Orsi: "Non se Calzona farà bene, ma niente più alibi ai giocatori: devono svegliarsi! ADL ha commesso un errore"

Le Interviste  
Orsi: Non se Calzona farà bene, ma niente più alibi ai giocatori: devono svegliarsi! ADL ha commesso un errore

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Nando Orsi, ex calciatore e compagno di Calzona all’Arezzo: “Forse abbiamo giocato insieme io e Calzona, magari era nelle giovanili. Tutti noi che siamo al di fuori ci abbiamo capito poco perché ogni volta ci chiediamo che succede e che sta succedendo. Per i numeri Mazzarri ha fatto peggio di Garcia. Calzona spero che possa un po’ ricorrere a certe situazioni che prima aveva Spalletti e prima ancora Sarri. Non penso sia una questione di gioco, penso che qualsiasi allenatore possa venire in questo anno disgraziato, è un’annata cominciata male. Calzona nello spogliatoio lo chiamavano per nome, mentre il buongiorno invece ti tiene già a distanza. Hanno preso Mazzarri perché conosceva l’ambiente, Calzona perché conosce l’ambiente, allora era meglio prendere qualcuno che non lo conoscesse. È una soluzione temporanea, non so se farà bene al Napoli. I giocatori si devono svegliare. La formazione la farà Calzona, ma i giocatori devono svegliarsi. Non ci sono più alibi, la squadra deve ritrovare quell’energia mentale che ha perso. Dei giocatori l’anno scorso sono stati straordinari. È una squadra diversa con dei valori diversi. Calzona sta tappando un po’, ma ci vuole un po’ di tempo. Oggi servirà un po’ di autogestione con Calzona che da qualche indicazione, cosa può fare in così poco. Il terzo cambio d’allenatore deve dare un’altra scossa. Il Napoli incontra un Barcellona che già sa di perdere l’allenatore a fine anno e che subisce tanti gol. Osimhen speriamo sia arrivato mentalmente anche pronto a soffrire per la squadra. Ci vorrebbero giornalisti che hanno il coraggio di fare qualche domanda diversa, ma purtroppo si devono mantenere i rapporti. Tante volte purtroppo non puoi essere così diretto, ma Carratelli è stato bravo. Quello che deve fare un giornalista, è giusto che qualcuno faccia qualche domanda scomoda. Però il presidente non mi è sembrato tanto sconvolto da questa domanda. L’anno scorso quando il Napoli vinse lo scudetto, i primi 6/7 mesi De Laurentiis non parlò mai. Cominciò a parlare gli ultimi mesi e da lì è stato un fiume in piena. Ha commesso un errore dicendo che la squadra si potesse allenare anche da sola. Non è così, le squadre di calcio vanno allenate con rispetto e gerarchia all’interno dello spogliatoio. Io sono dell’idea che i giocatori non devono parlare di calcio, perché se cominciano a parlare di tattica, parlano per se stessi. Non per difendere Garcia, ma era 4º e con Mazzarri non è andata come si sperava. Mazzarri è tornato a Napoli senza che neanche lui potesse pensare che accadesse una cosa del genere. Un’occasione per tornare in vista, dopo gli ultimi anni in cui ci sono stati dei problemi, un po’ lo capisco fino ad un certo punto perché se devo essere esonerato, voglio essere esonerato con le mie idee. Gollini titolare? Ieri ho visto su un giornale, mi sembra il Corriere dello Sport, che Meret è il terzo portiere con la percentuale di passaggi riusciti. Meret domenica ha fatto anche una buona partita con un paio di parate buone. Penso che stasera giochi Meret”.

CalcioNapoli24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News
Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo InterInterCL

    82

    31
    26
    4
    1
  • logo MilanMilanCL

    68

    31
    21
    5
    5
  • logo JuventusJuventusCL

    62

    31
    18
    8
    5
  • logo BolognaBolognaCL

    58

    31
    16
    10
    5
  • logo RomaRomaEL

    55

    31
    16
    7
    8
  • logo AtalantaAtalantaECL

    50

    30
    15
    5
    10
  • logo NapoliNapoli

    48

    31
    13
    9
    9
  • logo LazioLazio

    46

    31
    14
    4
    13
  • logo TorinoTorino

    44

    31
    11
    11
    9
  • 10º

    logo FiorentinaFiorentina

    43

    30
    12
    7
    11
  • 11º

    logo MonzaMonza

    42

    31
    11
    9
    11
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    38

    31
    9
    11
    11
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    30

    31
    7
    9
    15
  • 14º

    logo LecceLecce

    29

    31
    6
    11
    14
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    28

    31
    4
    16
    11
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    28

    31
    7
    7
    17
  • 17º

    logo VeronaVerona

    27

    31
    6
    9
    16
  • 18º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    26

    31
    6
    8
    17
  • 19º

    logo SassuoloSassuoloR

    25

    31
    6
    7
    18
  • 20º

    logo SalernitanaSalernitanaR

    15

    31
    2
    9
    20
Back To Top