Ancelotti: "Qualificazione chiusa dopo il gol di Milik, il calo ci sta. Ecco le condizioni di Insigne e Chiriches. Guai a mollare, secondo posto non certo" [VIDEO]

Le Interviste  
Ancelotti: Qualificazione chiusa dopo il gol di Milik, il calo ci sta. Ecco le condizioni di Insigne e Chiriches. Guai a mollare, secondo posto non certo [VIDEO]

Brutta sconfitta per il Napoli alla Red Bull Arena, ma gli azzurri volano comunque ai quarti di finale di Europa League. Ai microfoni di SkySport24, Carlo Ancelotti ha commentato così la prestazione deludente dei suoi contro il Salisburgo vittorioso per 3-1: "Rivedere il secondo tempo? No (ride, ndr). L'obiettivo era quello di non farci schiacciare all'inizio, tant'è he abbiamo fatto molto bene segnando subito. Ma non dobbiaamo rivedere niente, ora bisogna puntare direttamente al quarto di finale che sarà impegnativo. Questa è una squadra che ti costringe a giocare così. Siamo stati bravi nel primo tempo, dopo c'è stata difficoltà nel secondo ma avevamo un vantaggio così ampio che ci stava anche il calo". 

Sui segnali dati da Chiriches e Luperto: "Molto buoni. Hanno fatto un'ottima partita, soprattutto considerando che hanno giocato poco. Hanno mostrato sicurezza e lucidità, dopo la sofferenza della ripresa è stata generale".

Sulla prestazione: "Sono molto contento considerando che avevamo un po' di emergenza in difesa. Abbiamo finito questa qualificazione senza 4 centrali, il che non è poco. La gara è stata preparata bene e nel primo tempo è stata chiusa. Fortunatamente abbiamo chiuso 3-0".

Su Insigne: "Ha sentito un fastidio nel riscaldamento e probabimente poteva anche giocare, ma abbiamo preferito evitare problemi". 

Sulle condizioni Chiriches: "C'è un problema muscolare". 

Sul sorteggio di domani: "Sono tutte ottime squadre, l'importante è che ci sia il Napoli".

Ancelotti per la prima volta ai quarti di Europa League: "Un buon risultato data la mia inesperienza in questo tonreo (scherza, ndr). L'obiettivo è quello di tener duro fino alla fine, in tutte le partite. In campionato poi non siamo in una posizine tranquilla, perché le squadre per la Champions si stanno avvicinando tutte e dobbiamo restare concentrati. C'è stato un calo di attenzione contro il Sassuolo, ma ora dobbiamo riprenderci". 

Obiettivo Europa League rischio per l'Italia? "E' vero e dobbiamo essere vigili: se non c'è il primo posto, l'obiettivo resta il secondo posto".

VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    89

    36
    28
    5
    3
  • logo NapoliNapoliCL

    76

    36
    23
    7
    6
  • logo InterInterCL

    66

    36
    19
    9
    8
  • logo AtalantaAtalantaCL

    65

    36
    19
    8
    9
  • logo RomaRomaEL

    63

    37
    17
    12
    8
  • logo MilanMilanEL

    62

    36
    17
    11
    8
  • logo TorinoTorino

    60

    37
    15
    15
    7
  • logo LazioLazio

    58

    36
    17
    7
    12
  • logo SampdoriaSampdoria

    50

    37
    14
    8
    15
  • 10º

    logo SassuoloSassuolo

    43

    37
    9
    16
    12
  • 11º

    logo SpalSpal

    42

    37
    11
    9
    17
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    41

    37
    10
    11
    16
  • 13º

    logo ParmaParma

    41

    37
    10
    11
    16
  • 14º

    logo FiorentinaFiorentina

    40

    37
    8
    16
    13
  • 15º

    logo BolognaBologna

    40

    36
    10
    10
    16
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    40

    37
    10
    10
    17
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    38

    37
    10
    8
    19
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    37

    37
    8
    13
    16
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    24

    36
    5
    9
    22
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    16

    37
    2
    13
    22
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

De Laurentiis: "Nessuna delusione, siamo in Europa da 10 anni. Icardi? Lo contattai tre anni fa. Ma Milik è fortissimo"