Gattuso: "Ultima spiaggia? Non esiste per me. 2020? Spero che ci siano anche Mertens e Callejon, più forti di loro ce ne sono pochi. Classifica? Non dobbiamo vederla. Sono pazzo di tutti i miei giocatori"

Primo Piano fonte : dal nostro inviato a Castel Volturno, Claudio Russo
Gennaro Gattuso, allenatore del NapoliGennaro Gattuso, allenatore del Napoli

Gennaro Gattuso in conferenza stampa presenza la sfida Sassuolo-Napoli

Notizie Calcio Napoli - Oggi alle ore 12,30 ci sarà la conferenza stampa di Gennaro Gattuso, L'allenatore del Napoli risponderà alle domande dei giornalisti in vista della partita in trasferta contro il Sassuolo, segui tutte le sue dichiarazioni in diretta su CalcioNapoli24.

  • Segui la conferenza di Gattuso in diretta su CalcioNapoli24, qui tutti gli aggiornamenti.

12.59 - Termina la conferenza stampa.

12.58 - "Ancelotti all'Everton? Non avevo dubbi, Carlo per l'esperienza che ha e per ciò che ha vinto...sapevo che ci metteva un minuto per trovare squadra. Lo chiamerò per fargli i complimenti, non l'ho fatto in settimana perchè in questo momento non rispondo nemmeno a mia moglie, non so dove ho messo il telefono (ride, ndr). Con Carlo ho condiviso tante cose, gli auguro il meglio"

12.57 - "Barcellona? Grandi campioni, ho sentito dire che non abbiamo nulla da perdere ma quando si gioca poi brucia sempre. Avremo il tempo di arrivarci nel migliore dei modi, paura non ce n'è e ce la giochiamo con la consapevolezza di affrontare una big. Gli auguri ai tifosi? Buon Natale, buone feste e speriamo che il 2020 sia un anno migliore degli ultimi tre-quattro mesi passati dal Napoli. Spero di rivedere il San Paolo pieno, è qualcosa di bello ed è un valore aggiunto per la squadra. Abbiamo il dovere di riaccendere l'entusiasmo"

12.56 - "Vorrei la prima vittoria, la chiave è quella. La squadra ne ha bisogno, di una vittoria e di una serie di buone prestazioni. Faremmo fatica a fermarci, a quel punto"

12.55 - "La cena del Napoli è stata la svolta per il 2020? Spero che ci siano anche Mertens e Callejon, ma le cose si fanno in due: la voglia della società e dei giocatori c'è, poi non entro nelle dinamiche perchè abbiamo un grande ds. Io sono qui per allenare la squadra, poi se mi viene chiesto un parere lo do. Devo concentrarmi sul lavoro per entrare nella testa dei calciatori. Spero di allenarli con continuità"

12.54 - "Un eroe di riferimento a cui legarsi tra gli allenatori milanisti oppure Marcello Lippi? Dico Lippi perchè ha allenato il Napoli, penso che nei momenti di difficoltà era uno che sapeva uscirci. Un grande marinaio, penso che in questo momento c'è bisogno della bravura per uscire dal periodo in cui ci troviamo"

12.53 - "Mertens centrale o esterno? Dipende anche da Milik. Dries fa bene l'esterno con il Belgio, lo vedo in entrambe le posizioni. Per un giorno e mezzo non si è allenato, ma ha grandi qualità e lo vedo in due posizioni"

12.51 - "Come migliorare l'efficienza offensiva? Se non fai gol...la storia di Insigne dice che quella palla lì al 99% con il Parma la butta dentro. Bisogna lavorare sulla concentrazione, quando analizzi una partita ci metti dentro anche qualcosa a livello di conclusioni in porta. E non li fai smettere fin quando non hanno la giusta convinzione, tirando 10-15 volte"

12.50 - "Lozano? I gol che ha fatto li ha fatti da attaccante esterno, in questo momento lo vedo più così che prima punta"

12.49 - "Fisicamente come sta la squadra dopo allenamenti diversi? Mi piace lavorare su una singola seduta, ma il modo di lavorare è diverso con rispetto per Ancelotti. Mi piace lavorare ad alta intensità, un'ora-un'ora e un quarto a campo stretto o un po' più largo. Io penso che devo allenare la squadra nel modo in cui gioca, non sono uno che vuole restare troppo tempo: la squadra ha avuto un rigetto in questi giorni, ma è perchè i metodi sono diversi. A livello muscolare qualche cambiamento c'è sempre, non ho trovato male la squadra ma voglio che faccia delle corse diverse"

