Tavecchio: "Se non si concludono i campionati è un dramma. Serve riforma del calcio: 18 squadre in A e B!"

Le Interviste  
Tavecchio: Se non si concludono i campionati è un dramma. Serve riforma del calcio: 18 squadre in A e B!

Carlo Tavecchio, ex presidente della FIGC, ha parlato dei campionati attualmente fermi per il Coronavirus

Ultime notizie calcio Napoli - Carlo Tavecchio, ex presidente della FIGC, ha rilasciato alcune dichiarazioni a TMW Radio, cominciando dall'esporre le sue sensazioni sulla possibile ripresa: "Il problema è determinante per il sostegno economico che devono avere le società. Se chiudono il campionato non mantenendo gli impegni con la produzione dei diritti tv diventa un danno quasi irreparabile. Devono risolverlo in un modo o nell'altro, anche se la cosa più importante è la salute il campionato va chiuso. I diritti vengono pagati se le partite sono trasmesse e se non pagano è un dramma. La UEFA ha sospeso le coppe ma dice che i campionati vanno finiti, a meno di tragedie irrisolvibili".

Alcuni club poi, con classifica cristallizzata, potrebbero fare dei ricorsi.
"Si apre un fronte legale. Bisogna puntare a finire, anche durante l'estate".

La UEFA porterà avanti il discorso?
"Prima bisogna risolvere il campionato. Tanto lo sanno tutti bene che non sarà tutto come prima, è evidente. Tutti provano a nasconderlo, ma ad essere onesti è arrivato il momento di una riforma. Io tre anni fa dissi che la madre di tutte le battaglie è la riforma dei campionati. Non si può più pensare di avere più di 100 squadre professionistiche in Italia, solo l'Inghilterra ce le ha, ma hanno pure 3 miliardi di diritti tv, noi 1,5. Si ridurranno i professionisti, e poi bisognerà sostenere il movimento dilettantistico. Credo che sarà molto dura raccogliere sostegni locali per mantenere 15.000 associazioni. Saranno turbati i sogni di tanta gente".

Quante squadre professionistiche vorrebbe?
"Io parlavo di un numero magico: 18 di A, 18 di B, e due C da 18. Una settantina di squadre. Non abbiamo la capacità di avere più società, non ci sono risorse. E oggi avrei pure il dubbio sulle trentasei di Lega Pro...".

Sulla querelle AIC-Lega a proposito del taglio di stipendi, che pensa?
"In questo momento una cosa va messa in chiaro: i tempi delle vacche grasse non ci saranno più. Il sistema dovrà essere rimodulato in funzione dei ricavi. In questo momento tutti hanno anticipato i diritti tv per poter stare sul mercato. Ora mancato introiti vari metteranno in condizione parecchie società, se non aumenteranno il capitale sociale, di non pagarli gli stipendi. Serve trattare per salvare le società da fallimenti a iosa".

Il Governo può aiutare lo sport?
"Se le cifre sono quelle che ho sentito, ci sono 80.000 società sportive dilettantistiche tra tutte le discipline. Ma è dura far capire al Governo o allo Stato di intervenire per dare contributi a soggetti che hanno dipendenti pagati milioni di euro l'anno. Credo che interverranno su chi guadagna meno".

Come ha risposto il calcio all'emergenza Covid-19?
"Il Coronavirus non l'ha capito nessuno. Né gli americani e nemmeno gli inglesi o i nordici. Noi abbiamo avuto una tragedia immediata, adesso son capaci tutti e son tutti professori".

Quando si potrà riprendere davvero?
"Per la ripresa del calcio è imprescindibile finire i campionati, anche arrivando a agosto o settembre. Così mantieni gli introiti della Serie A. In B invece sono 60 milioni che dipendono dalle mutualità... Se non arrivano è una catena di Sant'Antonio, che parte dall'alto e arriva alla valle. Ci saranno da rispettare le distanze, la sanificazione... Il momento è duro e drammatico e purtroppo il brutto deve ancora venire".

Tavecchio
Ultimissime Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    63

    26
    20
    3
    3
  • logo LazioLazioCL

    62

    26
    19
    5
    2
  • logo InterInterCL

    54

    25
    16
    6
    3
  • logo AtalantaAtalantaCL

    48

    25
    14
    6
    5
  • logo RomaRomaEL

    45

    26
    13
    6
    7
  • logo NapoliNapoliEL

    39

    26
    11
    6
    9
  • logo MilanMilan

    36

    26
    10
    6
    10
  • logo VeronaVerona

    35

    25
    9
    8
    8
  • logo ParmaParma

    35

    25
    10
    5
    10
  • 10º

    logo BolognaBologna

    34

    26
    9
    7
    10
  • 11º

    logo SassuoloSassuolo

    32

    25
    9
    5
    11
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    32

    25
    8
    8
    9
  • 13º

    logo FiorentinaFiorentina

    30

    26
    7
    9
    10
  • 14º

    logo UdineseUdinese

    28

    26
    7
    7
    12
  • 15º

    logo TorinoTorino

    27

    25
    8
    3
    14
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    26

    25
    7
    5
    13
  • 17º

    logo GenoaGenoa

    25

    26
    6
    7
    13
  • 18º

    logo LecceLecceR

    25

    26
    6
    7
    13
  • 19º

    logo SpalSpalR

    18

    26
    5
    3
    18
  • 20º

    logo BresciaBresciaR

    16

    26
    4
    4
    18
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Fantacalcio - Solo il meglio del calcio
M.A.R.A.T. Football management
Back To Top