Crack Parma: dopo 14 anni la Madonna se l'è vista...

In Evidenza  
Crack Parma: dopo 14 anni la Madonna se l'è vista...

Ci sono voluti 14 lunghi anni per chiudere un cerchio sull’asse Verona-Parma. Nessun napoletano ha dimenticato il biscotto della stagione 2000-2001 fra i ducali e gli scaligeri che fece retrocedere il Napoli in B. Il Verona in quell’anno non vinse mai fuori casa, ma guarda caso va al Tardini e porta a casa tre punti d’oro per la salvezza. Qualche anno dopo la magistratura diede ragione alla tesi di Corbelli. I due club erano sotto il controllo di Tanzi, quindi la partita fu giocata a tavolino per non danneggiare nessuno e salvare un investimento economico. Da quella annata il Parma fu salvato dopo il crack Parmalat, ma conobbe la B. Il Verona iniziò un lento declino che portò gli scaligeri in Lega Pro.

RECORD - Il fallimento dei ducali rischia di essere un triste record per il calcio italiano. Il club tecnicamente è fallito due volte negli ultimi anni. Si noti che il Parma, così come la Lazio, usufruì della legge Marzano che dava agevolazioni ai grandi gruppi imprenditoriali (come lo erano Cirio e Parmalat) in stato di insolvenza evitando il fallimento tecnico delle aziende associate alla capogruppo e portandole in amministrazione straordinaria fino alla cessione ad un nuovo compratore. Dopo soli 8 anni  da questo evento, il Parma vale nuovamente zero. Le barzellette di questi giorni facciano riflettere sulla serietà delle nostre istituzioni sportive che non controllano a dovere i club sotto l’aspetto economico-finanziario.

CON IL NAPOLI MAI GARE BANALI – Gli incroci fra Parma e Napoli non sono mai stati banali. Tutti ricordiamo quella scena  dove Fabio Cannavaro (giocatore del Parma) consola Taglialatela in lacrime perché in quel Parma-Napoli del ’97-98, ci fu l’aritmetica retrocessione del club partenopeo in B. Scorrendo l’album dei ricordi, non si può dimenticare anche la gara del 2007-08 quando ci fu una vera e propria caccia all’uomo nei confronti dei calciatori azzurri che batterono al Tardini 2 a 1 i padroni di casa. Ci furono tre espulsioni fra gli emiliani e una nel Napoli. Fu una gara molto tesa e ricca di rancori passati. Il tempo è galantuomo. Non è bello gioire sulle disgrazie sportive altrui (va invece la solidarietà a chi lavora dietro le quinte del club ducale non percependo stipendi milionari come calciatori o dirigenti e che ora si trova quasi sicuramente senza lavoro), ma più di un napoletano a distanza di tempo e sfogliando i giornali in questi giorni sta esclamando: “La Madonna se l'è vista”.

@riproduzione riservata

VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo InterInterCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo AtalantaAtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo LazioLazioCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo RomaRomaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo MilanMilanEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo NapoliNapoli

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo SassuoloSassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo FiorentinaFiorentina

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    logo ParmaParma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    logo VeronaVerona

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    logo BolognaBologna

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    logo SampdoriaSampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    logo TorinoTorino

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    logo CrotoneCrotoneR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    logo BeneventoBeneventoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    logo SpeziaSpeziaR

    0

    0
    0
    0
    0
Back To Top