Sabato 26 Luglio 2014, 11:07

Zoom | pubblicato da il

Udinese, il sito ufficiale - Al Friuli arriva un Napoli in forma: analisi del momento azzurro

Ciò che spaventa di più è lo stato di forma dei partenopei che in campionato vengono da una striscia di cinque vittorie consecutive

stampa l'articolo riduci la dimensione del testo ingrandisci la dimensione del testo
Ciò che spaventa di più è lo stato di forma dei partenopei che in campionato vengono da una striscia di cinque vittorie consecutive

Quello che domenica sera giocherà al Friuli sarà un’altra squadra ferita, che si sta leccando le ferite e che contenderà ai bianconeri tre punti che valgono il sogno di tornare in Champions League: il Napoli di Walter Mazzarri. Gli azzurri tornano da Londra, dove hanno pagato i dazio della debuttante nella massima competizione continentale, superati da una squadra di gran lunga più esperta in campo internazionale. Spazio quindi sul campionato e quello che andrà in scena domenica sa già di spareggio, considerata la posizione di entrambe le squadre, appaiate al quarto posto.

Il modulo di gioco degli azzurri è simile a quello dei ragazzi di Guidolin: difesa a 3, centrocampo di sostanza e fantasia davanti. Un solo assente, se si esclude il lungodegente Donadel, mai visto in questa stagione: Christian Maggio. L’esterno destro è uscito malconcio da uno scontro con Joe Cole nel match di coppa e con ogni probabilità non sarà forzato. Al suo posto giocherà Zuniga e sarà interessante assistere a una sfida in corsia col connazionale Armero.

Davanti all’ex di turno Morgan De Sanctis ci sarà un trio a sorpresa, poiché Mazzarri sembra orientato a cambiare qualche pedina: a Cannavaro e Campagnaro potrebbero far spazio Britos e Fernandez, a completare il reparto con Aronica. Oltre a Zuniga la mediana dovrebbe proporre Dzemaili al posto di Gargano. Lo svizzero farà diga centrale col connazionale Inler a coprire Marek Hamsik, mentre sulla corsia sinistra Dossena si dividerà fra compiti difensivi e ripartenze.

Davanti sicuro solo Cavani, mentre per il ruolo di partner d’attacco sarà lotta fra il Pocho Lavezzi e Pandev.

Ciò che spaventa di più è lo stato di forma dei partenopei che in campionato vengono da una striscia di cinque vittorie consecutive: un ruolino di marcia impressionante, che ha portato la squadra da un’anonima posizione di classifica alle zone più nobili. All’andata furono proprio gli azzurri a infliggere la prima sconfitta all’Udinese, un 2-0 che adesso chiede vendetta. L’occasione migliore per i ragazzi di Guidolin di staccare una diretta concorrente per l’Europa e per dimenticare l’AZ.

Fonte : udinese.it

Diventa subito fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!

 
 » Classifiche
  • Juventus

    102

  • Roma

    85

  • Napoli

    78

  • Fiorentina

    65

  • Inter

    60

  • Parma

    58

  • Torino

    57

  • Milan

    57

  • Lazio

    56

  • H.Verona

    54

  • Atalanta

    50

  • Sampdoria

    45

  • Genoa

    44

  • Udinese

    44

  • Cagliari

    39

  • Chievo

    36

  • Sassuolo

    34

  • Catania

    32

  • Bologna

    29

  • Livorno

    25

  • Immobile

    21

  • Toni

    19

  • Tevez

    19

  • Higuain

    17

  • Berardi

    16

  • Paulinho

    15

  • Palacio

    15

  • Llorente

    15

  • Rossi

    15

  • Gilardino

    14

  • Balotelli

    14

  • Callejon

    13

  • Destro

    13

  • Cerci

    13

  • Di Natale

    13

  • Paloschi

    13

  • Denis

    12

  • Candreva

    12

  • Cassano

    12

  • Vidal

    11