ESCLUSIVA - SSC Napoli ancora al San Paolo, saldato il 30% dei canoni arretrati al Comune: passi avanti per la nuova convenzione

Primo Piano  
Stadio San Paolo di notte vuotoStadio San Paolo di notte vuoto

SSC Napoli e Comune lavorano alla nuova convenzione per lo stadio San Paolo. Saldato parte del debito che il club doveva all'ente per canoni arretrati: di seguito i dettagli.

Vi avevamo parlato nelle scorse settimane di un interesse di Aurelio De Laurentiis per un’area nel Comune di Melito per la costruzione di un nuovo stadio. Esponenti della giunta ed il sindaco stesso avevano dichiarato che il numero uno del club avrebbe pensato di investire in quella zona

Secondo quanto raccolto da CalcioNapoli24, le intenzioni della SSC Napoli al momento sono quelle di continuare il rapporto con il Comune del capoluogo campano per quanto riguarda la gestione dello stadio San Paolo. A tal proposito ci sarebbe la volontà da parte di entrambe le parti di rinnovare la convenzione che vedrebbe il club azzurro disputare le gare casalinghe a Fuorigrotta. 

Ci sono tutt’oggi delle partite economiche ancora da saldare. Questo risulta uno dei motivi per cui la trattativa per nuova convenzione non è entrata ancora nel vivo. Il club di De Laurentiis aveva dei canoni arretrati per il fitto del San Paolo a partire dalla stagione 2011. 

Transazione Comune - Calcio Napoli: 3 milioni di euro al club 

In compenso, la stessa società gode di crediti nei confronti dell’amministrazione comunale. Come da accordo sulle pendenze tra le parti nello schema approvato dalla giunta relativo fino a settembre 2015, sarebbero circa 3 milioni di euro che l'ente deve ad Aurelio De Laurentiis (grafico in allegato). Questi sono crediti maturati dal club per lavori di manutenzione straordinaria al San Paolo effettuati in passato (es. tornelli). Senza i suddetti investimenti la squadra non avrebbe potuto disputare partite a Fuorigrotta. Tali spese, però, furono sostenute a titolo di anticipo. Ecco perchè entrambe le posizioni vantano sia crediti che debiti nei confronti della controparte. 

A tal proposito, come prevedono le norme tributarie, quando ci sono situazioni di 'dare e avere' nei confronti di un'amministrazione pubblica, devono prima essere saldate le posizioni debitorie da parte del privato, per poter compensare il credito che si vanta. In sostanza, se il Napoli non paga prima ciò che deve al Comune, l'amministrazione non può riconoscergli i crediti maturati. 

Saldato parte del debito, si va verso una nuova convenzione

Ecco perchè nei giorni scorsi è stato effettuato il pagamento di una prima tranche da parte della SSC Napoli che copre circa il 30% dei debiti maturati. C’è la volontà, dunque, di voler proseguire il rapporto tra club e Comune, questo si traduce sostanzialmente nella permanenza della squadra allo stadio San Paolo

Attualmente la possibilità che la casa azzurra si trasferisca dal quartiere di Fuorigrotta pare assai lontana. Le parti torneranno a parlarsi per trattare ancora sui termini del nuovo contratto di fitto dello stadio San Paolo. Con ogni probabilità Melito e zone limitrofe alla città metropolitana dovranno aspettare per ospitare il Napoli nelle gare casalinghe. Più plausibile l'ipotesi di un centro sportivo con strutture nuove per le giovanili.

di Leonardo Vivard - Twitter: @LeonardoVivard

Riproduzione riservata

FOTO ALLEGATE
VIDEO ALLEGATI
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    75

    31
    24
    3
    4
  • logo LazioLazioCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo AtalantaAtalantaCL

    66

    31
    20
    6
    5
  • logo InterInterCL

    64

    30
    19
    7
    4
  • logo RomaRomaEL

    51

    31
    15
    6
    10
  • logo NapoliNapoliEL

    51

    31
    15
    6
    10
  • logo MilanMilan

    49

    31
    14
    7
    10
  • logo SassuoloSassuolo

    43

    31
    12
    7
    12
  • logo VeronaVerona

    42

    30
    11
    9
    10
  • 10º

    logo BolognaBologna

    41

    31
    11
    8
    12
  • 11º

    logo CagliariCagliari

    40

    31
    10
    10
    11
  • 12º

    logo ParmaParma

    39

    31
    11
    6
    14
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    35

    31
    8
    11
    12
  • 14º

    logo TorinoTorino

    34

    31
    10
    4
    17
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    32

    30
    8
    8
    14
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    32

    31
    9
    5
    17
  • 17º

    logo LecceLecce

    28

    31
    7
    7
    17
  • 18º

    logo GenoaGenoaR

    27

    32
    6
    10
    16
  • 19º

    logo BresciaBresciaR

    21

    31
    5
    6
    20
  • 20º

    logo SpalSpalR

    19

    30
    5
    4
    21
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top