FOCUS CN24 – Napoli-Juve Stabia, nasce il nuovo 'giovane' asse: Grava a lavoro con Mainolfi! Altri due colpi chiusi, tutto quello che c'è da sapere

Calcio giovanile  
Gianluca GravaGianluca Grava

Nel calcio di oggi i giovani sono il serbatoio che può dare linfa vitale ad un club, può essere l'arma segreta da mostrare in alcune circostanze, ma perchè no, in un calcio cambiato, anche fonte di guadagno e di investimenti. Il Napoli questo lo sa, ma dall'esterno sembra che non sia ben compreso, dando un'impressione sbagliata. A capo del settore giovanile degli azzurri c'è un certo Gianluca Grava che, nella sua carriera calcistica si è esaltato con la maglia azzurra addosso e diventato uno dei simboli storici. Ha sposato a pieno il progetto, si è calato nelle nuove vesti da diversi anni, in pratica dal suo ritiro dal calcio giocato. Tra alti e bassi è riuscito nell'intento di ottenere risultati: con la Primavera, purtroppo, in questa stagione, con Saurini in panchina prima, esonerato poi, e con Beoni oggi, ci si sta giocando la salvezza, si proverà a farlo fino alla fine. Al buon Grava, però, spesso si punta troppo il dito contro, incolpandolo di essere troppo immobile, cosa non affatto vera, in quanto il suo lavoro, costante e importante, con il suo staff, produce spesso risultati incredibili. Questi, però, devono avere un'approvazione ulteriore dall'alto, che rallenta il tutto e fa si che da primi, in particolare su calciatori, spesso non si riesca a chiudere, perdendo poi grosse opportunità.

Il feeling con la Juve Stabia

Qualcosa nell'aria è cambiato, c'è un rapporto tornato disteso con un club di serie C, che consente oggi di avviare un qualcosa di importante, asse di mercato sia in entrata e perchè no, anche in uscita, chiave prima squadra oltre che settore giovanile. Stiamo parlando della Juve Stabia: il club di Castellammare di Stabia, attraverso il suo responsabile di settore giovanile, Saby Mainolfi, è riuscito a riallacciare i rapporti, dopo il cambio dirigenziale di fine 2017. Da 5 mesi a questa parte è nato un qualcosa che può portare a passi importanti, che già sta dando i propri frutti. Infatti, ci sono stati già alcuni trasferimenti, come PierFrancesco Vecchione, centrocampista classe '99, che si è da subito aggregato alla Primavera di Beoni, ma anche Michael Fibiano, centrocampista classe 2001, che tanto bene sta facendo negli Under 17 azzurri. Ma non sono i soli, infatti, la strada inversa è stata presa da Francesco Pirone, attaccante classe 2000 che si sta giocando i playoff con la Berretti stabiese, e il classe 2003, tutto fantasia, Vincenzino Aquino, che si è aggregato agli Under 15 della Juve Stabia allenati da Alfonso Belmonte.

I nuovi affari fatti

Secondo quanto raccolto dalla redazione di CalcioNapoli24, questa collaborazione, al di là delle tante amichevoli disputate negli ultimi mesi con tutte le categorie, e che hanno messo in luce diversi talenti, ha portato altri calciatori in prova e addirittura bloccati per la prossima stagione. Raffaele Campagnuolo, difensore classe 2003, Nazionale Under 15, proprio la scorsa settimana in prova, oppure Matteo Esposito, portiere classe 2002, oggi terzo portiere della prima squadra della Juve Stabia, allenata da Caserta e che si sta giocando i playoff per la B, o ancora, come raccolto dalla nostra redazione, anche Leopoldo Vitale, difensore classe 2002, già aggregato all'Under 17 che ha giocato i playoff di categoria e Gianmaria Stoecklin, attaccante classe 2002, anche Under 17 gialloblè. Ma non finisce qui, perchè, secondo le nostre informazioni, il Napoli ha già bloccato per la prossima stagione due altre Vespette: si tratta di Alessio Lettera, classe 2004, biondo centrocampista dal piede fatato, e il bomber Pasquale Di Serio, classe 2005, autore di gol importanti e una stagione incredibile. Voci fanno sapere che il responsabile Saby Mainolfi è molto stimato, c'è rispetto e grande considerazione da parte della dirigenza azzurra. Ovvio, però, che il progetto Juve Stabia prosegua con lui al timone, visto che ha ancora due anni di contratto, rinnovato a gennaio, fino al 2020, ma resta la stima e la possibilità che attraverso lui si possa proseguire nell'unità d'intenti con il club azzurro. La stima è tanta, l'interesse su di lui anche.

