Da Bergamo, Gennari: "A Napoli non c'è lo stesso attaccamento tra società e tifosi, altro che Atalanta: pensate al caso Insigne..."

Le Interviste  
Lorenzo Insigne, attaccante e capitano del NapoliLorenzo Insigne, attaccante e capitano del Napoli

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Fabio Gennari, Radio Dea:

"L'Atalanta è l'unico progetto innovativo di calcio in Italia, tra le uniche 8 con un bilancio sano e l'unica che ha già raggiunto il suo obiettivo di inizio stagione, ovvero la permanenza in serie A. Se dovessimo vincere la coppa Italia sarebbe la seconda volta dopo 56 anni. Oggi gioca il miglior calcio d'italia ed è forte a livello atletico. Verrà a Napoli con la migliore formazione possibile, non penserà alla coppa Italia perché questo ultimo mese per il campionato sarà fondamentale. Qualche anno fa si parlava di salvezza, mentre nel giro di tre quattro anni si è iniziato a parlare di Europa. Da parte della società c'è grande affetto verso i propri tifosi. Vicino a noi ci sono città con squadre più blasonate, ma l'Atalanta te la porti dietro da quando sei piccolo. L'anno scorso, dopo la partita di Napoli, l'aeroporto era pieno di tifosi pronti ad accogliere affettuosamente la squadra. Se dovessimo arrivare quarti e vincere la coppa Italia ci sarebbe una festa esagerata. Mancini non è del nostro settore giovanile, ma quest'ultimo è la vera forza della nostra squadra. L'Atalanta ci ha davvero fatto uscire matti, c'è tanta passione verso questa squadra. A Napoli, diversamente da Bergamo, non c'è lo stesso attaccamento tra società e tifosi, basti anche pensare al caso Insigne, fischiato nelle ultime partite"

Ultimissime Notizie
Dapa Trasporti
Futura Soccer
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Real Casarea
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Viviano: "Giovane portiere su cui puntare? Dico Meret: non lo conoscevo ma non è una sorpresa, gioca nel Napoli..."