Ancelotti, dna anti-juventino: "Torino città triste, senza sentimento. Sono miei rivali!". I bianconeri gli cantavano: "Un maiale non può allenare" [VIDEO]

Zoom  
Ancelotti, dna anti-juventino: Torino città triste, senza sentimento. Sono miei rivali!. I bianconeri gli cantavano: Un maiale non può allenare [VIDEO]

Ancelotti al Napoli. Sembrava un'assurdita, e invece adesso è fatta. Manca solo l'annuncio ufficiale e presto vedremo Carlo Ancelotti tornare in Italia con la maglia azzurra, dopo essere stato sulla panchina di Reggiana, Parma, Milan e Juventus. 

Ancelotti: "Non amerò mai la Juventus"

Sebbene la Serie A si ricordi di lui soprattutto per i successi con il Milan, Carletto ha allenato anche la Juventus, per ben due anni, senza ottenere successi. E di quei due anni Ancelotti ha raccontato molto, attraverso il libro autobiografico "Preferisco la Coppa", scritto con Alessandro Alciato: "La Juventus era una squadra che non avevo mai amato e che probabilmente non amerò mai, anche per l’accoglienza che qualche mente superiore mi riserva ogni volta che torno. Per me è sempre stata una rivaleLa Juventus era un ambiente totalmente nuovo per me. Non mi sono mai sentito a casa, mi sembrava di essere l’ingranaggio di una grande azienda. Per il sentimento, prego, rivolgersi altrove”.

Ancelotti: il rapporto con la tifoseria della Juventus

Soprattutto, però, della sua esperienza in bianconero, ci si ricorda del pessimo rapporto instaurato con i tifosi juventini. Dopo un'accoglienza molto fredda, e due anni senza successi, la curva dello stadio Delle Alpi gli intonava spesso il coro: "Un maiale non può allenare". Un'offesa gratuita, alla quale Ancelotti rispose sarcasticamente: "È un'insopportabile mancanza di rispetto verso la figura del maiale", lui che viene da una famiglia di contadini dove la carne la si mangiava una volta a settimana. Nel video in allegato, Ancelotti si presentava alla stampa conscio che la Juventus lo aveva appena esonerato e coglie l'occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa verso i tifosi che lo avevano contestato "dal primo all'ultimo giorno", come dice lui stesso.

Più tardi, nel suo libro scriverà anche: "Torino non mi piaceva. Troppo triste, glamour, lontana un paio di galassie dal mio modo di essere. Indietro Savoia, arriva il ciccione dei tortellini".

VIDEO ALLEGATI
Altre Notizie
Guarda la diretta su YouTube
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    56

    20
    18
    2
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    47

    20
    15
    2
    3
  • logo InterInterCL

    40

    20
    12
    4
    4
  • logo MilanMilanCL

    34

    20
    9
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    33

    20
    9
    6
    5
  • logo LazioLazioEL

    32

    20
    9
    5
    6
  • logo AtalantaAtalanta

    31

    20
    9
    4
    7
  • logo SampdoriaSampdoria

    30

    20
    8
    6
    6
  • logo ParmaParma

    28

    20
    8
    4
    8
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    27

    20
    6
    9
    5
  • 11º

    logo TorinoTorino

    27

    20
    6
    9
    5
  • 12º

    logo SassuoloSassuolo

    26

    20
    6
    8
    6
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    21

    20
    4
    9
    7
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    20

    20
    5
    5
    10
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    18

    20
    4
    6
    10
  • 16º

    logo SpalSpal

    18

    20
    4
    6
    10
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    17

    20
    4
    5
    11
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    14

    20
    2
    8
    10
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    10

    20
    1
    7
    12
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    8

    20
    1
    8
    11
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
Back To Top