12.47 - "Io psicologo? Avrei lavorato sulla testa dei giocatori anche senza problemi relativi a rinnovi e multe, non possiamo nasconderci. Ci sarà tempo, alla fine i risultati aiuteranno a risolvere queste problematiche. Io non vedo una squadra che fa le cose a uno all'ora o è scazzata o se mi guarda con gli occhi storti. Me ne hanno parlato il primo giorno e basta, ora abbiamo dei problemi più gravi come le partite che non si vincono, e loro lo sanno. Speriamo di riuscire a fare qualche prestazione importante, sederci ad un tavolo e risolvere qualcosa: da parte del club la pensano come me, priorità al campo"

12.46 - "Problema di testa? Di conoscenza, mettere in pratica ciò che stiamo facendo in campo. Dobbiamo essere bravi a lavorare sui nostri concetti, per memorizzarli il prima possibile. Non si può fare tutto in dieci giorni, ma sto vedendo qualcosa di diverso. In questo momento passiamo anche attraverso i risultati, se non sono positivi diventa difficile. Abbiamo bisogno di tempo per lavorare"

12.45 - "Dualismo Ospina-Meret? In questo momento no, ho bisogno di dare continuità a ciò che stiamo facendo. Ad Ospina non regalo niente, è un ragazzo molto bravo che sa fare il suo mestiere"

12.44 - "Sicuramente a qualche giocatore starò sulle scatole (ride, ndr), ma è importante quando si entra in campo: dev'esserci professionalità, per me questa è la componente importante. Sono stato calciatore, fuori dal campo può accadere qualcosa ma lo lascio passare: in campo no"

12.42 - "Io pazzo di Milik? Sono pazzo di tutti i miei giocatori, in questi giorni ho notato che l'abbraccio tra Insigne e De Laurentiis alla cena...bisogna ripartire da lì. È una squadra che ha dato tanto, questi ragazzi come Insigne-Milik-Callejon che vengono bersagliati...bisogna stargli vicino, hanno bisogno di affetto. Anche su questo aspetto, la squadra non ha bisogno di sentire i fischi: dobbiamo farglielo sentire, spero che i tifosi lo capiscano. Oggi la palla scotta, non pesa trecento grammi ma dieci o venti chili ed è per questo che dobbiamo stare vicini a loro. Milik mi piace, lega il gioco, esce bene nelle giocate e ha presenza in area: ha avuto sfortuna, ha passato le pene dell'inferno per gli infortuni. Ma anche Callejon, Insigne, Mertens: tutti i giocatori offensivi hanno qualità"

12.41 - "Entusiasmo per l'esperienza? Ho incontrato dei tifosi qui a Castel Volturno, conosco bene l'albergo ma non troppo la città: voglio fare bene, il Napoli è un grande club che ha persone squisite che si sono messe a disposizione con me e con lo staff. Io il lavoro lo so fare solo in un modo, cercando di entrare nella testa dei calciatori. C'è grande entusiasmo, non posso pensare che stiamo messi male ma dobbiamo uscirne fuori"

12.39 - "Fabian regista centrale? Può fare quel ruolo con le sue caratteristiche, riesce a dare sempre linee di passaggio e sa giocare bene tecnicamente. Per tanto tempo ha giocato a due, oppure da mezz'ala, ma può fare il centrale. Poi è normale che se pensiamo di voler vedere un giocatore con più veemenza nel recupero palla, non ha queste caratteristiche. Dà ordine e può farlo da centrale"

12.38 - "Cosa chiedo alla squadra? 4-3-3, palleggiare dal basso e riuscire a creare superiorità numerica con l'obiettivo di cercare il tridente in avanti. E soffrire di meno, tenendo bene il campo. Con il Parma nella ripresa è stata una buona prestazione ma a livello di tenuta del campo e di misure preventive la squadra non mi è piaciuta: le letture sui due gol subiti non sono state corrette. Dovete aspettarvi una squadra che ha organizzazione, che sa come muoversi e che sa come andare a prendere gli avversari. Mi aspetto tutto questo"

