Ecco l’uomo cattivo: a Maradona non è stato perdonato nulla dagli sciacalli

Editoriale  
<i>Ecco l’uomo cattivo</i>: a Maradona non è stato perdonato nulla dagli sciacalli

Un anno fa veniva a mancare Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona, nato e cresciuto con vent’anni di ritardo, non sarebbe diventato Diego Armando Maradona. Si potrebbe finire anche qui, ma bisogna spiegare quantomeno il motivo di questa affermazione. Non si tira in ballo il valore del calciatore, bensì quello dell’uomo.

In un mondo come quello attuale, dominato dalla comunicazione social, in cui ogni cosa viene sviscerata da esperti, o presunti tali, e gettata in pasto agli utenti-clienti, Diego avrebbe avuto lo stesso impatto, nella sua vita, sulle nostre vite? Risposta semplice, no. L’assuefazione a tutte i gesti, stupidi o ancora più stupidi, fatti dagli sportivi e, più in generale, dallo star system, avrebbe reso Maradona uno dei tanti. Uno di quelli a cui si fa caso solo e soltanto nell’occasione giusta. No, Maradona non sarebbe diventato quello che è adesso, con vent’anni di ritardo. Soprattutto, a Maradona sarebbe stato permesso tutto. Perchè tutto viene permesso adesso a chi vive di eccessi, in fondo adesso basta fare uno swipe su Instagram, o cambiare video su TikTok.

Invece, al contrario - perchè l’unicità forse risiede anche in queste cose -, a Maradona non è stato perdonato nulla. Ogni gesto, ogni dichiarazione, ogni fotografia: tutto passato al setaccio, ai raggi x, alla ricerca del pelo nell’uovo. Alla ricerca della polemica, del tema di cui parlare, perchè Maradona è stato come la vacca da cui si spreme anche l’ultima goccia di latte, e lo resterà ancora a lungo. Preda di arraffoni dell’ultim’ora in cerca di visibilità, di quelli a cui la vita non ha riservato molto - a differenza di chi gli è stato vicino e gli ha voluto, e gli vorrà ancora, bene.

Paradossalmente, Maradona - e non Diego, perchè l’uomo ed il calciatore sono due entità diverse - è servito molto più a chi non provava vero affetto nei suoi confronti, a chi lo guardava con gli occhi dello sciacallo. A chi non gli ha perdonato nulla, perchè ha fatto comodo puntare il dito e dire ‘ecco l’uomo cattivo’. Pietosi. Ma non stanno leggendo queste righe, figuriamoci se ve ne sia l'esigenza e l'obiettivo. Stanno guardando le foto dei loro ‘follow’ sui social.

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
  • #1

  • #2

  • #3

  • #4

  • #5

Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo NapoliNapoliCL

    36

    15
    11
    3
    1
  • logo MilanMilanCL

    35

    15
    11
    2
    2
  • logo InterInterCL

    34

    15
    10
    4
    1
  • logo AtalantaAtalantaCL

    31

    15
    9
    4
    2
  • logo RomaRomaEL

    25

    15
    8
    1
    6
  • logo FiorentinaFiorentinaECL

    24

    15
    8
    0
    7
  • logo JuventusJuventus

    24

    15
    7
    3
    5
  • logo BolognaBologna

    24

    15
    7
    3
    5
  • logo LazioLazio

    22

    15
    6
    4
    5
  • 10º

    logo VeronaVerona

    20

    15
    5
    5
    5
  • 11º

    logo EmpoliEmpoli

    20

    15
    6
    2
    7
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    19

    15
    5
    4
    6
  • 13º

    logo TorinoTorino

    18

    15
    5
    3
    7
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    16

    15
    3
    7
    5
  • 15º

    logo SampdoriaSampdoria

    15

    15
    4
    3
    8
  • 16º

    logo VeneziaVenezia

    15

    15
    4
    3
    8
  • 17º

    logo SpeziaSpezia

    11

    15
    3
    2
    10
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    10

    15
    1
    7
    7
  • 19º

    logo CagliariCagliariR

    9

    15
    1
    6
    8
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    8

    15
    2
    2
    11
Back To Top