Il Roma - Younes ha dimostrato doti importanti, Ghoulam ha mandato un messaggio a Mario Rui

Rassegna Stampa fonte : Salvatore Caiazza - Il Roma
Amin Younes, attaccante del NapoliAmin Younes, attaccante del Napoli

Juve a -8 e +6 sull’Inter. E ora il Liverpool. È andato alla grande il sabato pomeriggio del Napoli al San Paolo. Si è esercitata

Juve a -8 e +6 sull’Inter. E ora il Liverpool. È andato alla grande il sabato pomeriggio del Napoli al San Paolo. Si è esercitata la squadra azzurra contro il modesto Frosinone. È stata l’occasione per Ancelotti di far esordire la bellezza di tre calciatori che rientravano dagli infortuni e per far riposare alcuni elementi in vista del match clou di martedì in Champions ad Anfield contro i Reds. Stavolta la formazione partenopea non è caduta nella trappola così come era successo con il Chievo due domeniche fa. È entrata in campo con la massima convinzione e nonostante il turn over ha segnato quattro gol senza permettere ai ciociari di essere pericolosi. Il debuttante Meret, infatti, non è mai stato impegnato. Solo l’ex Maiello lo ha messo alla prova tentando un pallonetto. Nella ripresa si è scontrato fortuitamente con Luperto in una uscita ma fortuntamente non si è fatto nulla. È stata, comunque, la partita di Ghoulam. AL suo rientro dopo più di un anno di stop, il terzino francoalgerino è stato il migliore in campo fornendo due assist a Milik, colpendo una traversa e crossando tantissimi palloni al centro dell’area. È sembrato che non sia stato assente tutto questo tempo. Bello, pimpante e convinto dei propri mezzi, ha lanciato un messaggio ben preciso a Mario Rui rimasto in panchina. A Liverpool toccherà al portoghese ma la competizione sarà tanta e una volta che Faouzi sarà al 100% sarà difficile trovare il posto da titolare. È stato bello vedere anche l’esordio di Younes. Il tedesco è entrato nella ripresa dimostrando di avere delle doti importanti per il futuro in maglia azzurra. Praticamente adesso Ancelotti ha una rosa molto ampia da poter sfruttare nelle competizioni che ci sono da disputare. È naturale che la miglior cosa sarebbe quella di qualificarsi agli ottavi di finale in modo tale da essere competitivi nel 2019 anche nell’Europa che conta. La classifica, dunque, è tornata quella di due giorni fa. Anzi, è migliorata per quanto riguarda la distanza da chi insegue. L’Inter è distante sei lunghezze dopo il ko in casa della Juventus. Sembrava che i nerazzurri dovessero essere i veri avversari della Signora ed, invece, i valori sono rimasti quelli di inizio stagione. Con il Napoli che, seppur abbastanza lontano dalla vetta, resta l’unica formazione che può dare fastidio al club bianconero. Di sicuro Ancelotti non molla niente in questo momento. Carletto è convinto di poter fare bene ad Anfield contro il Liverpool e di accorciare nei confronti della Juventus strada facendo. Ormai i suoi ragazzi, pur cambiando sistematicamente, vincono nella normalità. Avrebbero potuto soffrire con il Frosinone tutto rintanato ed, invece, hanno svolto praticamente un allenamento del sabato. La migliore soluzione per far riposare qualche big e per arrivare al match di Champions con la massima serenità. «Non metteremo in pullman davanti alla porta contro il Liverpool », ha ammesso Ancelotti dopo il successo di ieri pomeriggio. Essendo un mister Coppa sa come non mettere troppa pressione al suo gruppo. Vuole arrivare ad Anfield con la mente tranquilla e la consapevolezza di fare una grande partita così come all’andata al San Paolo. Quando fu sorteggiato il girone C di Champions nessuno avrebbe puntato sul Napoli che potesse arrivare all’ultima giornata a giocarsi l’accesso al turno successivo. È accaduto. Adesso non resta altro che mettere la ciliegina sulla torta e festeggiare una qualificazione che sarebbe già il primo grande traguardo di Ancelotti.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    90

    38
    28
    6
    4
  • logo NapoliNapoliCL

    79

    38
    24
    7
    7
  • logo AtalantaAtalantaCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo InterInterCL

    69

    38
    20
    9
    9
  • logo MilanMilanEL

    68

    38
    19
    11
    8
  • logo RomaRomaEL

    66

    38
    18
    12
    8
  • logo TorinoTorino

    63

    38
    16
    15
    7
  • logo LazioLazio

    59

    38
    17
    8
    13
  • logo SampdoriaSampdoria

    53

    38
    15
    8
    15
  • 10º

    logo BolognaBologna

    44

    38
    11
    11
    16
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    43

    38
    9
    16
    13
  • 12º

    logo UdineseUdinese

    43

    38
    11
    10
    17
  • 13º

    logo SpalSpal

    42

    38
    11
    9
    18
  • 14º

    logo ParmaParma

    41

    38
    10
    11
    17
  • 15º

    logo CagliariCagliari

    41

    38
    10
    11
    17
  • 16º

    logo FiorentinaFiorentina

    41

    38
    8
    17
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    38

    38
    10
    8
    20
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    25

    38
    5
    10
    23
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    17

    38
    2
    14
    22
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Ssc Napoli, lascia il dirigente Matteo Tagliacarne: andrà a fare il team manager all'Inter