12.37 - "Foggia-Pisa con De Zerbi? Avevo i capelli neri, ora sono bianchi (ride, ndr). Roberto è un grandissimo giovane, molto preparato. Ma domani si gioca Sassuolo-Napoli, non De Zerbi-Gattuso"

12.36 - "La paura del Napoli può diventare la mia? Non ho paura, in questo momento devo essere duro perchè devo dare tranquillità alla squadra. Se guardiamo gli ultimi quattro anni, l'ultima vittoria col Sassuolo è nel 2014 ma la storia si può cambiare. Dobbiamo pensare a fare le cose che proviamo in campo, e ritornare ad essere più liberi in campo. Non dobbiamo preoccuparci se ci superano la prima pressione, non alla classifica che secondo me non va guardata. I calciatori devono guardare qualità e quantità del lavoro fatto in mezzo al campo, dobbiamo concentrarci su ciò che sappiamo fare per migliorare"

12.34 - "De Laurentiis e Giuntoli? La mattina entro alle 8.30 e vado via alle 20. La priorità è il campo e non il mercato, allenare chi ho a disposizione e parlare ed ascoltare i ragazzi. La squadra avrà sei giorni di riposo, poi incontrerò la dirigenza e parleremo. La squadra deve fare poco, i giocatori ci sono e sono forti. Spero con il cuore che i nostri si siederanno e firmeranno i rinnovi: più forti di loro ce ne sono pochi"

12.33 - "Il Sassuolo è forte, ha giovani di talento e De Zerbi fa giocare bene le sue squadre. Voglio vedere organizzazione, equilibrio e non andare in panico. Non dobbiamo pensare se vinceremo o perderemo, voglio vedere una squadra che sa soffrire"

12.31 - Gattuso: "Passata la paura negli occhi dei calciatori? Ho visto una squadra che si è consegnata a me e al mio staff, abbiamo lavorato molto forte e ho visto grande disponibilità. Stanno facendo tutto ciò che gli stiamo chiedendo, cerchiamo qualcosa di diverso. Ho sempre detto di voler cercare una nostra filosofia, la squadra deve tornare a fare le cose che sapeva fare. Dobbiamo avere serietà, credere in ciò che facciamo e ringrazio la squadra per la disponiblità: non è facile dopo tanti anni al vertice in Serie A non vincere per due mesi, non è un caso che subentri la paura ma dobbiamo continuare su questa squadra. Ultima spiaggia? Non esiste per me, pensiamo partita per partita e stare sul pezzo per riuscire a recuperare mentalmente i giocatori: le prestazioni con Liverpool e Salisburgo non sono di due anni fa, ma di poco tempo fa. La squadra deve riuscire a liberarsi e a giocare con uno stile diverso, e divertirsi"

12.28 - Tra poco entrerà Gattuso in sala.

Ultimissime Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    83

    38
    26
    5
    7
  • logo InterInterCL

    82

    38
    24
    10
    4
  • logo AtalantaAtalantaCL

    78

    38
    23
    9
    6
  • logo LazioLazioCL

    78

    38
    24
    6
    8
  • logo RomaRomaEL

    70

    38
    21
    7
    10
  • logo MilanMilanEL

    66

    38
    19
    9
    10
  • logo NapoliNapoli

    62

    38
    18
    8
    12
  • logo SassuoloSassuolo

    51

    38
    14
    9
    15
  • logo FiorentinaFiorentina

    49

    38
    12
    13
    13
  • 10º

    logo ParmaParma

    49

    38
    14
    7
    17
  • 11º

    logo VeronaVerona

    49

    38
    12
    13
    13
  • 12º

    logo BolognaBologna

    47

    38
    12
    11
    15
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    45

    38
    11
    12
    15
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    45

    38
    12
    9
    17
  • 15º

    logo SampdoriaSampdoria

    42

    38
    12
    6
    20
  • 16º

    logo TorinoTorino

    40

    38
    11
    7
    20
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    39

    38
    10
    9
    19
  • 18º

    logo LecceLecceR

    35

    38
    9
    8
    21
  • 19º

    logo BresciaBresciaR

    25

    38
    6
    7
    25
  • 20º

    logo SpalSpalR

    20

    38
    5
    5
    28
Sprintsped
Dapa Trasporti
Its shipping
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top