IL GIORNO DOPO la trentaduesima giornata... il peccato mortale, la piccola soddisfazione ed il calciatore più intelligente del campionato

Rubriche  

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Al sabato Santo il derby di Milano. Il primo derby cinese. Moratti e Berlusconi hanno ceduto. E anche questa è storia. Molto probabilmente l’anno prossimo le milanesi le vedremo impegnate spesso al lunch time. Altrimenti nel paese degli occhi a mandorla dovranno fare tante nottate per seguire le “loro” squadre. Speriamo che non si finisca per giocare anche al breakfast time. Per la cronaca viene fuori un pari con i rossoneri che agguantano il pari all’ultimo secondo.

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Con il pareggio di Milano si riaprono speranze europee per tante squadre. Tra queste l’Atalanta che venderà cara la pelle all’Olimpico contro la Roma riuscendo a strappare un pari, prezioso per gli uomini di Gasperini, ma anche per quelli di Sarri.

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Il primo tempo del Napoli contro l’Udinese è scialbo. Tantissimo possesso palla, ma tiri nello specchio nessuno. In compenso ben dieci calci d’angolo che la dicono lunga sull’unica cosa che l’Udinese di Del Neri ha fatto nella prima frazione. Il tecnico friulano, dalla panchina si è sgolato. Trattasi, tra l’altro, dell’ unico allenatore della massima serie che non si copre la bocca con la mano quando impartisce indicazioni. Sarebbe un’operazione inutile. Come facciano i suoi giocatori a comprenderlo resta un mistero.

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Dopo un tempo regalato all’Udinese: poca cattiveria, nessuna soluzione dalla distanza e tanta, troppa accademia e poca sostanza, nella ripresa tutt’altra musica. La sblocca Mertens dopo meno di tre minuti. Gli azzurri rischiano il pari su di una inzuccata di Zapata, ma poi dilagano con Allan e Callejon. Decima rete in campionato per lo spagnolo, il giocatore più intelligente della serie A, e doppia cifra anche per lui. Nessuna squadra in Europa ha quattro giocatori in doppia cifra. E anche questa è una piccola soddisfazione.

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Alla fine sarà il secondo tre a zero consecutivo e la seconda gara senza subirne nessuno. Per Reina solo normale amministrazione. L’unico intervento sarà su di un colpo di testa di Callejon. Gara mai in discussione e sempre in totale controllo. Primo tempo scialbo, senza però rischiare nulla. E senza innervosirsi e frasi prendere dalla frenesia di doverla sbloccare immediatamente e a tutti i costi. E anche questo è un segno di crescita e maturità.

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Sugli scudi il terzetto d’attacco. Ormai si cercano in continuazione e si trovano a memoria. Sarebbe un peccato mortale disfarsi di uno dei tre piccoletti d’attacco. Il processo di crescita di questa squadra e di questa società, passa anche attraverso la conferma di Mertens e Insigne, che per continuità e rendimento sono stati i migliori, se non i migliori, della stagione.

Il giorno dopo la trentaduesima giornata. Del mezzo passo falso della Roma, il Napoli ne approfitta eccome. Ed era ora. A sei giornate dal termine, la Roma è meno lontana. E per gioco espresso e rendimento di tanti giocatori, questa squadra meriterebbe la piazza d’onore. Come la meriterebbe l’allenatore e lo sterminato numero dei tifosi azzurri che trascorreranno una serena Pasqua anche grazie alle prestazioni e ai risultati dell’undici azzurro.

Stefano Napolitano

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    91

    38
    29
    4
    5
  • RomaCL

    87

    38
    28
    3
    7
  • NapoliCL

    86

    38
    26
    8
    4
  • AtalantaEL

    72

    38
    21
    9
    8
  • LazioEL

    70

    38
    21
    7
    10
  • Milan

    63

    38
    18
    9
    11
  • Inter

    62

    38
    19
    5
    14
  • Fiorentina

    60

    38
    16
    12
    10
  • Torino

    53

    38
    13
    14
    11
  • 10º

    Sampdoria

    48

    38
    12
    12
    14
  • 11º

    Cagliari

    47

    38
    14
    5
    19
  • 12º

    Sassuolo

    46

    38
    13
    7
    18
  • 13º

    Udinese

    45

    38
    12
    9
    17
  • 14º

    Chievo

    43

    38
    12
    7
    19
  • 15º

    Bologna

    41

    38
    11
    8
    19
  • 16º

    Genoa

    36

    38
    9
    9
    20
  • 17º

    Crotone

    34

    38
    9
    7
    22
  • 18º

    EmpoliR

    32

    38
    8
    8
    22
  • 19º

    PalermoR

    26

    38
    6
    8
    24
  • 20º

    PescaraR

    18

    38
    3
    9
    26
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Sportitalia - Sarri vuole Mario Rui già dal ritiro di Dimaro, è fatta per il laterale della Roma