CorrSera - Diritti nel caos, Sky stoppa Mediapro: il bando viene sospeso dal giudice

Rassegna Stampa fonte : Corriere della Sera

Nuovo time out nella partita dei diritti tv della serie A. In questa estenuante sfida che si trascina da quasi un anno il tribunale di Milano ferma il gioco su segnalazione di Sky. Tutto bloccato fino al 4 maggio, i giudici hanno immediatamente accolto il ricorso cautelare presentato sabato dall’emittente satellitare che ha chiesto e ottenuto la sospensione d’urgenza del bando di Mediapro per «verificare che sia aderente alle leggi italiane».

È l’ennesimo colpo di scena che rimescola le carte a due settimane dall’annuncio dell’alleanza fra la pay tv di Murdoch e Mediaset. In un quadro che cambia di continuo, è ancora impossibile dire dove vedremo il prossimo campionato al via il 19 agosto. Il braccio di ferro prosegue e non si vede ancora una svolta.

Con la fine del duopolio della tv a pagamento di fatto Sky è l’unico «big» in campo, ha ribadito la volontà di investire con una «grande offerta economica» (si parla di 900 milioni), ma vuole vederci chiaro prima di mettere i soldi sul piatto. La sua strategia legale, seguita dall’avvocato Marco D’Ostuni dello studio Cleary Gottlieb, si basa principalmente su un punto: dimostrare che Mediapro non agisce da intermediario indipendente ma travalica i limiti del suo mandato ottenuto offrendo 1 miliardo e 50 milioni per le licenze della serie A. In sostanza non farebbe il broker ma l’editore, un ruolo in contrasto con le indicazioni dell’Antitrust. Perché? Il nodo della discordia sono i blocchi di trasmissioni che gli spagnoli si sono riservati di confezionare curandone anche la raccolta pubblicitaria. Tali prodotti sarebbero poi inseriti obbligatoriamente all’interno dei pacchetti da rivendere alle tv e agli altri operatori. Ecco perché nella sua nota Sky sottolinea che «vuole continuare a garantire ai suoi abbonati un prodotto di qualità nella piena libertà e autonomia giornalistica ed editoriale in un sistema non discriminatorio di libera concorrenza fra gli operatori». Saranno i magistrati a pronunciarsi, se la sospensiva sarà confermata il bando di Mediapro è da riscrivere. Ma il primo effetto domino si è già verificato: il termine del 21 aprile entro al quale dovevano essere presentate le offerte per le partite del triennio 2018-2021 è già superato dai fatti. E Mediapro che cosa fa? Studia il dossier e ragiona sulle contromosse, da Barcellona commentano che «chi ne esce penalizzato è il calcio italiano: una situazione del genere nuoce alla sua immagine e alla sua stabilità».

Entro il 26 aprile i catalani devono presentare alla Lega fideiussioni per 1,2 miliardi dopo aver già versato un acconto da 64 milioni. Potrebbero chiedere una proroga, ma a ieri non era giunta alcuna richiesta. Fonti vicine al gruppo sostengono che le garanzie saranno depositate (in caso di inadempienza rischierebbero cause dai club e non solo) e che nell’ipotesi di stop dal tribunale è improbabile una controffensiva giudiziaria.Perché i tempi si allungherebbe finendo per svalutare il prezzo del calcio italiano. Più probabile che si ripieghi sul piano B: il canale della Lega, un vecchio pallino dell’advisor Infront. Ma il sentiero è stretto e la tensione cresce. Al di là delle parole di facciata («ci auguriamo una rapida soluzione delle controversie, è nell’interesse di tutti») dalla Lega trapela irritazione per l’atteggiamento di Sky. In uno scenario così incerto sembra difficile anche che il 7 maggio si arrivi a una conclusione sull’elezione della nuova governance come spera il commissario Giovanni Malagò.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    85

    33
    27
    4
    2
  • NapoliCL

    81

    33
    25
    6
    2
  • RomaCL

    67

    34
    20
    7
    7
  • LazioCL

    64

    33
    19
    7
    7
  • InterEL

    63

    33
    17
    12
    4
  • MilanEL

    54

    34
    15
    9
    10
  • Atalanta

    52

    33
    14
    10
    9
  • Fiorentina

    51

    34
    14
    9
    11
  • Sampdoria

    51

    33
    15
    6
    12
  • 10º

    Torino

    47

    33
    11
    14
    8
  • 11º

    Bologna

    38

    33
    11
    5
    17
  • 12º

    Genoa

    38

    33
    10
    8
    15
  • 13º

    Sassuolo

    37

    34
    9
    10
    15
  • 14º

    Udinese

    33

    33
    10
    3
    20
  • 15º

    Cagliari

    32

    33
    9
    5
    19
  • 16º

    Chievo

    31

    33
    7
    10
    16
  • 17º

    Spal

    29

    34
    5
    14
    15
  • 18º

    CrotoneR

    28

    33
    7
    7
    19
  • 19º

    VeronaR

    25

    33
    7
    4
    22
  • 20º

    BeneventoR

    17

    34
    5
    2
    27
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Allegri smonta il Sarrismo: "Ha solo arretrato Hamsik, ecco il giochino: questa è la squadra di Benitez!" [VIDEO]