Napoli ha battuto il Liverpool meritatamente, sarà una grande botta d'autostima"

Le Interviste  
De Paola: Il Napoli ha battuto il Liverpool meritatamente, sarà una grande botta d'autostima

Ultime calcio Napoli. Le parole del giornalista De Paola sulle prestazioni degli azzurri.

Ultime calcio Napoli. In diretta a Radio Punto Nuovo, è intervenuto Paolo De Paola, giornalista:

“Credo che certe cose che escono dallo spogliatoio, non ci stanno. Ma è molto più normale con tutti questi social, quindi è difficile stare attenti, ma se escono alterano l'armonia dello spogliatoio. Brozovic non è nuovo a certe cose, anche Cuadrado. Entrambi sono già stati a centro di polemiche per i loro atteggiamenti. Situazioni diverse, ma sicuramente c'è tensione rivolta alla crescita di entrambe le squadre. Sarri è molto onesto con se stesso, con i suoi giocatori. Lo è stato anche Conte, ha un altro atteggiamento. Molto più irruento, penso che Brozovic non se ne vedrà bene sotto le sue grinfie. Il problema è stato il centrocampo, l'ha detto lo steso Conte. Le tensioni in campo o negli spogliatoi non aiutano al miglioramento. Jurgen Klopp e Antonio Giordano? Li stimo, con Antonio abbiamo lavorato insieme. Strepitosa intervista a Milano con Sarri, mi sembra un modello interpretativo. Anche quella a Koulibaly è stata un'intervista fantastica, dando rilievo soprattutto al razzismo, chapeau. Antonio ha un'ammirazione per gli allenatori che propongono il bel calcio, gli piace anche Allegri. Ha una passione per il calcio, determinati allenatori, Klopp è uno di questi.

Entrambi dicono che il Napoli può vincere la Champions? Il Napoli cambierà totalmente faccia ed atteggiamento, hanno battuto i campioni d'Europa. Hanno avuto un atteggiamento in campo di un'esperienza tale come se affronti squadre del genere da sempre. Con Ancelotti è completamente diverso rispetto a Sarri, se l'è giocata alla pari con il Liverpool. Ha vinto la partita legittimamente, proponendo un gioco piacevole. Ancelotti è una via di mezzo tra propositivo e non propositivo. Se nella partita in Champions batti il campione in carica d'Europa, hai una botta d'autostima. Atalanta? Chapeau ai giocatori dell'Atalanta l'anno scorso, ma se il tuo standard è arrivare a metà classifica, ma poi arrivi in Champions, è una sindrome da pancia piena che deve essere immediatamente corretta da Gasperini. Devono avere equilibrio, grinta, altrimenti diventa una squadra normale".

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    19

    7
    6
    1
    0
  • logo InterInterCL

    18

    7
    6
    0
    1
  • logo AtalantaAtalantaCL

    16

    7
    5
    1
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    13

    7
    4
    1
    2
  • logo RomaRomaEL

    12

    7
    3
    3
    1
  • logo LazioLazioEL

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo CagliariCagliari

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo FiorentinaFiorentina

    11

    7
    3
    2
    2
  • logo TorinoTorino

    10

    7
    3
    1
    3
  • 10º

    logo VeronaVerona

    9

    7
    2
    3
    2
  • 11º

    logo BolognaBologna

    9

    7
    2
    3
    2
  • 12º

    logo ParmaParma

    9

    7
    3
    0
    4
  • 13º

    logo MilanMilan

    9

    7
    3
    0
    4
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    7

    7
    2
    1
    4
  • 15º

    logo SassuoloSassuolo

    6

    6
    2
    0
    4
  • 16º

    logo BresciaBrescia

    6

    6
    2
    0
    4
  • 17º

    logo SpalSpal

    6

    7
    2
    0
    5
  • 18º

    logo LecceLecceR

    6

    7
    2
    0
    5
  • 19º

    logo GenoaGenoaR

    5

    7
    1
    2
    4
  • 20º

    logo SampdoriaSampdoriaR

    3

    7
    1
    0
    6
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

De Laurentiis a Kiss Kiss: "Insigne eterno incompreso ed insoddisfatto. Ultima di campionato il giorno del mio compleanno? Speriamo in un bel regalo! Su Mertens, Ancelotti e Lozano..."