La voce collante

Artefice di questo avvicinamento tra i colori azzurri e quelli gialloblè è stato un addetto ai lavori importante, apprezzato e stimato in ogni dove, ex tra l'altro calciatore delle Vespe, vale a dire Enrico Maria Amore, il quale ai microfoni di CalcioNapoli24 ha dichiarato: Grava ha una grande passione nel fare il suo lavoro con il settore giovanile, un amore che nasce dalla maglia azzurra che ha nel cuore e da tanti anni. Massima professionalità, anche se i mezzi che ha a disposizione, in confronto agli altri club, sono inferiori. Il Napoli prima squadra è a livello della Juventus in campionato, ma il settore giovanile, come disponibilità anche economica, si trova molto al di sotto. Spesso ha difficoltà nell'arrivare su un giocatore, magari ci arriva anche, ma poi non riesce a chiudere come vorrebbe e vede sfumare l'affare. Grava di tutto questo non può far altro che prendere atto e andare avanti. Il suo lavoro va giudicato a 360°, serve guardare al risultato: lui è responsabile, ha capacità di organizzare e decidere, ma a Napoli c'è un'organizzazione tale che tutto passare da un'approvazione dall'alto e ciò ti fa perdere del tempo prezioso. I bravi li vedono tutti, ma serve arrivare prima degli altri. Creando contatti con la Juve Stabia, si è avuto modo di visionare tanti giocatori e di chiudere anche alcune trattative importanti: Vecchione, Fibiano sono lì, altri ci sono stati in prova. Il legame è forte, un qualcosa che nei precedenti dieci anni non era mai accaduto. Il Napoli ha capito di poter pescare nel settore giovanile della Juve Stabia importanti giovani calciatori. Può essere un nuovo serbatoio da cui attingere, si può collaborare per crescere insieme. Può essere un nuovo inizio di collaborazione anche per la prima squadra”.

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    34

    12
    11
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    28

    12
    9
    1
    2
  • logo InterInterCL

    25

    12
    8
    1
    3
  • logo LazioLazioCL

    22

    12
    7
    1
    4
  • logo MilanMilanEL

    21

    12
    6
    3
    3
  • logo RomaRomaEL

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo SassuoloSassuolo

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    18

    12
    5
    3
    4
  • logo FiorentinaFiorentina

    17

    12
    4
    5
    3
  • 10º

    logo TorinoTorino

    17

    12
    4
    5
    3
  • 11º

    logo ParmaParma

    17

    12
    5
    2
    5
  • 12º

    logo SampdoriaSampdoria

    15

    12
    4
    3
    5
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    14

    12
    3
    5
    4
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    14

    12
    4
    2
    6
  • 15º

    logo SpalSpal

    13

    12
    4
    1
    7
  • 16º

    logo BolognaBologna

    10

    12
    2
    4
    6
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    9

    12
    2
    3
    7
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    9

    12
    2
    3
    7
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    7

    12
    1
    4
    7
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    0

    12
    0
    3
    9
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Gazzetta - Fabiàn il miglior acquisto stagionale. Ormai è napoletano: adora la pizza, vive a Posillipo e bazzica sempre nella Sanità